Albignasego Basket - Cestistica Verona 68-67

Che brividi Albignasego, Verona cede al fotofinish

L’Albignasego Basket torna a imporre la legge autoritaria del Pala San Lorenzo cogliendo con la Cestistica Verona il suo quinto sigillo stagionale. Vittoria con il brivido per i gialloneri, che hanno giocato ad intensità elevata per tre quarti e mezzo di gara, pilotati in cabina di regia e lungo il perimetro dall’accoppiata Marco Nanti-Luca Roin (firmataria di 30 punti), salvo poi spegnersi nel finale rischiando il beffardo aggancio veronese.

BREAK INIZIALE. Partiti a razzo, i padroni di casa hanno piazzato subito un break eloquente (15-0), che ha incanalato la sfida dalla loro parte e che alla fine dei conti ha influito non poco sull’esito del match. In settimana, il presidente Franco De Marchi aveva fatto sentire la propria voce, chiedendo maggiore impegno da parte di tutti. La gara contro gli scaligeri avrà certamente esaudito le sue richieste, anche se negli ultimi sussulti dell’incontro, come avvenuto a Conegliano e in altre circostanze, Scarpa e soci hanno corso il pericolo ancora una volta di farsi agguantare.

LA CRONACA. Dopo il primo quarto ad alto ritmo (23-7), Albignasego accelera ancora toccando anche il +20, ma allentata leggermente la morsa a ridosso del riposo, gli ospiti rientrano a -12 (35-23). Alla ripresa dei giochi, la squadra di coach Pellecchia tiene alta la concentrazione risalendo a +20, grazie anche alle bombe di Vizzotto. Peccato che sul tramonto della terza frazione il gap resti immutato (53-41). A 5’ dal termine, sul +16, i locali sembrano ormai in pieno controllo, ma staccano improvvisamente la spina. Con l’Albi in rottura prolungata con il canestro, la Cestistica non se lo fa ripetere due volte: ricuce lo strappo a -9, fino a riprendere contatto nell’ultimo giro di lancette; a 10’’ dallo scadere, sul 68-65, Soave e compagni provano il disperato aggancio, che tuttavia non si materializza. Verona infatti può solo ridurre il margine a un’incollatura con un canestro da sotto.

LA CLASSIFICA. È un’affermazione di misura, che fa classifica e rimette i gialloneri in corsa per una delle posizioni privilegiate al sole dei playoff. In casa, Albignasego vanta un record di 5 vinte su 6 partite, ma il prossimo passo diventa rimuovere la casella “zero” dalla tabella di rendimento esterno. Impresa che bisognerà ritentare domenica prossima sul campo di Riese.

Il tabellino: ALBIGNASEGO BASKET-CESTISTICA VERONA 68-67

ALBIGNASEGO BASKET: Nanti M. 15, Scarpa 7, Roin 15, Ferro 2, Nanti F. 3, Livio 6, Fabian 4, Berti, Caraffa n.e., Cecchinato n.e., Navaglia 2, Vizzotto 14. All. Pellecchia, viceall. Pavanato.

CESTISTICA VERONA: Bovo M. 3, Ziliani, Fabbian 9, Valbusa, Filippini 6, Soave 11, Rizzoli 6, Sesta n.e., Brunelli 13, Petronio 19. All. Bovo A.

Arbitri: Radoni di Roncade (Tv) e Dian di Scorzè (Ve).

Note: parziali: 23-7, 35-23 (12-16), 53-41 (18-18), 68-67 (15-26); tiri liberi: Albignasego 9/13, Verona 19/21; tiri da tre: Albignasego 9 (Nanti M., Scarpa, Roin 2, Nanti F., Vizzotto 4), Verona 6 (Bovo, Soave, Brunelli, Petronio); falli di squadra: Albignasego 23, Verona 15; uscito per 5 falli: Nanti M.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author