Altamura supera tra le mura amiche Mola per 94-88

 

Si ferma a sei la striscia di vittorie consecutive per la Geofarma, ad interromperla un’Altamura tutta cuore e

grinta che sottrae l’imbattibilità alla squadra di coach Patella, da ieri sera non più sola in vetta alla serie C

Silver, ma in compagnia di un terzetto, Udas Cerignola, Action Now Monopoli ed Ostuni. Un Mola diverso

dal solito quello visto ad Altamura, meno compatto, con meno fame e spesso incastrato in soluzioni forzate

in una serata poco felice al tiro. Lavorare sulla testa in questi pochi giorni che ci dividono

dall’infrasettimanale con Ruvo per rialzarsi in fretta e riprendere a far bene.

LA PARTITA

La settima di campionato arriva con una notizia poco allegra per coach Patella, Dvon Campbell, fin qui

trascinatore – con i suoi 25.8 punti di media – della capolista deve dare forfait per un problema al ginocchio,

assenza che a fine gara si rivelerà pesante. C’è Clemente invece, recuperato in extremis dopo l’infortunio

nel match con Cerignola, sul parquet il venitquattrenne molese ci va con Washington, Didonna, Ferilli e

Laquintana. Non se la passa meglio in fatto di infortuni coach De Bartolo che deve rinunciare a Barozzi e

così chiede gli straordinari a capitan Fui che va ad affiancare Maietta, Perrucci, Radovic e De Bartolo. E’

Mola a partire meglio con un break di 5-0 firmato Laquintana e Washington, Altamura però è subito viva e

precisa dall’arco dei 6,75 con Maietta, De Bartolo e Perucci, mentre la Geofarma si inceppa e i padroni di

casa si portano subito in fuga sul 23-11 del minuto 6. Laquintana soffre la marcatura di Radovic ma prova a

rialzare i suoi, ancora de Bartolo da lontano scolpisce il massimo vantaggio della serata al minuto 8, è la

peggior partenza molese stagionale che costa il -18 (31-13), passivo sconcertante ma gli ultimi scampoli di

quarto regalano speranza con cinque punti in serie di Laquintana e l'uscita di Maietta già gravato di tre falli.

Altamura paga dazio sotto le plance e Washington diventa protagonista, coach Patella gli affianca Musci e

pian piano il debito viene annullato nel corso della seconda frazione. Ottimo finale di tempo di Pavone che

con i suoi 6 punti regala il primo vantaggio della serata agli ospiti (50-53), con un parziale di 18-35

assolutamente impronosticabile appena dieci minuti prima. Si va negli spogliatoi e la Geofarma commette

forse l’errore di sentirsi al sicuro dopo una grande rimonta e confortata dalla situazione falli dei padroni di

casa. Coach De Bartolo reinserisce Maietta in mischia, Altamura continua a soffrire tantissimo sotto il

canestro dove l’armadio Washington detta legge (35 punti, 17 rimbalzi e 46 di valutazione) ma Mola non

sfrutta a pieno questa superiorità certificata dalle statistiche a rimbalzo (50-24) e spesso si ritrova a

percorrere la via del tiro forzato nella serata più miope dei propri cecchini. Botta e risposta Perrucci-Ferilli

da tre, La Libertas a conti fatti gioca sempre con lo stesso quintetto – perderà Vignola per 5 falli in meno di

nove minuti di gioco – ma ci mette grinta con i soliti De Bartolo e Radovic e trova una nuova minifuga con

Fui, che trasforma tre palle pesantissime su altrettanti possessi tenuti fino allo scadere dei 24 secondi (70-

64). Ancora l’imprendibile Washington e un canestro di Musci mandano le squadre all’ultimo countdown

coi bianco-rossi locali sul +4 (72-68). Alla ripresa è l’ennesima bomba (15 totali, 43%) di Fuj a regalare il +7,

Mola è ancora dentro la sfida con un parziale di 2-9 aperto e chiuso da Laquintana dalla lunetta che vale il

nuovo sorpasso (80-81). Ma è l’uomo più esperto dei padroni di casa l’ago della bilancia della sfida, ancora

una tripla essenziale con su scritto Fui (18), poi la svolta al minuto 37: possesso per il sorpasso sull’85-84,

passaggio corto intercettato da Perrucci e contropiede in campo libero che vale il più 3 interno, trenta

secondi dopo è la quinta tripla di De Bartolo (26) a mettere una mezza ipoteca sulla sfida (90-84). La

Geofarma nonostante un anoressico 6/26 dai 6.75 avrebbe ancora le possibilità di rientrare in gara

complice la mira sfocata dei padroni di casa dalla lunetta (11/21), ma anche Laquintana e Ferilli non fanno

molto meglio (quattro liberi falliti) ed arriva così il primo stop stagionale, con rimpianto perchè nonostante

l’assenza di Campbell e le precarie condizioni del numero 8 barese, era una gara che si poteva portare

ugualmente a casa. Ha vinto chi ci ha creduto di più, adesso subito testa alla sfida serale di giovedì 3(20.00)

con Ruvo per ritrovare i due punti e confermare una classifica che ci vede ancora in testa.

LIBERTAS ALTAMURA 94 – MOLA NEW BASKET 2012 88

PARZIALI: 31-18, 50-53, 72-68, 94-88 (31-18, 19-35, 22-15, 22-20)

Tabellini Libertas Altamura:De Bartolo 26, Radovic 12, Perrucci 17, Fui 18, Maietta 13, Manicone, Castellano, Vignola 8,

Ventricelli ne, All. De Bartolo, Ass. Gelao

Tabellini New B. Mola: Washington 34, Clemente 2, Laquintana 18, Didonna, Ferrilli 12, Ardito ne, Formica ne, Musci 15,

Susca, Pavone 7, All. Patella.

Note: 5 falli Fui, Vignola, Didonna, Tecnico Washington;

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author

читать дальше sellmax.com.ua