Amatori Pescara-Dynamic Venafro 84-57, i molisani perdono ancora e restano al palo

Amatori Pescara vs Al Discount Dynamic Venafro 84 – 57

Pescara : Pelliccione 6, Pepe 22, Rajola 6, Battaglia 11, Grosso 8, Di Giuseppe , Paoletti 1, Bini 9, Capitanelli 20, Tagliamonte 1, Coach : Salvemini

Venafro : Smorra 13, Montanaro , Prete 6, Cancelli , Minchella 3, Tamburrini 7, Moretti 13, Di Vito , Kushchev 15, Chiari , Coach : Mascio

Arbitri : Giacomo Fabbri ; Diletta Bandinelli

5 falli : Moretti (Venafro)

Antisportivo : Smorra e Cancelli (Venafro)

Resta al palo la Al Discount Dynamic Venafro, che non smuove lo zero in classifica cadendo di schianto anche al Palaelettra di Pescara. Anche i padroni di casa arrivano al match dopo una settimana in cui il loro presidente ha tuonato contro i giocatori per scarso rendimento. Tra la voglia di riscatto dei pescaresi e la volontà dei molisani di smuovere la classifica gli ingredienti per assistere ad una bella partita ci sono tutti. I viaggianti iniziano il match con Kushchev Prete Tamburrini e Moretti supportati in regia da Smorra.

Risponde Pescara con Rajola Pepe Grosso Bini e Capitanelli. Match scoppiettante all’inizio con le due formazioni che si affrontano a viso aperto con buone giocate da parte di entrambi i roster. Bello il duello sotto le plance tra i due colossi Capitanelli e Kushchev che non risparmiano certo colpi talvolta anche ai limiti della regolarità. A metà primo quarto i locali hanno 3 punti di vantaggio che aumentano a 10 al suono della sirena del primo miniperiodo, complici alcune lacune difensive che i ragazzi di coach Mascio hanno.

Stessa musica nel periodo successivo con Venafro sempre a rincorrere i padroni di casa sospinti dalle triple di Pepe e capitan Rajola. Smorra, al pari di Kushchev e Moretti, tengono a galla i viaggianti che vanno al riposo lungo con 9 punti da recuperare.

Dallo spogliatoio Pescara rientra molto più aggressiva costringendo spesso Venafro a perder palla. Nonostante ciò Prete e company riescono a portarsi anche sul meno 4, per poi spegnere la luce e permettere agli abruzzesi di allungare fino a toccare i 16 punti di vantaggio al termine del terzo miniperiodo. Nulla cambia nell’ultimo quarto, dove Pescara gioca sul velluto approfittando delle amnesie difensive e degli sterili attacchi che i viaggianti applicano costantemente oramai da inizio campionato. Coach Mascio tenta di spronare i suoi ma oramai il dado è tratto e la partita termina con un eloquente 84 a 57 che la dice lunga sull’andamento della seconda metà dell’ultimo quarto. Testa ora alla prossima sfida che vedrà di scena al Pedemontana il Porto Sant’Elpidio dell’ex Fabio Lovatti. Nota di merito ai circa 60 tifosi Venafrani che hanno seguito la squadra in questa trasferta abruzzese. Loro hanno vinto.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Dynamic Basket Venafro

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author

website promotions

kls-agency.com.ua