Andrea Pasca Nardò-Cestistica Ostuni 64-43, Ostuni travolta in Gara-1

Una battaglia è persa, la guerra ancora no. La Cestistica Ostuni esce sconfitta dal palazzetto di Monteroni nella gara 1 di finale contro la Andrea Pasca Nardò, in una partita tesa ed equilibrata per larghi tratti, in cui i neretini hanno prevalso per lucidità e precisione. Contro gente del calibro di Stella, Provenzano e Bjelic (e Chirico, Polonara, Martino…), sapevamo che non sarebbe stato facile portare a casa la vittoria, ma i ragazzi di coach Carolillo hanno lottato per oltre metà del match, pagando eccessivamente (bugiardo il divario di 21 punti) il parziale dei padroni di casa in avvio di terzo quarto, in cui i granata hanno scavato un solco che i gialloblù hanno successivamente fatto fatica a colmare.

La Cestistica ha pagato le percentuali pessime al tiro, soprattutto dalla distanza, grazie anche ad una Nardò che ha mantenuto per tutti i 40 minuti grande intensità difensiva. Con Teofilo in condizioni precarie per un acciacco rimediato in settimana, ma che ha comunque cercato di dare una mano ai compagni, ai gialloblù è mancata lucidità in fase offensiva, oltre che un po’ di fortuna in alcune occasioni: più di una volta, con i padroni di casa avanti nel punteggio, Ostuni ha tentato di ricucire, ma ha sempre sbattuto su un muro. Il muro difensivo avversario, il nervosismo dovuto alla tensione di una finale in cui abbiamo forse bisogno di sbloccarci psicologicamente, ma anche qualche fischio “creativo” della coppia arbitrale, contestata a lungo in campo come sugli spalti. Ma una sconfitta è una sconfitta, e non esistono alibi per giustificarla.

Restano una prestazione difensiva comunque a tratti incoraggiante, un Manchisi tornato sui suoi livelli, un Vranjkovic che ha messo in difficoltà i lunghi avversari, e la speranza che giovedì a darci una mano sarà il nostro fantastico pubblico. Non che sul “neutro” di Monteroni (scelto dalle autorità al posto dell’inadatto palasport neretino) i nostri tifosi non si siano fatti sentire, anzi: come al solito, il centinaio di ostunesi presente, e il gruppo di “Quei bravi ragazzi”, ci hanno provato quanto chi era in campo. Ma è giovedì sera che un PalaGentile stracolmo e bollente deve senz’altro spingere i nostri al chiaro obiettivo di conquistare una vittoria che allungherebbe la serie alla decisiva gara 3. La finale è ancora lunga, e Nardò l’interzona deve sudarsela fino alla fine.

TABELLINO

Andrea Pasca Nardò – Cestistica Ostuni 64-43 (18-10; 31-25; 50-36)

NARDO’: Stella 14, M. Dell’Anna 3, Provenzano 10, Bjelic 9, D. Dell’Anna, Mezzina, Chirico 7, Durini 2, Polonara 10, Martino 9. Coach: Olive.

OSTUNI: Mihalich 6, Moro NE, Faraci, Manchisi 7, Teofilo, Vranjkovic 15, Tanzarella, Masciulli 7, Calisi 2, Vorzillo 6. Coach: Carolillo.

ARBITRI: Menelao (BA), Galluzzo (BR).

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Cestistica Ostuni

Commenta
(Visited 63 times, 1 visits today)

About The Author

выравнивание пола

ссылка