Aretusa Siracusa-Zenith Messina 75-72 dts, una bomba sulla sirena condanna i ragazzi di Baldaro

Il Gruppo Zenith Messina esce sconfitto dal PalaKradina di Siracusa all’overtime. Un tiro da quasi metà campo, sulla sirena, quello che gli americani definiscono “Buzzer Beater”, solo che a segnarlo non è stato un giocatore a stelle e strisce, ma un ragazzo siciliano, che di nome fa Aronne e di cognome Alescio. Lo ricorderà per tanto tempo. Sconfitta amara per i peloritani che avevano accarezzato il sogno di uscire vincitori dall’impianto arteuseo, soprattutto nei quaranta regolamentari, quando a 12 secondi dalla fine si trovavano in vantaggio di tre lunghezze, lì c’ha messo lo zampino Bonaiuto, che pareggiava con una tripla, a 11 secondi dalla fine.

La gara inizia male per gli scolari, i bianchi di casa piazzano un break di 11-0 firmato da Bonaiuto, Alescio da tre, Carbone e Vujicevic. Dani Baldaro chiama time out e Messina va a segno dalla lunetta con Buono. Sorrentino inizia il suo show personale (saranno 27 punti alla fine), i peloritani sprofondano sul -15 (19-4). Nel finale del quarto però, con un break di 6-2 (a segno Weglinski e Soldatesca) riescono a rosicchiare qualcosa agli avversari. Intanto Baldaro perde Calarese che prende una botta al ginocchio da Agosta (fuori anche lui). Il Gruppo Zenith prende coraggio e nel secondo periodo ricuce lo strappo con Weglinski e Carnazza (21-16). La difesa di Baldaro funziona, l’Aretusa soffre, ma Sorrentino va ugualmente a segno con un tap-in e in contropiede. Carnazza realizza la bomba del -6 e dopo il canestro di Agosta da sotto, la Basket School piazza un break di 7- 0 che la riporta a -1 (27-26). Il finale di tempo però è tutto di Sorrentino, il bomber ragusano risponde con un 8-0 personale che ricaccia indietro i messinesi sul -9 (35-26) al 20’.

Nella ripresa sale in cattedra Anthony Hodges, che finalmente decide di fare l’americano. Intanto un 5-2 di parziale riporta la squadra i Marletta sul +12 (40-28), il play di New York risponde alla grande con 11 punti consecutivi (40-39). Nel momento migliore per i peloritani, su un fallo contestato, gli arbitri chiamano un tecnico alla panchina per proteste. DiTrapano fa 3/4 dalla lunetta e sul possesso extra vanno a segno con Agosta da sotto (47-41). Ma Messina è ormai in partita, Weglinski e Mazzù limano lo svantaggio (49-44 alla mezzora). Il 3-0 di partenza dei locali ed il tecnico fischiato a Soldatesca per simulazione non scalfiscono le certezze della squadra di Baldaro. Dopo la tripla di Bonaiuto (55-46) il Gruppo Zenith prende il sopravvento: un break di 10-0 firmato Carnazza, Weglinski, Hodges e Buono regala il primo vantaggio della serata ai biancorossi (55-56). La temperatura sale, Sorrentino mette la bomba del controsorpasso, Weglinski pareggia, Hodges sbaglia il libero del nuovo vantaggio ospite, dall’altra parte Bonaiuto fa di peggio. Carnazza fa 1/2 e poi realizza con un tap-in, Messina va sul +3 (58-61). Bonaiuto pareggia con la tripla(?) a 11” dal termine. Siracusa potrebbe vincere ma Sorrentino fallisce i due liberi assegnati per il quinto fallo di Carnazza. Sul 61 pari si va al supplementare.

I cinque minuti finali sono una girandola di emozioni, a spezzare l’equilibrio il solito Sorrentino con la tripla del 68-65. Ma Hodges e Weglinski non ci stanno, anche se sbagliano un libero a testa. Dopo il 2/2 del ragusano (72-69), Hodges pareggia con la triplona dal centro. Sul 72 pari mancano una manciata di secondi alla sirena, Alescio tira fuori dal cilindro il tiro della vita e condanna alla sconfitta i peloritani. Questo è il bello ed il brutto della pallacanestro. Messina si lecca le ferite, ma ha poco tempo per farlo, mercoledì infatti si torna in campo per il recupero contro il Ragusa alle 20 al PalaTracuzzi.

Polisportiva Aretusa – Gruppo Zenith Messina 75-72 dts

Parziali: 21-10; 14-16 (35-26); 14-18 (49-44); 12-17 (61-61); 14-11

Pol. Aretusa: Ditrapano 3, Bonaiuto 16, Bellofiore 4, Carbone C. 2, Aglianò, Alescio 6, Sorrentino 27, Carbone A., Rosal Kyle, Vujicevic 11, Boscarino, Agosta 6. Allenatore: Paolo Marletta

Gruppo Zenith Messina: Di Dio ne, Calarese, Hodges 22, Weglinski 20, Buono 6, Carnazza 17, Mazzù 2, Soldatesca 5, Marabello, Calderazzo ne. Allenatore: Dani Baldaro

Arbitri: Perrone di Catania e Castorina di Giarre

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Basket School

Commenta
(Visited 40 times, 1 visits today)

About The Author

online reputation management companies

читать дальше