Assigeco Piacenza-Proger Chieti 67-75, le Furie rialzano la testa

Secondo successo esterno stagionale per le Furie che, dopo tre sconfitte consecutive, espugnano il parquet dell’Assigeco Piacenza. Dopo un avvio incerto (21-12), i biancorossi sfoderano un secondo quarto stratosferico (33-44), salvo farsi poi recuperare dopo la pausa lunga (44-49), reagendo però da vera squadra nel finale di partita. Sugli scudi un vulcanico Trae Golden (21 punti), coadiuvato dalla classe e dall’esperienza di Mortellaro e da una ritrovata coesione di squadra.

Alla contesa iniziale i padroni di casa si presentano con De Nicolao, Hasbrouck, Raspino, Jones ed Infante mentre le Furie rispondono con Venucci, Golden, Davis, Sergio e Mortellaro. I teatini, dopo l’illusorio vantaggio iniziale di Mortellaro, subiscono le sfuriate offensive dei padroni di casa che, trascinati da un Hasbrouck in formato super (7 punti in 10 minuti) e da una difesa più che determinata, piazzano un parziale di 14-0. Piacenza sembra più in palla ma le Furie, con il passare dei minuti, grazie al duo Golden-Allegretti, accennano ad una timida rimonta, concludendo il primo quarto sul 21-12.

Nel secondo quarto però, Golden e soci, rivitalizzati dagli input di coach Galli, mostrano sul parquet un atteggiamento totalmente diverso. Dopo la bomba di Formenti a cui prontamente risponde Marco Allegretti, le Furie piazzano un parziale di 0-4, costringendo coach Andreazza al timeout dopo un’infrazione di 8 secondi. I biancorossi continuano a macinare gioco limitando l’attacco avversario, costretto a fare a meno di Bobby Jones, gravato di tre falli. Le Furie non accennano a fermarsi e, sul +6 ospite (31-37), coach Andreazza è costretto nuovamente a chiedere l’interruzione del gioco. La reazione di Piacenza è troppo timida per essere vera e i teatini, grazie ad un parzialone di 12-32, vanno alla pausa lunga sul 33-44, trascinati da un super Golden (10 punti), a cui risponde per i padroni di casa Hasbrouck (anch’egli in doppia cifra) e da un’ottima difesa a zona, alternata ad un’altrettanto attenta difesa a uomo nei minuti finali del quarto.

Alla ripresa delle ostilità Piacenza è da subito costretta a fare i conti con il quarto fallo di Jones, che resterà fuori per tutto il terzo periodo. I padroni di casa però, prendendosi maggiori responsabilità in attacco e abbassando la saracinesca in difesa, piazzano un importantissimo contro parziale di 11-5, facendo attestare il divario tra le due squadre a soli 5 punti (44-49).

L’ultima frazione si apre nel peggiore dei modi per la compagine di coach Galli: la tripla di Formenti prima e la palla persa di Piccoli poi, sembrano ridare fiducia ai padroni di casa, capaci di portarsi anche in vantaggio (53-51). La gara si attesta sempre più sul filo dell’equilibrio ma la formazione teatina, questa volta non molla e, grazie ad un gioco da quattro punti di capitan Sergio, ad un brillantissimo Chris Mortellaro, ad uno spumeggiante Golden e soprattuto ad una difesa coesa e attenta, porta a casa una vittoria fondamentale, concludendo l’incontro sul 67-76.

Assigeco Piacenza- Proger Pallacanestro Chieti (21-12, 12-32, 11-5. 23-27) 67 – 75

ASSIGECO PIACENZA: 67 Jones 7 3/6 da 2, 0/1 da 3, 1/2 ai liberi, Infante 8 1/5 da 2, 2/4 da 3, Hasbrouck 12 3/6 da 2, 2/10 da 3, De Nicolao 6 3/3 da 2, 0/1 da 3, 0/2 ai liberi Dincic 3 1/1 da 2, 1/2 ai liberi, Borsato 8 1/2 da 2, 2/5 da 3, Formenti 17, Raspino 20/1 da 2, 0/4 da 3, 2/2 ai liberi Persico 3 1/1 da 2, 1/2 ai liberi, Rossato 0/2 da 2,1/2 ai liberi.

PROGER CHIETI: 76 Mortellaro 12, Allegretti 9 2/3 da 2, 1/3 da 3, 2/2 ai liberi, Golden 21 7/14 da 2, 1/3 da 3, 4/5 ai liberi, Zucca 6 3/5 da 2, Piazza 6 3/4 da 2, 0/1 da 3, Piccoli 6 0/1 da 2, 2/2 da 3, Venucci 7 0/1 da 2, 1/6 da 3, 4/4 ai liberi, Davis 5 1/3 da 2, 1/5 da 3, Sergio 4 1/4 da 3, 1/1 ai liberi.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Pallacanestro Chieti

Commenta
(Visited 62 times, 1 visits today)

About The Author

ディテール

подробнее