Bisceglie, Cucco: "Siamo una squadra giovane, può capitare una serata difficile al tiro"

Il tris è stato servito. I Lions si sono imposti sul Cus Jonico Taranto nel primo derby regionale della stagione regolare issandosi al comando del girone D di Serie B dopo tre giornate.

La soddisfazione per il successo conquistato non offusca la consapevolezza, da parte di tutto l’ambiente nerazzurro, che saranno necessari ulteriori progressi e prestazioni di più elevata caratura per essere ancora più competitivi: «In attacco è mancata quella grande lucidità che avevamo avuto con Montegranaro e nei primi due quarti di Isernia ma voglio sottolineare il fatto che questa squadra in difesa non si scolla mai e ciò permette al gruppo di sopperire alle carenze offensive» ha affermato il play Marco Cucco.

«Ricominceremo a lavorare da martedì in vista della delicata trasferta di Ortona per limare tutto quello che non ha funzionato a dovere. Siamo una squadra giovane e può capitare una serata “no” al tiro ma sono contento del fatto che questo gruppo abbia mostrato carattere nel gestire la situazione nei momenti più delicati di gare che non è affatto scontato vincere» ha commentato il regista nerazzurro, soffermandosi sul contributo determinate del capitano Chiriatti: «Andrea per noi è molto importante; uscendo dalla panchina col suo atletismo spacca le partite. Ci ha dato grande energia soprattutto nel terzo e quarto periodo».

Sincere anche le considerazioni di Gianmarco Leggio: «Non abbiamo giocato certo una grandissima partita ma riuscire a vincere queste gare è comunque segno di maturità. I miglioramenti ci saranno, siamo una squadra dall’età media molto bassa» ha dichiarato l’ala dei Lions, ospite di “Terzo Tempo”.

«Il nostro punto di forza è la difesa. Abbiamo avuto difficoltà in fase realizzativa soprattutto nel tiro da tre. Può succede ma è fondamentale, specialmente in casa, tenere gli avversari. Dobbiamo soltanto pazientare, le percentuali saliranno» ha aggiunto. «Fisicamente sto meglio e per questo ringrazio il preparatore fisico Michele Falcone con cui ho lavorato anche in estate. Voglio e devo far bene per dare il mio aiuto alla squadra».

La mente è già rivolta al prossimo impegno: «Dobbiamo restare tranquilli. Siamo la squadra che ha battuto Montegranaro. Purtroppo non abbiamo giocato al meglio con Isernia e Taranto ma sul parquet di Ortona ce la metteremo tutta per tornare a esprimerci come fatto coi marchigiani» ha concluso Gianmarco Leggio.

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author