Campetto Ancona, Ciasca: "Ci aspettavamo delle difficoltà, la settimana di pausa è stata utile"

Settimana di stop per il Campetto Ancona. Le tigri bianconere osservano il loro turno di riposo in questa domenica ma i ragazzi di “Fish” non si fermano mai. Infatti questi giorni sono stati utili per continuare ad allenarsi e per recuperare energie in vista della trasferta di Fossombrone di domenica prossima. C’è voglia di mettersi alle spalle questo momento non troppo felice, dal punto di vista dei risultati, e la grinta e la determinazione non mancano per ripartire nel migliore dei modi. Con il team manager Corrado Ciasca abbiamo fatto il punto della situazione in casa bianconera.

Allora Corrado, la squadra viene da una serie di risultati non troppo positivi. Vi aspettavate questo tipo di difficoltà in questa fase della stagione?

“Gli ultimi risultati non sono stati troppo positivi, questo è vero, tuttavia potevamo aspettarci alcune difficoltà, specie nella prima parte del campionato. Infatti questa è una squadra completamente rinnovata rispetto a quella della passata stagione ma che ha comunque un ottimo potenziale. Quindi un inizio di questo tipo ci può stare, perchè bisogna trovare i giusti meccanismi. Questa settimana di pausa è stata molto utile per lavorare e recuperare energie sia fisiche che mentali. Siamo convinti che alla lunga la squadra dimostrerà il suo vero potenziale, pertanto tutti hanno la nostra massima fiducia.”

Perciò gli obiettivi stagionali rimangono inalterati?

“Esattamente. La società, che è molto giovane, è cresciuta molto negli ultimi anni e vogliamo continuare in questo processo di sviluppo. L’obiettivo è quello di diventare una realtà importante nella città di Ancona, con una crescita continua sia a livello sportivo che societario. Quindi i nostri obiettivi stagionali non cambiano, nonostante questo avvio, e come detto siamo convinti che la squadra saprà riprendersi.”

Tu sei entrato in società in questa stagione. Come ti sei avvicinato al Campetto?

“Ho giocato per tanti anni a basket quindi conosco molto bene questo ambiente. Sono molto amico di coach Alessandro Del Pesce e di Lorenzo Baldoni, oltre a conoscere alcuni dirigenti. Questa estate mi è stato proposto da Piersilverio Montanari di rientrare in questo mondo in una nuova veste. Considerando che il basket mi è sempre piaciuto, ho accettato con entusiasmo di entrare in questa società per poter dare il mio contributo.”

Commenta
(Visited 49 times, 1 visits today)

About The Author

еще по теме maxformer.com

еще по теме alex-car.com.ua