Cantù, trasferta a Capo D'Orlando contro la Betaland

Torna in trasferta, dopo due partite casalinghe consecutive, la Red October Cantù che scenderà in campo domani alle ore 18.15 a Capo d’Orlando per affrontare la Betaland. I bianco- blu sono già partiti alla volta della Sicilia dove si alleneranno questo pomeriggio.

GLI AVVERSARI

I paladini del confermato coach Gennaro Di Carlo hanno ottenuto una vittoria interna nelle prime quattro giornate contro la Fiat Torino, ma sono sempre rimasti in partita sia all’esordio casalingo contro i Campioni d’Italia dell’EA7 Emporio Armani Milano sia nelle trasferte di Venezia e Trento.

Domenica scorsa Capo d’Orlando si è arresa alla Dolomiti Energia per 85 a 76 nonostante i 19 punti e i 6 rimbalzi del lungo croato Mario Delas.

Il quintetto

La Betaland ha costruito una squadra di buon livello partendo dalle conferme di Laquintana, Nicevic, Perl, Stojanovic e Archie.

Play titolare dei siciliani è l’italo- uruguaiano Bruno Fitipaldo, che non solo è il miglior marcatore della sua formazione con 14,7 punti di media a match, ma è anche il terzo assistman della Serie A con 6,7 assist di media a gara. Al suo fianco giocano l’esperto statunitense, già visto in Italia proprio a Capo d’Orlando, oltre che a Siena, Teramo e Sassari, Drake Diener, e il prospetto serbo Vojislav Stojanovic, molto positivo in questo inizio di campionato con 9,3 punti di media a gara con il 61,1% da due.

Sotto le plance coach Di Carlo schiera la coppia composta dalla confermata ala americana Dominque Archie, autore di un buon avvio di stagione con 12,2 punti e 5,5 rimbalzi di media a sfida, e dal centro croato Mario Delas, protagonista di una grande prestazione contro la

Dolomiti Energia Trento chiusa con 19 punti e 6 rimbalzi.

La panchina

La Betaland, nonostante il grave infortunio al ginocchio del lettone Janis Berzins, ha a disposizione una panchina competitiva. Play di riserva è il confermato Tommaso Laquintana, autore di una buona partita domenica scorsa in cui ha segnato 12 punti. Cambia gli esterni, vista l’assenza del lettone Berzins, che è atteso da un lungo periodo di stop per la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, l’ungherese Zoltan Perl, prezioso con i suoi 9,3 punti di media a match.

Le rotazioni dei lunghi sono garantite dal campano Antonio Iannuzzi, negli ultimi due anni in Serie A2 alla Paffoni Omegna, che si sta mettendo in evidenza con 7 punti e 4,8 rimbalzi di media a sfida, e dall’espertissimo italo- croato Sandro Nicevic.

LA SITUAZIONE DELLA RED OCTOBER

E’stato regolarmente tesserato e sarà quindi a disposizione per la gara di domani il neo acquisto della Red October, Alex Acker. Coach Kurtinaitis deciderà prima del match i sette stranieri da portare a referto tra gli otto a sua disposizione.

I PRECEDENTI

Sono 10 i precedenti tra Betaland Capo d’Orlando e Pallacanestro Cantù con un bilancio largamente favorevole alla Red October che si è imposta in 7 occasioni.

Il trend è più equilibrato consideriamo solamente le gare giocate in Sicilia dove i bianco- blu hanno vinto tre confronti contro i due dei paladini.

Il massimo punteggio nella storia dei confronti tra le due formazioni risale all’annata 2005/2006 con l’Upea, allora allenata da Giovanni Perdichizzi, che ha espugnato il Pianella per 107 a 95. In quell’occasione è stato fatto registrare anche il maggior scarto a favore di Capo d’Orlando.

Molto più recente il divario maggiore per i canturini. Nell’ultima sfida tra le due squadre, nel match di ritorno della scorsa stagione alla Mapooro Arena, l’Acqua Vitasnella ha sconfitto largamente la Betaland per 84 a 56 grazie ai 18 punti di Walter Hodge e ai 16 di Brady Heslip.

GLI EX

C’è un unico ex nella sfida di domani tra Betaland Capo D’Orlando e Red October Cantù.

Il vice allenatore dei siciliani, Flavio Fioretti, è cresciuto cestisticamente nella Pallacanestro Cantù guidando diverse formazioni del settore giovanile bianco- blu. Nel 1999 Fioretti è entrato a far parte dello staff tecnico della prima squadra, dove è rimasto fino al 2011, dapprima come assistente nella gestione di Franco Ciani, poi come vice di Stefano Sacripanti, Luca Dalmonte e di Andrea Trinchieri.

Commenta
(Visited 58 times, 1 visits today)

About The Author