Casale pronta per la trasferta in Sicilia

Seconda trasferta siciliana consecutiva per la Novipiù Casale che sabato sera (ore 21.00) affronterà la Lighthouse Trapani. La squadra siciliana arriva a questa gara determinata a tornare al successo, specialmente davanti al suo pubblico, dopo lo stop subito a Rieti la scorsa domenica e, diversamente dalla gara del girone d’andata, con Perry a disposizione. I rossoblu, invece, mantengono molto alta la loro fame di vittoria, anche in virtù dei prossimi impegni, e sono pronti a scendere in campo con la grinta e l’energia che li contraddistingue per espugnare il PalaIlio come la scorsa stagione. 

 

GLI AVVERSARI – La Lighthouse Trapani di coach Ugo Ducarello si presenta alla sfida di sabato sera con un record di 11 vittorie e 10 sconfitte, ma con l’intenzione di invertire il trend di questo 2018 (1 vinta e 6 perse).

Principale terminale offensivo è Jesse Perry, ala classe 1989, ma assente nella gara di andata per infortunio. Nella stagione 2014/15 il suo primo approccio con l’Italia, firmando con l’Andrea Costa Imola; dopo una stagione giocata in Giappone, l’anno scorso firma con la De’ Longhi Treviso e trascina la squadra di coach Pillastrini ai playoff. Quest’anno l’arrivo in Sicilia, dove sta mantenendo le cifre che aveva fatto vedere l’anno scorso a Treviso: in 30’ di media, Jesse segna 15.8 punti (season high di 24 proprio domenica scorsa a Rieti) e cattura 8.2 rimbalzi, tirando con un clamoroso 46% da tre punti (27/59 in stagione).

Valore aggiunto per l’attacco trapanese è Brandon Jefferson, playmaker classe 1991, alla sua prima stagione italiana. La scorsa stagione era in forza all’Olimpia Ljubljana, dove in una sola stagione vince il campionato sloveno e la coppa di Slovenia (14.4 punti di media). A luglio è arrivata la firma con la squadra siciliana, dove sta mettendo insieme numeri molto interessanti: è il secondo miglio realizzatore dei suoi, con 15.5 punti di media (record di 27 nella sconfitta contro Treviglio), ai quali aggiunge 3.4 rimbalzi e 4.4 assist.

Tra gli italiani, occhi puntati sull’eterno talento del capitano dei siciliani, Andrea Renzi. Nominato capitano all’inizio di questa stagione, Andrea si sta prendendo molte responsabilità, ma nonostante giochi qualche minuto in meno (27’ con i 31’ della scorsa stagione) i suoi numeri sono comunque di altissimo livello: segna 14.4 punti ad allacciata di scarpe (24 il suo record di quest’anno nella vittoria contro Reggio Calabria), cattura 5.2 rimbalzi ed in più serve anche 2.0 assist a partita.

I PRECEDENTI – Sono tredici i precedenti fra le due formazioni, con 8 vittorie di Casale e 5 di Trapani. La prima sfida risale alla stagione 2002/2003 nel campionato di B1, dove la Junior vinse 85-82 (Zivic 29), bissando al ritorno 86-80 (23 punti di Formenti). La prima sfida nel campionato di A2 fu invece nella stagione 2005/2006 con un’altra doppia vittoria per Casale. La scorsa stagione, i rossoblu che hanno ceduto il passo 69-72 (Emegano 14) nella gara di andata, ma hanno ottenuto un strepitosa vittoria (83-96, Tomassini 23) in terra siciliana. Quest’anno i rossoblu si sono imposti 76-65 (Tomassini 20) al PalaFerraris.

BORSINO JUNIOR – Tutto il roster sarà a disposizione di coach Ramondino.

DICHIARAZIONI – Marco Ramondino – Questa è una trasferta che ci riserva un test importante poichè Trapani è una squadra con esperienza, fisicità e talento; arrivano tuttavia da un momento di calo, dopo un grandissimo finale di girone d’andata che li ha portati qualificarsi per la Coppa Italia. Noi dobbiamo fare grande attenzione a sfruttare al meglio tutte le nostre armi e quindi gestire al meglio il roster a disposizione, e allo stesso tempo cercare di limitare i punti di forza degli avversari che hanno giocatori sia di talento come Jefferson, Perry e Renzi, ma anche giocatori di grandissima affidabilità come Ganeto, Viglianisi, Mollura e Bossi, che sanno sempre contribuire in maniera importante al risultato della propria squadra”. 

Brett Blizzard – “Sarà una partita difficile: loro si sanno esprimere molto bene specialmente in casa. Noi dobbiamo giocare con il cuore e la testa per 40’ perchè hanno anche molta esperienza: bisogna quindi giocare una gran partita””.

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author

еще по теме www.mazda.niko.ua

У нашей организации популярный блог , он рассказывает про Comanche Ontario Fly https://www.velotime.com.ua
prosto-pereezd.com.ua/pereezd-kvartir.html