Champions League, una Dinamo monumentale si impone anche sul Pinar e firma la sesta vittoria di fila

Tre su tre: si chiude nel migliore dei modi la lunghissima trasferta della Dinamo Banco di Sardegna che espugna anche il Mustafa Kemal Ataturk Karsiyaka Sport Hall di Izmir e conquista il Game 8 contro il Pinar. Bamforth e compagni si impongono sulla formazione turca al termine di una sfida che hanno tenuto in controllo per tutti i 40’. Nel primo tempo gli uomini di coach Federico Pasquini si portano avanti condotti da un super Dyshawn Pierre e da un ottimo lavoro di squadra. Tanti i leader per il gruppo sassarese nel secondo temppo, da Scott Bamforth ad Achille Polonara, passando per l’accorta difesa di tutta la squadra.

In una prestazione corale di grande energia spicca la doppia doppia di Dyshawn Pierre, vero protagonista del primo tempo, che ha chiuso con 17 punti, 8/11 al tiro, 10 rimbalzi e un assist. Altro protagonista un super Scott Bamforth a segno con 19 punti, 4 rimbalzi e 4 assist: serata in grande spolvero per Achille Polonara, determinante nel finale di partita e presente su ambo i lati del campo, per lui 13 punti, 4 rimbalzi e 2 assist. Doppia cifra anche per Shawn Jones, 13 punti e 6 rimbalzi e menzione speciale per un gruppo agguerrito e focalizzato, pronto a combattere su ogni possesso.

La Dinamo Banco di Sardegna torna in Sardegna con una striscia aperta di sei vittorie consecutive e una squadra in gas, sempre più consapevole dei suoi mezzi.

Avanti così, giganti!

Game8 Basketball Champions League. Trasferta in Turchia per la Dinamo Banco di Sardegna che nella prima giornata di ritorno di regular season della Basketball Champions League affronta il Pinar Karsiyaka.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bamforth, Pierre, Jones, Hatcher e Polonara, coach Trifunovic risponde con Guven, Waters, Wood, Jones e Karahan. Avvio di energia dei biancoverdi che aprono il match con un break di 7-0 con Jones e Hatcher. I primi punti dei padroni di casa sono di Guven ma un Pierre stellare trascina la Dinamo fino a +10. Il Pinar si riporta in partita con due triple di Wood ma una magia di Dyshawn chiude al 10’ 12-18 per i biancoverdi. La seconda frazione si apre con un canestro dalla media del solito Pierre, mentre l’ex Pesaro Jones conduce Karsiyaka. Il trio Randolph-Bamforth-Planinic scrive il +10 ma il Pinar accorcia con due giochi da tre punti. Controbreak dei sassaresi con la bomba del capitano Devecchi e il lay-up di Jones. Botta e risposta dall’arco tra Wood, al 100% dalla lunga distanza, e Polonara. Duello tra Bamforth e Waters: il giocatore numero 4 firma un parziale di 5-0, Waters risponde infilando anche lui 5 punti che riportano i turchi a contatto. Turen chiude il primo tempo dalla lunetta: al 20’ il tabellone dice 35-39. Nel secondo tempo i giganti ripartono forte con Pierre e Bamforth. I padroni di casa si riportano a due possessi di distanza ma i biancoverdi li ricacciano indietro firmando un parziale di 10-0. Ad aprire la striscia c’è la bomba di Polonara, allungano Jones e Stipcevic coadiuvati da Pierre che sigla il +14. Controparziale dei turchi con Turen, Guven e Waters: il Pinar si riporta a -7 (51-58). La terza frazione si apre con una lotta su ogni possesso: i giganti infilano 10 punti trascinati da due bombe di Bamforth e dal contropiede di Pierre servito da Randolph (55-68). Waters prova a condurre i suoi ma Sassari allunga ancora dalla lunetta prima con Bamforth poi con Polonara. La bomba dell’ala azzurra chiude il Game8: finisce 70-79.

Sala stampa. Coach Federico Pasquini non nasconde la soddisfazione in sala stampa: “Questa sera abbiamo incontrato una buonissima squadra, noi siamo stati bravi a fare un grande sforzo perché arriviamo da una lunga trasferta in cui abbiamo speso tante energie in tre partite. Abbiamo disputato una sfida tostissima in campionato tre giorni fa contro Brescia che è la testa di serie. Siamo arrivati qui carichi perché sapevamo di dover vincere per andare avanti nel nostro cammino in Basketball Champions League perché vogliamo passare al secondo turno della competizione. Devo fare i complimenti ai miei giocatori perché non era facile venire qui e vincere una partita come questa dopo 10 giorni lontani di casa. Adesso abbiamo tre giorni per recuperare energie e focalizzarci sulla prossima sfida del campionato italiano”.

Dyshawn Pierre: “Abbiamo giocato una partita tosta contro una squadra molto competitiva: siamo stati bravi a scendere in campo focalizzati sulla difesa provando a concedere pochissimo all’avversario perché sapevamo che sarebbe stata dura giocare contro il Karsiyaka in casa”.

Pinar Karsiyaka – Dinamo Banco di Sardegna

Parziali: 12-18; 23-21;16-19; 19-21.

Progressivi: 12-18; 35-39; 51-58; 70-79.

Pinar Karsiyaka. Demirli, Turen 10, Guven 14, Aygunduz 2, Waters 20, Celep, Wood 12, Kennedy, Jones 12, Karahan, Dogan. All. Aleksandar Trifunovic

Banco di Sardegna. Spissu, Gallizzi, Bamforth 19, Planinic 2, Devecchi 3, Randolph 6, Pierre 17, Jones 13, Stipcevic 1, Hatcher 5, Polonara 13, Picarelli. All. Federico Pasquini.

Sassari, 12 dicembre 2017

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author