Per Chieti la sfida con Imola, vale doppio: per la classifica e per il morale

In ogni stagione ci sono delle partite che valgono doppio e la sfida con Imola è una di queste. Una gara che potrebbe rappresentare uno snodo importante sia per rientrare nel gruppone di squadre posizionate nella pancia della classifica, sia per alzare il morale delle Furie, un po’ condizionato dalle due ultime sconfitte. Imola da parte sua non se la passa meglio, giacendo ultima in classifica con un bilancio di una vittoria e cinque sconfitte.

I romagnoli, guidati da un califfo della panchina come Ticchi, erano partiti nutrendo buone ambizioni ma la dura realtà del campionato li ha così fortemente ridimensionati da indurli a pensare di rimodellare il roster con il probabilissimo taglio del play Norfleet. Una squadra, Imola, al momento attuale ripiegata su se stessa e tesa, come d’altronde la Proger, a ritrovare quella fiducia necessaria per uscire dalle pastoie del fondo classifica. Si badi bene, però, che 3 delle 5 sconfitte dei romagnoli sono maturate nei secondi finali e in situazioni rocambolesche, vedi con Recanati, Jesi e domenica scorsa con Ravenna, quando hanno incassato la tripla del sorpasso a 2” dalla sirena. Anche Imola, come Mantova quindici giorni orsono, viene a Chieti per giocarsi tanto e invertire la rotta. “Ave Caesar morituri te salutant”, non c’è dubbio che anche questa sfida si annunci per gente con grandi attributi gladiatorii.

Vivere o morire ? Non proprio ma quasi. Mancherebbero ancora 23 giornate alla fine ma di sicuro chi perderà sarà costretto a riflettere non poco sul da farsi. Quasi unitile, infatti, continuare a ripetere che in questo campionato non ci sono squadre deboli e che tutte, nessuna esclusa, sono ben determinate da qui alla fine a vendere cara la pelle.

Bisognerà, quindi, affrontare questa sfida con ritrovati “occhi di tigre”, mettendo da parte tutte quelle emozioni negative che nelle ultime settimane hanno affollato la mente dei ragazzi. Coach Galli, e non solo lui, ha lavorato sodo in settimana, dovendo anche far fronte a un paio d’infortuni che lo hanno costretto a rimodulare il piano del training. Non si è potuto lavorare al meglio ma questo non può rappresentare un alibi. Allegretti, uscito malconcio da Udine, è recuperato, così come Mortellaro alle prese con qualche problemino di natura muscolare.

Pronti, dunque, alla sfida!

Palla a due alle ore 18.00 di domenica 13 novembre, nella speranza che il PalaTricalle veda anche in questa occasione un pubblico numeroso e caloroso sostenere le Furie dal primo all’ultimo secondo.

 

 

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Chieti

Commenta
(Visited 22 times, 1 visits today)

About The Author

посмотреть