Basket Agropoli, coach Alex Finelli a yerukala: "Con umiltà, qualità di lavoro e coesione possiamo fare davvero bene"

Squadra in salute che ha dimostrato di giocarsela finora con tutti, il Basket Agropoli al suo secondo anno in Serie A2 sta confermando i buonissimi risultati ottenuti nella precedente stagione grazie ad un progetto societario solido, ad una squadra giovane ma di qualità ed all’ottimo lavoro di coach Alex Finelli. Abbiamo raggiunto proprio l’allenatore arrivato quest’anno dopo l’esperienza a Casalpusterlengo per commentare l’inizio di stagione della squadra cilentana.

Quali sono le sue impressioni dopo i primi due mesi di lavoro ad Agropoli?

<<Stiamo ormai lavorando insieme da un po’ e sono stati sicuramente due mesi molto positivi sotto tutti i punti di vista, sono stato accolto molto bene sia dai tifosi che dalla società che ha sicuramente allestito una buonissima squadra in linea con quelli che sono i nostri obiettivi stagionali, Agropoli poi è senz’altro una realtà che esprime al meglio la passione per la pallacanestro per cui abbiamo tutte le carte in regola per fare bene. Siamo in un girone molto equilibrato dove sarà veramente impegnativo affrontare tutti, ma abbiamo certamente un roster completo composto sia da tanti giovani motivati ad affermarsi nella lega come Turel, Molinaro e Contento, sia da due americani affidabili come Taylor e Langford, sia da un gruppo di giocatori più esperti che sarà fondamentale per permetterci di migliorare nel corso della stagione>>

Siete reduci dalla bella vittoria casalinga contro Tortona, come giudica la partita di domenica dei suoi?

<<Siamo sicuramente in crescita, venivamo dalla sfortunata sconfitta di Treviglio per cui ci tenevamo a vincere tra le mura amiche, siamo stati solidi sia a rimbalzo che in difesa utilizzando al meglio l’energia che ci ha trasmesso il nostro pubblico, le chiavi sono state sicuramente il nostro atteggiamento difensivo ed il contropiede>>

Ora vi attende il derby in quel di Scafati, cosa si aspetta dalla partita del PalaMangano?

<<C’è sicuramente molta attesa per questo derby sia in casa nostra che a Scafati, incontreremo una squadra desiderosa di riscatto dopo l’ultima sconfitta a Rieti ma ci faremo trovare pronti, conosco l’ambiente di Scafati avendoci allenato due anni fa per cui già so che incontreremo sicuramente una squadra determinata, fondamentale sarà per noi rispondere al loro agonismo con una grande presenza mentale e tanta pazienza>>

Ha più volte sottolineato come l’obiettivo stagionale di Agropoli fosse innanzitutto la salvezza, l’inizio incoraggiante della squadra magari unito ad una maggiore continuità in trasferta possono farvi pensare più in grande?

<<Sarebbe estremamente prematuro iniziare a dirlo ora, come ho già detto il nostro è un girone molto equilibrato per cui noi dobbiamo solo concentrarci su una partita alla volta lavorando bene in allenamento sia perché abbiamo tanti margini di miglioramento sia perché così si va a cementare anche il nostro gruppo. Sono sicuro che, a prescindere dai nostri obiettivi, grazie alla nostra umiltà, alla qualità del nostro lavoro ed alla nostra coesione riusciremo a fare bene ed a migliorare costantemente>>

Una marcia in più per questa stagione può essere sicuramente l’aiuto del vostro pubblico che si sta dimostrando anche quest’anno tra i più caldi e passionali, vuole fare un augurio ai suoi tifosi?

<<Sentiamo certamente il sostegno e la passione genuina per la pallacanestro dei nostri tifosi che grazie alla nostra esperienza in serie A2 possono godersi il palcoscenico che meritano, qui riusciamo a vivere costantemente il calore della nostra gente per cui speriamo di riempire sempre il palazzetto con tanti ragazzi e tante famiglie, cercheremo di ripagare in campo tutto l’affetto che i nostri tifosi ci stanno dimostrando>>

 

Commenta
(Visited 170 times, 1 visits today)

About The Author

Andrea Amato Studente di sociologia, giocatore di pallacanestro, napoletano dalla testa ai piedi ed innamorato dello sport più bello del mondo dal 1994. Devoto a Pete Maravich, ai San Antonio Spurs e alla pizza.