Colpo Stella Rossa! Ok Khimki, Olympiakos e Valencia

Stella Rossa – Barcellona 90-82

Il primo tempo – I serbi approcciano la partita nel miglior modo, allungando sulla doppia cifra con Lessort. La Stella Rossa non cala il livello di intensità e chiude il primo quarto avanti sul 24-13. Nella prima parte della seconda frazione i biancorossi gestiscono senza troppe difficoltà il vantaggio acquisito, ma il Barcellona non ci sta e riesce a ridurre il gap sul -5 con il canestro da due di Seraphin. I padroni di casa, però, tornano a giocare con la guista energia e chiudono all’intervallo lungo sul 44-32 con la tripla di Rochestie.

Il secondo tempo – Alla ripresa la squadra di casa vola sul +14 con i liberi di Bjelica, ma i catalani grazie ad una grande reazione riescono a chiudere a 10’ sotto di 5 lunghezze con la “bomba” realizzata da Oriola. In avvio di quarto periodo i serbi ritrovano la doppia cifra di vantaggio sul 70-59 grazie alla tripla di Dobric; la squadra ospite, però, riesce prima ad accorciare sul -1 per poi trovare il sorpasso con Hanga. Nel finale la Stella Rossa si risveglia e conquista la prima vittoria in Eurolega vincendo contro il Barcellona con il punteggio di 90-82. Per i locali grande prova di Rochestie (22 punti), mentre ai blaugrana non bastano i 16 di Seraphin.

Parziali: 24-13; 44-32; 62-57

Khimki – Zalgiris Kaunas 85-77

Il primo tempo – L’avvio di partita è favorevole agli ospiti, i quali pronti via siglano un 6-0 di parziale dopo il 2/2 di Jankunas ai liberi. I padroni di casa, però, non ci stanno e rispondono a tono andando avanti sul 18-10 con Robinson. La prima frazione si chiude sul 21-15 in favore dei moscoviti. Nella seconda frazione di gioco il Khimki mette le marce e scappa sul +14 con la tripla di Anderson chiudendo all’intervallo lungo in vantaggio sul 46-36 con il canestro da due di Thomas.

Il secondo tempo – Nel terzo periodo i padroni di casa controllano il ritmo della partita e mantengono a debita distanza gli ospiti con la doppia cifra di vantaggio: al 30’ il tabellone recita infatti 63-53 per la squadra russa. Nell’ultimo quarto il Khimki allunga sul massimo vantaggio di +15 con Robinson, gestendo poi senza patemi il “bottino”. Sul finale lo Zalgiris prova a rientrare accorciando sul -6 grazie alla conclusione dai 6.75 di Pangos, ma i russi con il duo Markovic-Shwed rimandano al mittente il tentativo di rimonta lituano. Il finale è 85-77 per gli uomini di coach Bartzokas, che conquistano il secondo successo stagionale in Eurolega, trascinati da Robinson in doppia doppia (19 punti e 10 rimbalzi). Per i lituani non è sufficiente il grande apporto di Jankunas autore di 24 punti.

Parziali: 21-15; 46-36; 63-53

Olympiakos – Unicaja 80-75

Il primo tempo – I greci partono molto concentrati e con grande determinazione allungano sul 16-4 dopo i primi 5’ di gioco con il canestro di Papapetrou. I biancorossi toccano anche il +15, ma al 10’ Malaga accorcia sotto di dieci lunghezze con Augustine. Nel secondo quarto i padroni di casa rimangono avanti senza però riuscire a dare la stoccata decisiva e sul finire di primo tempo ne approfittano gli ospiti per ridurre il gap sul -4 con il canestro Musli.

Il secondo tempo – La squadra greca rientra sul parquet con un piglio ben diverso: con il passare dei minuti, infatti, macina punti riuscendo a ritrovare la doppia cifra di vantaggio sul 46-35 grazie ai primi due punti di Printezis, chiudendo al 30’ sul +12. In avvio di quarta frazione l’Olympiakos sembra essere in totale controllo della gara, ma gli spagnoli non ci stanno e riducono lo svantaggio sul 65-62 con Suarez. La squadra di casa riesce però a rimanere lucida e conquista così la seconda vittoria consecutiva dopo quella contro il Baskonia. Top scorer per la compagine di Atene Thompson (15 punti), mentre per i baschi sugli scudi McCallum e Milosaviljevic autori entrambi di 14 punti.

Parziali: 21-11; 37-33; 59-47

Valencia – Efes Pilsen 78-71

Il primo tempo – Gli spagnoli partono con grande attitudine e allungano subito sul 17-6 con un ispirato Green. Sul finire di primo quarto gli ospiti accorciano però sul -6 con la “bomba” di Motum. Nel secondo periodo Valencia scappa sul +13 con la tripla di Sastre, ma i turchi grazie ad una bellissima seconda metà di quarto riescono prima a ridurre sul -1 con i liberi di McCollum, impattando poi su 38-38 al 20’.

Il secondo tempo – Nella terza frazione i padroni di casa alzano notevolmente l’aggressività e riallungano sul 54-44 con Sastre, dilagando poi sul +20 con la tripla di un caldissimo Green. Nell’ultimo quarto la squadra basca controlla l’ampio vantaggio e vince 78-71 contro i turchi dell’Efes. Miglior realizzatore per gli spagnoli Green con 24 punti, mentre per l’Efes si fanno notare Stimac con 22 punti e McCollum con 20 punti.

Parziali: 19-13; 38-38; 66-48

 

Fonte foto: Eurolega

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Lubrano Nato il 22-08-1996 a Legnano (Mi), ho conseguito il diploma di liceo linguistico, frequento il primo anno di Linguaggi Dei Media (Università Cattolica Milano), ho giocato a basket per 8 anni, collaboro con la web radio milanese RadioBlaBla dove conduco una trasmissione dedicata al basket.