Continua il momento no per la Geofarma Mola, altra sconfitta interna contro Ceglie

Continua il momento no della Geofarma che perde la seconda gara intera consecutiva, la quinta nelle ultime sei. Fatale un terzo quarto surreale per spianare la via dei due punti al Ceglie di Faggiano che trova la sesta vittoria esterna su sette tentativi della stagione e rafforza la propria terza posizione. Nuova serata negativa per la squadra di coach Patella che tira con il 43% (55 da 2 e 19 da 3), ed ha in Washington l’unico uomo in partita, gli ospiti sono più precisi – 69 dal campo e 36 dalla lunga distanza – e conquistano con merito la quarta vittoria di fila.

LA PARTITA

Recuperato in extremis Laquintana dopo il virus influenzale, coach Patella riparte con Didonna e Ferilli in quintetto, gli altri tre sono Musci, Washington e Dvon Campbell, coach Santoro forte di un ruolino esterno da grande del torneo approccia la gara con Nelson Ododa, Faggiano, Argentiero, De Angelis e Mitola in cabina di regia. I protagonisti dell’avvio sono i due uomini dalla stazza fisica più prorompente, da una parte Darren Washington (10 punti nel solo primo quarto) dall’altra il connazionale Nelson Ododa (10 punti anche per lui in avvio), sfinge del pitturato che nella serata mostrerà grandi doti da stoppatore. 4-4 subito per le prime schermaglie, poi il pivot di Ceglie pigia sull’acceleratore e infila 5 punti per il 6-12 del minuto 5. La gara appare subito godibile, Ferilli imbuca la tripla, gli risponde da pari Faggiano al termine di una splendida manovra, Washington detta legge in area e sfonda la difesa ospite su assist di Campbell. Ododa spazza l’area per ben due volte (5 stoppate al 40′) e va a prendersi un’azione da tre punti che sigilla il 17-23 in finale di frazione. Entrano in scena Campbell e Mitola (21-25 al 12′), sono una tripla di Musci e il successivo contropiede con assist dietro la schiena di Didonna per Clemente a scrivere il primo vantaggio interno al 14′ (28-27), Campbell prova a dare continuità con uno slalom in area ma Ceglie non si scompone e torna subito davanti con Mitola ed una bomba di Argentiero (30-32 al 16′). La sfida procede a strappi e sul filo dell’equilibrio così si va al risposo con gli ospiti in vantaggio di un possesso pieno (35-38). Il terzo quarto è quello che decide la sfida, nei primi cinque minuti Ceglie spacca la partita infilando 5 triple in altrettanti possessi, Mola accusa il colpo e perde la bussola, arriva così un parziale pesantissimo di 21-4 per i giallo-blu sostenuti da un tifo caldissimo, con Argentiero, Mitola e De Angelis protagonisti assoluti dello slancio (39-59). Antisportivo a Washington, Ododa continua a chiudere a chiave la propria area, così sulla sirena della terza frazione si va in panca sul 49-71, decretato da un irreale 14-33 di quarto.  Nei due minuti di ripasso tecnico in panca coach Patella prova a pungere l’orgoglio dei suoi ragazzi e al rientro Mola pare più decisa e precisa, arriva così un primo parziale di 9-2 che rianima giocatori e pubblico di casa. Ceglie abbassa un attimo la guardia e Mola prova l’impresa: le triple di Campbell e Laquintana scrivono il 63-73 del minuto 35′, ancora Campbell in percussione vincente per il -8. IL Pala Pinto si incendia la Geofarma accorcia ancora con una potenziale azione da tre punti di uno splendido Washington (30 punti con un 72% al tiro), sul tiro libero supplementare però la palla si ferma sul ferro, 69-73 con poco più di 3 minuti alla fine della gara. Ceglie però ha il jolly da giocare e si chiama Damiano Faggiano, il 41 enne capitano si carica la sfida in spalla e va letteralmente a prendersi la vittoria: percussione da tre punti con quinto fallo di Didonna e successiva sassata dall’angolo dei 6,75 che riporta Mola in ginocchio e senza Washington (5 falli) dopo il grande sforzo per rientrare (71-81 al 38′). La Geofarma prova a fermare subito il cronometro ma Ceglie non sciupa le lunette concesse e arriva al traguardo davanti di 8 (91-83) sospinta dal tifo ospite più caloroso visto a Mola fino ad ora.  Tardiva la scossa, la Geofarma paga a carissimo prezzo un terzo quarto surreale in cui ha mollato gli ormeggi e nel quale Ceglie è stata lesta ad approfittarne timbrando da tutte le posizioni. Si resta ancora a secco dopo due turni interni, adesso sarà importante trovare tranquillità e concentrazione giusta per riprendere a far bene, e provare a riconquistare i due punti nella trasferta delicata di Francavilla.

GEOFARMA MOLA      83

NUOVA PALL. CEGLIE  91

MOLA: Washington 30, Clemente 2, Musci 11, Susca NE, Laquintana 5, Pavone 3, Campbell 18, Didonna, Formica NE, Ferilli 14. All. Patella

CEGLIE: Pannella 2, Mitola 19, De Angelis 15, Blasi NE, Nelson Ododa 21, Amorese, Argentiero 14, Faggiano 20, Convertino NE, Verardi NE All. Santoro

Arbitri:Marino Caldarola e Giuseppe Russo

Parziali: 17-23; 35-38; 49-71; 83-91

 

 

Commenta
(Visited 25 times, 1 visits today)

About The Author

here

link progressive.ua