Cuore Napoli Basket-Zanella Cefalù 90-81: Nikolic e Maggio trascinano gli azzurri

Due belle squadre ed una bella partita. In cui alla fine a spuntarla è Napoli, ma solo con la forza dei nervi e sul rettilineo finale. Gli azzurri tornano a vincere dopo il primo stop stagionale di Barcellona, di una settimana fa, e lo fanno con una prova strepitosa nella seconda parte di gara.

Parte forte Napoli nel primo quarto, ma anche Cefalù non è da meno; se da una parte è la stella del giovane talento ’97 Nikolic a brillare sin da subito, dall’altra parte è Mollura a tenere a livello i suoi. Cefalù fa subito intravedere le sue armi migliori: tanto fisico, presenza in area con Mollura e Malagoli, insieme con un tiro da tre quasi perfetto, come si vedrà ancora meglio nel secondo quarto. Chiudono davanti di tre i siciliani al primo intervallo (20-23), poi l’allungo che passa proprio dal tiro dalla lunga distanza. I cambi di coach Ciaboco sono determinanti: Tinto, ma soprattutto Lombardo (10 punti nel secondo quarto) spaccano il match, mentre i troppi errori offensivi condannano Napoli. Morale: i siciliani scappano fino al +15, solo parzialmente recuperato da Napoli, con le squadre che vanno a riposo all’intervallo lungo con un 50-38 per gli ospiti.

Ma se i padroni di casa hanno nel nome sociale la parola ‘cuore’ un motivo ci sarà: e proprio di cuore arriva la rimonta di Napoli. Maggio fa il mattatore in apertura di terza frazione e nel parziale di 15-2 con cui Napoli rimonta il punteggio ne mette a segno 9. Anche Nikolic è fondamentale: altri 9 punti per tenere a contatto gli azzurri. Cefalù, però, non si spaventa e, subita la rimonta, tiene punto a punto il match: Tinto e Paparella tengono viva la fiamma isolana grazie alle triple e all’ultimo intervallo si va con Napoli avanti di una sola lunghezza: 65-64.
Si accendono anche gli spalti (Cefalù porta con sé un discreto seguito) mentre le squadre rientrano per l’ultima frazione. Sempre sull’onda dell’equilibrio per oltre metà quarto: le squadre si alternano al comando, una tripla incredibile di Losi porta avanti gli ospiti sul +1.
Le percentuali calano e le mani raffreddano verso la fine: Biordi segna il suo primo canestro e poi si fa espellere con cinque falli, dall’altra parte Visnjic e Nikolic, però, riportano Napoli sul +3. Ancora Losi e Malagoli la riportano sul pari 81 quando mancano 57” alla fine.
Dai liberi Visnjic fa 2/2 e recupera in difesa; poi è perfetto Barsanti. Il +9 di Napoli è una mazzata per gli ospiti, incapaci di riprendere il match.

 
PARZIALI: 20-23, 38-50, 65-64,

NAPOLI – Barsanti 21, Mastroianni 8, Maggio 22, Visnjic 7, Nikolic 28, Rappoccio, Murolo 2, Perrella, Ronconi 2, Erra.

CEFALÙ – Paparella 19, Malagoli 13, Losi 9, Mollura 17, Sodero 3, Biordi 2, Brusca, Florio, Lombardo 10, Tinto 8.

 

 

 

 

 

 

Commenta
(Visited 841 times, 1 visits today)

About The Author

стоматологические услуги

на сайте www.nl.ua