Diamond Foggia-Libertas Altamura 68-75, vittoria al Pala Russo per la squadra altamurana

Altamura torna alla vittoria dopo la sconfitta casalinga contro l’Udas Cerignola, e quale modo migliore se non quello di sfatare il Pala Russo. Ora la classifica sorride alla Libertas in quanto con 6 punti, l’Altamura aggancia proprio Foggia e si porta a metà classifica, ma è ancora presto per fare conti.

Tornando alla gara, partita non bellissima condita con tanti errori, specie nel terzo quarto, ma sempre molto vibrante e dalle tante emozioni. Coach De Bartolo, forse per la prima volta, ha a disposizione più rotazioni rispetto ad un suo avversario, e le sfrutta per dare fiato ai suoi. Coach Vigilanti, invece, ha solo sei uomini che hanno dato il massimo, portando ad un over-time la gara. Nel tempo supplementare, però, De Bartolo con due bombe consecutive ha di fatto consegnato i due punti ai suoi.

LA CRONACA

Altamura parte schierando Barozzi, Perrucci, Radovic, Maietta e De Bartolo i quali fronteggiano Aliberti, Evans, Mille, Vigilante e Ucci.

Subito dopo la palla a due la Libertas preme sull’acceleratore, con Radovic, Barozzi e Perrucci da tre, dopo che ad aprire le danze è stato Aliberti. Quando il match sembrava già indirizzarsi sui binari giusti per i murgiani, Vigilante prima e Evans poi chiariscono che non sarà una passeggiata. Il punteggio resta inchiodato per alcuni minuti sul 6-11, in quanto le due compagini si incaponiscono da 3, e fin quando proprio da oltre l’arco De Bartolo scarica la sua prima tripla. Finalmente le due squadre tornano a fare una buona circolazione palla, si tornano, quindi, a vedere delle belle azioni, e il quarto si chiude sul 13-16.

Nella ripresa entra anche Vignola per i biancorossi, che subito, con un taglio mette punti a referto, ma l’Altamura va in confusione. Miller, da tre, suona la carica, ma è Evans con 11 punti in questo parziale, che ribalta l’inerzia del match: Altamura ora insegue, 29-25. Un time-out di De Bartolo serve per lo meno a risvegliare i suoi, mentre i viaggianti vengono svegliati da un lampo a ciel sereno, uno stoppone di Barozzi su Vigilante che era partito in contropiede in solitaria fin quando ha avuto a che fare con la manona di Barozzi che ha infranto la palla a spicchi sul tabellone. Il primo tempo chiude sul -3, 32-29.

Dopo la pausa lunga comincia uno dei più pessimi quarti che entrambe le squadre possano giocare: tanti errori, soprattutto forzati da oltre l’arco, molta confuzione e poco gioco. Altamura, comunque, ritrova Maietta, che fino ad allora aveva sofferto la marcatura di Miller. È proprio il n.11 altamurano a chiudere il quarto sul 41-39.

Al rientro la Libertas trova le giuste contromisure alla zona impostata da Vigilante e co., tanto che con un parziale di 0-5, i locali tornano a marcare a uomo. A poco serve perchè l’Altamura trova la giusta alchimia e si porta a condurre di 6 lunghezze. Ma proprio Vigilante è l’ultimo a mollare e riporta, assieme a Miller, in parità i suoi. Ancora una volta i murgiani con facilità e caparbietà si riportano sul +5, ma a 55” dalla fine, si spegne la luce, e anche complice un generoso fallo fischiato su Evans, quando pochi secondi prima ce n’era uno su Barozzi, i foggiani portano la sfida all’over-time in un PalaRusso che ora è una bolgia.

L’over-time è una sfida a se, tutti gli uomini in campo scavano dentro di loro a fondo per trovare le ultime energie, ma per i foggiani non c’è storia. Di fronte si trovano un chirurgico De Bartolo che ne fa due di seguito, a cui gli fa eco Perrucci. +9 per gli ospiti e la partita sembra chiusa. Vigilante con un time-out prova a inventarsene qualcuna, ma è il suo omonimo giocatore che è l’ultimo a gettare la spugna. La sirena sancisce la vittoria della Libertas per 68-75 contro Foggia.

DIAMOND FOGGIA 68 – LIBERTAS ALTAMURA 75

Parziali: 13-16, 32-29, 41-39, 61-61, 68-75 dts (13-16, 19-13, 9-10, 20-21, 7-14)

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author