Eurolega, Datome: "Una vittoria che resterà per sempre"

Il trionfo vai bene un taglio di capelli davanti agli occhi del Continente intero. A lstanbul, sul parquet di casa il Fenerbahce è con pieno merito Campione d’Europa per la prima volta nella sua storia e nella storia del basket turco. In cima al Vecchio Continente ci sale ancora una volta in carriera il maestro Zelimir Obra-dovic, al nono trionfo con 5 club diversi e alla fine di un inseguimento iniziato quattro anni fa sulle rive del Bosforo. E per la prima volta ci sale pure il capitano azzurro Gigi Datome: prima fatica ad entrare nel match, a cavallo tra terzo e quarto periodo confeziona però tre canestri dei suoi di fatto decisivi per la vittoria e infine prende l’ultimo rimbalzo che gli permette di portarsi il pallone a casa, nascosto sotto la canotta Le lacrime durante la premiazione sono di pura e irrefrenabile felicità del capitano azzurro un anno dopo il ko contro il CSKA a Berlino edue dopo aver deciso di tornare in Europa per provare a vincere con continuità. «È una vittoria che vale tantissimo per tutti noi e resterà per sempre. Sono contento di aver dato un contributo atutto ciò. Ci tenevo. L’Europeo qui? Prima bisogna arrivarci»… E a rappresentare l’Italia c’è anche il gm del club turco Maurizio Ghe-rardini, esperienza e competenza che tanto manca al nostro basket L’Olympiacos si arrende dopo aver tentato con le unghie e con i denti di mettere i bastoni tra le ruote del lan-ciatissimo treno avversario. Nel primo tempo il piano riesce soprattutto per il lavoro sotto canestro di Birch e Waters. Ma poi la coppia Kalinic-Bogdanovic dà uriaccelerata vorticosa e da quel punto ogni volta che i greci provano a rifarsi sotto, i turchi li ricacciano indietro in modo autoritario. Emblematico in tal senso il finale del 3° quarto: il meritato MVP della Final Four Udoh stoppa prima Spanoulis – in pessima serata al tiro ma l’ultimo a mollare – e poi Papanikolau. Stoppate anche al morale dell’Oly visto che l’inizio del quarto periodo è per questi devastante e senza repliche. Lo show di Datome apre le danze per la festa che culmina col taglio di capelli di Pero Antic (calvo…) allo stesso Gigi. Un pegno pagato, «a volte uno dice una frase, poi deve rispettarla», ride Gigi.

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author

Mirko Pellecchia Nato e cresciuto ad Avellino. Studente, amo la pallacanestro in ogni sua forma essendo essa metafora della vita.
альгицид для бассейна

нарядное платье на девочку

сколько стоит зубной имплант