Folgore Nocera: si riparte con grandi ambizioni e un gradito ritorno

Nocera Inferiore. La scorsa annata è stata una stagione entusiasmante per il movimento cestistico folgorino. La Folgore Nocera è ritornata in serie C.

Un grande obiettivo raggiunto grazie al lavoro coordinato di società, staff tecnico e giocatori.

Una dirigenza che non ha mai fatto mancare il suo apporto e supporto in particolare nelle persone del presidente Avv. Ciro Esposito e dei dirigenti Gennaro Nocera, Carlo Cesarano, Felice Ianniello, Angelantonio Napodano, Angelo De Martino, Salvatore Boccia, Alfonso Vuolo; un allenatore nonché anima di questo gruppo, Marco Palomba, che ormai da 11 anni segue il settore giovanile (già con ottimi risultati alle spalle) e da qualche anno anche la prima squadra con due promozioni consecutive; e un gruppo di giocatori fantastici che si sono battuti come leoni sui campi della Campania portando in alto i Valori Folgorini.

Finiti i festeggiamenti la Dirigenza si è subito messa all’opera per la programmazione del nuovo triennio sportivo senza dimenticare gli insegnamenti degli anni scorsi come sottolineato in una nota ufficiale dallo storico dirigente Angelantonio Napodano:

“E siamo ancora qui! Circa quattro anni fa dopo un’esaltante cavalcata a Matera, con una vittoria fantastica ed insperata, fummo promossi in serie C Gold. Una serie di vicissitudini, in primis la mancanza di risorse economiche, ci indusse a rinunciare al campionato di serie superiore. Una decisione pesante emotivamente ed economicamente che ci portò con amarezza a ripartire da zero. Alcuni dei nostri giovani più promettenti non vollero firmare con noi ed oggi per riprenderli siamo costretti a pagare parametri incredibili. Altri non credettero nel progetto di rifondazione e preferirono accasarsi in altre squadre.

I soliti dirigenti affidarono a Marco Palomba e Tonino “Zicchi” Cicalese il compito di ripartire. E lo hanno fatto benissimo con la prima squadra che è ritornata in serie C, la ristrutturazione del settore giovanile con squadre (tra Nocera e Pagani) partecipanti a tutti i campionati regionali giovanili, la formazione di nuovi allenatori, progetti nelle scuole e iniziative sociali di aggregazione per tanti giovani.

Oggi rinnovati nel gruppo dirigenziale e guidati come direttore dell’area tecnica da Roberto Castaldo, ci apprestiamo ad affrontare una nuova annata. Cercheremo ancora una volta di fare il possibile per migliorarci. La storia della Folgore continua.

A tal proposito consiglio un bellissimo libro scritto da veri ed autentici folgorini, che racconta della straordinaria storia della società, ripercorrendo fatti e nomi che hanno contribuito a mantenere alto il nome dei Viola. Un libro che ha un solo difetto, si ferma al 2000.

Da allora sono passati ben 18 anni, durante i quali vi è stato un gruppo di appassionati, guidati dall’avvocato Ciro Esposito, cui vanno i maggiori meriti, che ha continuato la storia della Folgore, garantendo la partecipazione a campionati nazionali, continuando nell’opera di educazione sportiva dei giovani, e allargando gli orizzonti sia sportivi (creando il settore atletica) sia ambientali a Pagani e Nocera Superiore.

Noi siamo folgorini da sempre e avendo avuto tale formazione abbiamo cercato di continuare la storia della Folgore; ci si potrà criticare ma lo abbiamo fatto con i nostri sacrifici, di tempo, di lavoro e di investimenti economici.

Oggi la riorganizzazione societaria e la nuova programmazione pluriennale, aprono nuovi orizzonti e nuove mete per le quali avremmo bisogno di tutti coloro che vivono lo sport come momento reale di aggregazione sociale, di crescita morale e culturale.

La speranza è che, chi si sente folgorino, quest’anno ci sia vicino soprattutto con idee, suggerimenti, critiche costruttive e al tempo stesso ci possa affiancare e perché no sostituirci

Per adesso siamo ancora qui! Forza Folgore!”

Dello stesso avviso anche Gennaro Nocera, dirigente responsabile, che ha commentato:

“Siamo molto soddisfatti per il lavoro fin qui svolto e siamo anche consapevoli che abbiamo molta strada da fare ancora. Come dirigenza abbiamo due obiettivi: consolidarci sul territorio portando i nostri giovani ad avere una formazione tecnica ed emozionale tale da consentirgli di poter competere in tutti i settori della loro vita e allargare la base organizzativa fino ad avere una struttura nostra. Per questo abbiamo deciso di riconfermare coach Palomba che ormai è una colonna portante della Folgore. Ci siamo anche subito messi all’opera ed abbiamo, fatto il miglior acquisto di sempre, perchè siamo riusciti a convincere Roberto Castaldo, volto noto a Nocera e sui parquet di tutta la Campania, a rientrare in società per darci una mano. Roberto occuperà il delicato ruolo di coordinatore tecnico dell’intera società ed il ruolo di direttore sportivo”.

Prontissimo per il nuovo corso e la prossima stagione coach Marco Palomba:

“Sono molto soddisfatto del risultato sportivo, ma ancora di più della crescita che hanno mostrato i ragazzi durante tutto il campionato. Sono certo che quest’anno ci divertiremo. Su Roberto, non posso che essere contento. Sono venuto a Nocera nel 2006 perchè c’era lui, ci sono rimasto anche quando le cose non andavano per il meglio ed oggi mi sono fatto portavoce della società per convincerlo a rientrare. È una figura di spessore che può darci una grossa mano sia a livello tecnico che organizzativo e sarà sicuramente un collante importante per tutto il movimento”.

Raggiunto telefonicamente anche Roberto Castaldo ha espresso le sue sensazione su questo ritorno:

“Sono molto contento di ritornare a Nocera. Lo faccio per l’amicizia che mi lega a Marco, ci conosciamo da oltre 30 anni, e la profonda stima e rispetto che ho nei confronti di tutto l’ambiente folgorino con gli attuali dirigenti in testa. Dal 2014 ogni anno sono stato contattato da altre società con progetti anche molto ambiziosi ed ho sempre declinato l’invito per motivi di lavoro. Con la Folgore è diverso. Sono stato qui dal 2004 al 2007 creando qualcosa che ancora oggi è presente a Nocera: un profondo riconoscimento nei valori dello sport a cui il codice etico dell’associazione si ispira. Abbiamo un progetto molto ambizioso con un piano triennale di lavoro che abbraccia tre aree: l’area tecnica, con un programma di lavoro condiviso tra settore giovanile e prima squadra; l’area organizzativa e logistica, con l’ampliamento dell’attuale parco dirigenti e l’ipotesi di creare joint venture sul territorio; l’area sociale, in quanto continueremo ad essere vicini al territorio con un piano di eventi interdisciplinari che possano coinvolgere anche le altre associazioni e le istituzioni a Nocera Inferiore a comuni limitrofi”.

Grandi progetti quindi e grandi ambizioni per riportare la Folgore Nocera nell’élite del basket che conta!

Ufficio Stampa Polisportiva Folgore Nocera

 

 

Commenta
(Visited 1214 times, 1 visits today)

About The Author

Roberto Castaldo dr Roberto Castaldo ()Allenatore Nazionale ed ex atleta di basket. Al suo attivo diversi campionati vinti dal 1998 al 2014 (2012 Record di vittorie consecutive a Maddaloni, Serie C). Dal 2000 al 2012 membro della commissione allenatori provincia di Napoli. Dal 2004 al 2008 assistente ai raduni delle nazionali giovanili. Imprenditore 40enne, Fondatore della 4 M.A.N. Consulting srl (), Società di consulenza specializzata in Performance Management per le PMI. Laurea in Economia ad indirizzo Matematico-Statistico, MBA in HR. Trainer, Formatore e Coach internazionale sui temi: Leadership, Team Building, Sales, Coaching, Metodologia Didattica e processi di apprendimento con le Neuroscienze. Autore di diversi titoli in tema management oggi direttore didattico di Coach Italy - Prima Accademia di Business e Sport Coaching ().
https://www.best-cooler.reviews

https://dekorde.com

https://www.mazda.niko.ua