La Givova verso Agrigento, per ritrovare la vittoria e i due punti

Con l’intento di dimenticare la sconfitta interna di domenica scorsa e di riprendere la striscia positiva che aveva preceduto l’ultimo sfortunato incontro di campionato, la Givova Scafati si prepara ad affrontare la settima giornata del turno di ritorno del campionato di serie A2 (girone ovest). Una difficile trasferta vedrà impegnata la società cara a patron Longobardi, di scena, alle ore 18:00 di domenica, sul parquet del PalaMoncada di Porto Empedocle (Ag) contro la Moncada Agrigento. Non sarà facile imporsi su uno dei parquet più ostici dell’intera categoria e contro uno dei migliori collettivi del raggruppamento, soprattutto perché anche in questa circostanza capitan Crow e compagni dovranno fare a meno dello statunitense Sherrod, i cui tempi di recupero restano tutti ancora da definire.

Nella gara di andata, i campani ebbero la meglio, non senza qualche difficoltà, dovuta all’organizzazione di gioco dei siciliani, che dal 2011 possono contare sul certosino lavoro di coach Franco Ciani, che ogni stagione riesce a dare alla propria squadra una impronta ed un marchio di fabbrica, che la annovera di diritto tra le migliori rappresentative della categoria. L’organico a sua disposizione è dotato di uomini di grande qualità, come i due statunitensi Cannon (ala grande da 14,8 punti e 9,1 rimbalzi di media) e Williams (ala piccola da 12,4 punti e 3,9 assist di media) e gli italiani Pepe (guardia da 11,9 punti di media) ed Evangelisti (guardia da 11,6 punti di media), che possono poi contare sul contributo di atleti giovani ed interessanti del calibro di Ambrosin (guardia), Zugno (playmaker), Guariglia (centro), Lovisotto (ala grande), Zilli (centro) e Cuffaro (playmaker). Un collettivo che sta andando oltre ogni più rosea aspettativa e che occupa stabilmente la zona di classifica a ridosso di quella play-off.

Dichiarazione dell’assistente allenatore Alessandro Marzullo: «Brucia ancora la sconfitta subita domenica scorsa in casa per mano della Viola Reggio Calabria, formazione tosta contro la quale abbiamo patito oltre all’assenza di Sherrod, anche alcuni episodi sfortunati e qualche fischio discutibile. Ma quanto è accaduto, anziché abbatterci, ci ha dato nuovi stimoli, in vista della partita di domenica sera ad Agrigento, contro una compagine che, dopo un periodo di leggera flessione, è ora in ottima salute. Non avremo Sherrod, la cui assenza senza dubbio ci penalizza, ma disporremo di Stefano Spizzichini, ora in grado di darci una mano più consistente, essendosi integrato meglio nei nostri giochi dopo una settimana di allenamenti. Da molti anni la Fortitudo Agrigento, nostro prossimo avversario, è ai vertici del campionato di serie A2; questa stagione, pur ridimensionando le spese, è riuscita ad allestire un roster molto competitivo, riprendendo Williams (già in maglia biancoazzurra tre stagioni fa), conservando Evangelisti e ingaggiando atleti presi dalle minors, come Ambrosin e Pepe, che stanno facendo molto bene. Sotto canestro hanno un atleta di grande spessore come Cannon, affiancato poi da giovani interessanti come Zilli, Guariglia, Lovisotto. E’ ottimamente allenata da coach Ciani e sul loro parquet sarà molto dura, anche alla luce delle due vittorie nelle ultime tre gare, nelle quali hanno perso solo contro la capolista Casale Monferrato, confermandosi una squadra molto forte e competitiva».

Dichiarazione dell’ala grande Stefano Spizzichini: «Quella contro la Viola Reggio Calabria è stata una gara molto combattuta, persa solo per qualche dettaglio nel finale. Dettagli sui quali abbiamo lavorato molto nel corso della settimana, nella quale sono riuscito ad integrarmi di più nel gruppo e negli schemi, con l’obiettivo di poter essere maggiormente di aiuto ai miei compagni. Andremo in terra siciliana con il coltello tra i denti, per portare a casa un risultato positivo. A partire da coach Ciani, che riesce sempre a fare cose positive ogni stagione, la Fortitudo è una squadra battagliera, che corre tanto e che si compone di atleti con tanti punti nelle mani. Dovremo scendere in campo per disputare una partita arcigna in difesa e trovare le soluzioni giuste in attacco, consapevoli che dovremo fare a meno di una assenza importante come quella di Sherrod. La difesa potrà costituire la nostra arma vincente ed è alla base di ogni vittoria, perché ti permette di attaccare con maggiore tranquillità».

Arbitreranno l’incontro i signori Pepponi Giulio di Spello (Pg), Di Toro Claudio di Perugia e Barbiero Marco di Milano.

La partita sarà trasmessa in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio in abbonamento prepagato “LNP TV Pass”). Sarà inoltre trasmessa in diretta radiofonica sui sui 92,50 mhz di Radio Sant’Anna ed in streaming su ViviRadioWeb dal sito internet https://vivicentro.it/viviradioweb/ (media partner della Givova Scafati). Inoltre, sarà possibile assistere alla visione della gara in differita su TV Oggi (tasto 71 del digitale terrestre) nei giorni di martedì (ore 21:00) e, in replica, mercoledì (ore 15:00).

Fonte: Ufficio Stampa Basket Scafati 1969

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author

автоматический полив хантер

www.steroid-pharm.com

читайте здесь steroid.in.ua