Gruppo Zenith Messina, Bruno Donia: “Messina deve tornare ad amare la Pallacanestro”

Archiviata la salvezza e scaricate le tensioni di una stagione logorante, il Gruppo Zenith Messina si è tuffato nella nuova avventura in Serie C Silver, campionato che la vedrà per la seconda volta nella sua storia ai nastri di partenza. La società presieduta da Massimo Zanghì ha affidato la squadra al coach reggino Ciccio Romeo e, in questa estate infuocata, ha già tre movimenti in entrata, più la conferma di Andrea Buono. Con il General Manager, Bruno Donia, abbiamo parlato di passato presente e futuro della Basket School, club che rappresenterà la città di Messina nella massima serie regionale.
Lo scorso campionato si è concluso con la salvezza arrivata in extremis, al termine di una stagione particolare in cui forse avete pagato lo scotto del salto di categoria.
“La scorsa stagione si è chiusa con una salvezza troppo sofferta, è vero che l’obiettivo era proprio quello di salvarsi, ma non dovevamo soffrire in quel modo. Si trattava di un campionato, che vista la presenza degli americani, era di livello abbastanza competitivo ma abbiamo commesso tutti degli errori, probabilmente pagando il passaggio di categoria, errori che contiamo di non ripetere quest’anno, partendo dell’esperienza accumulata e da alcune certezze in più”.
Ad un certo punto sembrava che la stagione fosse davvero compromessa, soprattutto dopo l’impossibilità di poter schierare Weglinski e Caldwell.
“La stagione si era complicata, la vicenda degli americani poteva essere una mazzata, una situazione tra le altre cose davvero paradossale e frutto dell’improvvisazione organizzativa della Federazione, ma siamo riusciti a fare quadrato ed alla fine è arrivato l’obiettivo della salvezza che ci ha permesso di potere riprogrammare una nuova stagione in C Silver”.
Dai primi movimenti di mercato pare che stiate cambiando parecchio, rispetto alla scorsa stagione, a partire dalla giuda tecnica.
“Abbiamo fatto dei movimenti di mercato cercando di dare alla squadra un giusto mix tra esperienza e gioventù. E’ arrivato Cavalieri, Claudio sarà il giocatore che dovrà rappresentare la guida del gruppo con la sua esperienza, il carisma e la conoscenza cestistica in suo possesso. Abbiamo cercato di avere un giocatore che ci desse centimetri e peso sotto canestro ed è arrivato Dan Hendrich, speriamo possa colmare la lacuna che avevamo l’anno scorso da questo punto di vista. Abbiamo ingaggiato Andrea Squillaci un giovane messinese che migliora di anno in anno i suoi numeri affermandosi come ottimo elemento di categoria. Ci saranno inoltre ulteriori movimenti riguardanti anche gli under”.
Che cosa si dovranno attendere i sostenitori della Basket School in questa nuova avventura in C Silver?
“AI nostri sostenitori vogliamo regalare una squadra che non molli mai, che corra tanto e voglia migliorarsi di domenica in domenica, raggiungendo presto la salvezza e poi giochi serena senza porsi alcun limite. A noi ed al coach Ciccio Romeo il compito di costruire un gruppo che abbia il piacere di stare insieme, coeso, che remi insieme e forte verso un unico obiettivo. Coach Romeo ha una buona esperienza nella categoria nella quale è sempre riuscito a plasmare buoni gruppi, è un conoscitore attento della C Silver, stiamo lavorando in sintonia”.
Con la mancata partecipazione dell’FP Sport il Gruppo Zenith sarà l’unica rappresentante della città di Messina, per voi sarà un motivo in più per fare bene.
“La mancata iscrizione della FP Sport, fa diventare la nostra società la maggiore rappresentante cestistica cittadina. Tuttavia la città di Messina, tredicesima città d’Italia con 240 mila abitanti, e con la serie A nella vicina Capo d’Orlando, non può di certo gioire del fatto che la prima squadra cittadina giochi in C Silver. E’ evidente – prosegue Bruno Donia – che manca interesse verso questa disciplina, non tanto e non solo da parte del pubblico, ma più in particolare della classe imprenditoriale, che probabilmente non ha capito la forza di penetrazione che il prodotto basket può avere nel tessuto sociale di questa città, soprattutto nel coinvolgimento delle famiglie: in questo la pallacanestro è diversa dalle altre discipline. Noi proviamo a dare il massimo, abbiamo avuto numerosi sponsor amici che ci hanno accompagnati. Vorremmo fare sempre di più ma per fare questo serve un ulteriore scatto ed una presa di coscienza sul fenomeno basket, che in tante piazze vicine è già avvenuto da tempo: noi speriamo che Messina torni ad amare la Pallacanestro. In quest’ottica – conclude il GM della Basket School – vogliamo ringraziare invece il nostro main sponsor la Zenith Service Srl, che per la terza stagione ci darà il proprio supporto, un azienda messinese che dimostra di volere investire e credere nelle potenzialità della propria città con costanza e con un impegno nel tempo, standoci vicino e supportandoci costantemente”.

Fonte: Uff. stampa Gruppo Zenith Messina

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author

Купить Виагра