Il Gruppo Zenith Messina ritrova la grinta dei giorni migliori ed espugna il PalaFantozzi

 

Il Gruppo Zenith Messina torna alla vittoria superando la Nuova Agatirno per 70-79 al

PalaFantozzi di Capo d’Orlando. La squadra peloritana ritrova il successo ma soprattutto

la grinta dei giorni migliori, rispondendo sul parquet alle sollecitazioni della società.

Finalmente si è rivista in campo una squadra combattiva che, di fronte ad un avversario

seppur giovane ma dotato di tanto talento ed una buona fisicità, ha messo in mostra la

giusta determinazione, sia in fase difensiva che in attacco. Coach Baldaro può tirare un

sospiro di sollievo, ritrovare tutto in una sera non succede spesso, ma adesso bisogna

continuare su questa strada nel tentativo di risalire la classifica.

Per l’occasione il tecnico messinese ha a disposizione il roster al completo: già dalle prime

battute la sua squadra mostra tutta la voglia di tornare a sorridere. Carnazza si erge subito

a protagonista, firmando i primi quattro punti (libero e tripla) dopo il canestro in apertura di

Zanatta. Il gioco da tre di Pavicivic riporta avanti l’Agatirno, ma sarà anche l’ultima, infatti

Weglinski e Buono dalla lunetta confezionano il 5-8. Pavicevic sembra il più in palla dei

suoi e segna da sotto, ma Messina va sul +4 con il gioco da tre di Weglinski (7-11). Jorge

Silva vuole parlarci su, ma al ritorno in campo le bombe di Hodges e Soldatesca lanciano

gli scolari sul +10 (7-17). Pavicevic si becca un tecnico, Galipò mette a segno i primi due

punti della sua partita (saranno 18 alla fine), ma Carnazza piazza la bomba da otto metri

per il nuovo massimo vantaggio dei peloritani (9-20). Egwoh e Windford da sotto ricuciono

lo strappo (13-20), la risposta arriva da Carnazza 3/4 ai liberi e Weglinski (13-25). Poi

l’incerto Barbera s’inventa un tecnico a coach Baldaro (il rimprovero era diretto a un suo

giocatore e non contro gli arbitri) così Galipò mette il libero che fissa il punteggio sul 14-25

al 10’.

La seconda frazione è sempre di marca peloritana, Buono lascia il posto a Mazzù che si

presenta con una delle sue penetrazioni, pareggiando il canestro in sospensione del solito

Galipò. Il Gruppo Zenith fa vedere della buona pallacanestro, Soldatesca mette la tripla e,

dopo l’1/3 di Matteo Galipò dalla lunetta, arriva il break di 8-0 firmato da Carnazza,

Weglinski (4) e Soldatesca che al 14’ regala il massimo vantaggio alla Basket School (17-

38). Jorge Silva scuote i suoi: tripla di Pavicevic e penetrazione di capitan Galipò (22-38).

La gara adesso è più equilibrata, l’Agatirno difende meglio, mentre Messina sembra subire

un calo. Il tutto si traduce nel 32-47 che chiude il primo tempo.

Nella ripresa i paladini partono forte, gran difesa e buone conclusioni dal perimetro

consentono ai padroni di casa di piazzare un break di 11-0 che galvanizza l’ambiente.

Galipò mette due bombe dall’angolo, Stolic ne realizza una dalla stessa posizione (43-47).

La penetrazione di Hodges ferma la striscia dei locali, ma Windford riporta i suoi sul -2 (47-49).

Messina vede le streghe, ma a togliere le castagne da fuoco ci pensa Carnazza con

una tripla. L’ottimo Weglinski (24 punti e 24 rimbalzi alla fine) e il ritrovato Buono riportano

in doppia cifra il vantaggio dei peloritani (47-58) e dopo il canestro di Matteo Galipò, la

bomba di Soldatesca sancisce il 49-61 alla mezzora.

L’ultimo quarto si gioca sul filo del nervosismo, Messina cerca di abbassare i ritmi e di

difendere duro. Botta e risposta fra Weglinski e G. Galipò, poi Buono chiude un buon

fraseggio con la tripla del +15 (51-66). Messina è in grado di gestire il vantaggio,

nonostante i tentativi dei giovani orlandini che con Windford e Zanatta cercano di ricucire

lo strappo (63-70). Bastano i canestri di Calarese, Mazzù e Weglinski per tenere a debita

distanza i padroni di casa. Il Gruppo Zenith mantiene il controllo del derby, con Calarese

bravo a capitalizzare i viaggi in lunetta. Finisce 70-79 con qualche polemica di troppo. Con

la vittoria del PalaFantozzi i ragazzi del presidente Zanghì agganciano in classifica

l’Agatirno a quota 4 e attendono di conoscere la data del recupero del match con il

Ragusa.

Nuova Agatirno – Gruppo Zenith Messina 70-79

Parziali: 14-25; 18-22 (32-47); 17-14 (49-61); 21-18.

Nuova Agatirno: Zanatta10, Matteo Galipò 5, Giancarlo Galipò ne, Egwoh 4, Giorgio

Galipò 18, Munafò ne, Pavicevic 10, Carlo Stella, Giglia, Carianni, Stolic 6, Windford 17.

Allenatore: Silva Suarez Jorge.

Gruppo Zenith Messina: Di Dio ne, Calarese 6, Hodges 7, Weglinski 24, Buono 9,

Carnazza 16, Mazzù 6, Soldatesca 11, Marabello ne, Calderazzo. Allenatore: Dani

Baldaro

Arbitri: Barbera e Tartamella di Trapani

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author

читать дальше

источник