Il Geas vuole il tris contro la Virtus Cagliari

In casa con la Virtus Cagliari, obiettivo tris (sabato 22, ore 17) Zanotti: “Massima attenzione, hanno fisico ed esperienza” Dopo la convincente vittoria a Crema, su uno dei campi più difficili della categoria, il Geas torna a giocare sulle accoglienti e familiari tavole del PalaNat per affrontare la Virtus Cagliari nell’anticipo della terza giornata di campionato (palla a due anticipata alle ore 17.00 per consentire già in serata il rientro in Sardegna delle avversarie): obiettivo restare a punteggio pieno in vista del super-derby del 29/10 a Milano. Per la squadra di coach Iris Ferazzoli – ex nazionale argentina, pronta ad una sfida tutta in rosa con la collega Cinzia Zanotti – si tratta della prima gara stagionale sul “continente”, dopo la netta sconfitta nel derby esterno contro Selargius alla prima giornata e la vittoria in volata raccolta in casa al turno successivo contro Bolzano.

LE AVVERSARIE – Come ormai tradizione della società del presidente Fava, il roster della Virtus Cagliari è composto da un mix tra giocatrici provenienti da fuori e numerose atlete locali, in molti casi anche cresciute proprio sul parquet del PalaRestivo. Il punto di riferimento in mezzo all’area è la straniera della squadra, Lavinia Gomes Da Silva, centro portoghese già vista in A2 l’anno scorso con la maglia del Sanga Milano, dove la 28enne ha chiuso la stagione con 10.9 punti e 8.3 rimbalzi (sia pur con il 42.4% dal campo, cifra non eccelsa per una giocatrice abituata a concludere nei pressi del canestro), cifre che sono state lievemente migliorate fin qui in questo primo brevissimo scorcio di stagione. Terminale offensivo sul perimetro è Elisa Templari, reduce da una finale scudetto con Lucca e già abituata per anni a perforare le retine di tutta la A2 con la maglia di La Spezia, sfruttando la sua bravura nel tiro da tre punti (nonostante il 2/13 di queste prime due giornate) ma anche la capacità di costruirsi il tiro dal palleggio all’interno dell’arco dei 6,75 metri. Da tenere d’occhio anche un’altra giocatrice con trascorsi in A1 come Silvia Sarni, ala grande arrivata alla Virtus Cagliari a metà della scorsa stagione da Umbertide, mostrando di essere un elemento di lusso per la categoria con 13.2 punti e 8.1 rimbalzi. Completano il quintetto la guizzante playmaker veneta Chiara Rossi, ex Ariano Irpino, Lucca e Ferrara, e la 21enne ala Giulia Ridolfi. Più limitato il contributo della panchina, considerando che fin qui sono solo queste cinque le uniche giocatrici ad aver segnato almeno un punto nel corso delle prime due giornate di campionato.

COACH ZANOTTI – Conosce però le difficoltà di questo genere di impegni Cinzia Zanotti, che dopo la bella vittoria contro Crema vuole continuare a volare basso: “Spero che le ragazze affrontino la partita con la giusta determinazione, essendo reduci da un ottimo risultato che potrebbe far perdere un po’ di concentrazione, e che non pensino che sia una partita scontata. Sarà quindi una partita in cui dovremo mettere molta attenzione, la Virtus è una squadra dalla panchina non lunga ma con un quintetto assolutamente di livello, con pericolosità ben distribuita. In particolare dovremo stare attente alle loro due lunghe, Da Silva e Sarni, due giocatrici super per la A2: Da Silva è un centro atipico, non altissima ma molto agile, con un buon tiro da fuori e un buon 1vs1 vicino a canestro, mentre Sarni predilige un gioco un po’ più fronte a canestro ma sa lavorare bene anche in post basso. A loro si aggiunge una giocatrice come Templari che, se incontrata in una giornata sì, è capace di segnare tanti canestri. Sono una squadra fisica e con molta esperienza, per questo la cosa più importante sarà metterci la giusta attenzione”.

 

Ufficio Stampa Geas

 

(EFFE ELLE Foto)

Commenta
(Visited 22 times, 1 visits today)

About The Author