Irtet Casapulla-Pall. Angri 67-107, Irtet travolta dall'uragano Hankerson

Irtet Bk Casapulla – Montoro Pall. Angri 67-107

IRTET CASAPULLA: Lillo L. 12, Di Lorenzo 12, Bonsignore 2, D’Orta 2, Rossacco 3, Olivetti 9, Dunklin 20, Tartaglione, D’Aiello 2. All. Monteforte

MONTORO ANGRI: Hankerson 60, Di Capua, Scalera 10, Forino F. ne, Annunziata ne, Battaglia, Somma 11, Robinson 15, Ventura 2, DI Lauro 9. All. Iovino

ARBITRI: De Stefano e Dell’Infante di Avellino.

PARZIALI: 19-26, 40-53, 51-71.

Primo ko interno stagionale per l’Irtet Casapulla, battuta nettamente a domicilio dalla corazzata Montoro Angri. A dominare la scena è lo statunitense Hankerson, che ne mette 60! Tante le assenze da ambo i lati (Nacca, Avella e Delle Cave tra i gialloviola, Di Napoli, Annunziata e Forino per gli angresi) e ritmi elevatissimi in avvio. Dopo un giro di lancette l’Irtet è avanti 4-2 col duo Olivetti-Di Lorenzo, mentre gli ospiti cercano soprattutto di sfruttare lo strapotere fisico della coppia Hankerson-Robinson. Dunklin risponde subito, ma i piazzati dal perimetro di Di Lauro e Somma valgono il primo allungo rossonero (6-9 al 4’). Il Casapulla però è vivo e mette tanta pressione ai rivali: le triple di Di Lorenzo ed Olivetti (gioco da 4 punti) riportano in testa la truppa di Monteforte, mentre Hankerson ingaggia un personale duello con Dunklin. Il numero 1 dei salernitani è scatenato e con 11 degli ultimi 15 punti dei suoi ribalta l’inerzia del match, chiudendo un break di 2-13 per la Montoro. La potenza, unita alle doti balistiche, del talento dei salernitani è impressionante, anche perché il Casapulla rallenta in attacco, costretto a girare alla larga dal pitturato per evitare i tentacoli del giamaicano di nascita Robinson e sbaglia tanto a cronometro fermo (1/6 ai liberi). Così al primo pit stop è 19-26 Angri.

I viaggianti non si voltano più indietro e la 3-2 abbozzata dal Casapulla serve giusto a limitare i danni. Luca Lillo dà un ottimo apporto dalla panchina, infilando 7 punti che riavvicinano i gialloviola, mentre Dunklin trova il 26- 28 nel traffico. Ma ecco la tripla spezzagambe di Somma che rimette due possessi tra le compagini (26-31 al 15’). L’Irtet va in crisi, non segna più, e solo Dunklin prova a reggere l’urto, mentre Hankerson continua a crivellare la retina casertana da ogni dove. Il tiro da fuori tradisce i padroni di casa che, nonostante un buon Lillo (10 punti nel quarto), sprofondano a -14 sotto i colpi di Scalera e dell’imprendibile ‘Hank the Tank’, che chiude a quota 29 la prima metà (40-53 al 20’).

Nella ripresa la reazione che ci si aspetta dal Casapulla tarda ad arrivare e i ritmi di entrambi i team calano. Nemmeno i problemi di falli e rotazioni dei doriani sono un vantaggio per i locali, che si intestardiscono a provare dal perimetro, ma con scarsi risultati. Robinson è un fattore sotto le plance, sia a rimbalzo che in fase realizzativa, e solo il quarto fallo lo toglie momentaneamente dai giochi. Sul versante casapullese, invece, mancano come il pane i punti di D’Aiello e del dolorante Olivetti, ed i soli tre canestri dal campo nel periodo testimoniano le difficoltà offensive contro una compagine tosta e determinata che non molla un centimetro. Hankerson, prodotto di Alabama University prima e della University of Wyoming poi, si dimostra ‘illegale’ per la categoria e non scende dalla cattedra, trascinando i suoi fino al +20 di fine terzo periodo (51-71 al 30’).

La gara finisce in pratica lì: il Casapulla è estremamente nervoso, butta via diversi palloni e vanifica quanto di buono fatto fino al 25’. La frazione finale è così solo un interminabile garbage time. Hankerson non sbaglia praticamente mai, tocca quota 60 (quasi quanto l’intera Irtet!) centrando la bomba del 100-61, ed esce tra gli applausi di tutti i presenti, mentre sulla sirena Rossacco assapora la gioia dei primi punti in gialloviola, infilando la tripla del -40.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Basket Casapulla

Commenta
(Visited 126 times, 1 visits today)

About The Author

источник

еще по теме www.nl.ua