La Cestistica Ostuni torna al successo, battuta Foggia 66-61

Una vittoria era fondamentale, e una vittoria è arrivata. Senza strafare, con qualche errore di troppo al tiro e nelle palle perse e soffrendo a rimbalzo contro una Diamond Foggia dalle rotazioni limitatissime (solo otto giocatori a referto e sei ad entrare in campo), ma che ci ha fatto soffrire per 40 minuti: ma in una settimana complicatissima, con due sconfitte e il cambio di allenatore con le dimissioni di Enrico Curiale, ciò che serviva era conquistare i due punti.

Davanti ad un PalaGentile gremito e caloroso, i gialloblù hanno messo in campo grinta e voglia di vincere, sudando le classiche sette camicie contro la Diamond, squadra di altissimo livello nei suoi titolari ma quasi priva di valide alternative in panchina. Dopo un terzo quarto sottotono (7-17 il parziale per Foggia, avanti anche di 10 punti a pochi minuti dalla penultima sirena), la Cestistica ha reagito benissimo negli ultimi 12 minuti di gioco, riuscendo a chiudere prima il terzo quarto sotto di sole cinque lunghezze, per poi alzare l’intensità nell’ultimo periodo.

Decisiva nel finale la difesa, prima a zona e poi a uomo, unita ai canestri pesantissimi di Arik Smith (a secco per tre quarti, immarcabile nell’ultimo), Manchisi e Franklin. Una vittoria che regala un po’ di tranquillità in più ad un gruppo che forse, dopo il bellissimo filotto di vittorie (otto nelle prime nove), aveva perso un po’ di certezze con la netta sconfitta di Nardò, unita alla mezza figuraccia di Castellaneta.

Domenica prossima alla Melvin Jones di Monopoli i gialloblù si troveranno di fronte un altro avversario durissimo, una delle rivelazioni del campionato, la Action Now quarta forza del campionato a 16 punti. Una sfida da preparare e affrontare nel migliore dei modi, per continuare a macinare punti e non perdere contatto con la capolista Udas, prima a quota 22, e la Andrea Pasca Nardò, a pari punti con Ostuni ma in vantaggio per lo scontro diretto. La classifica è molto corta (sette squadre in soli sei punti), e anche perdere una o due partite può cambiare tutto.

INTERVISTE POST PARTITA

PRESIDENTE D. TANZARELLA: “Stasera abbiamo preso un’Aspirina, prendiamo i due punti e portiamo a casa una vittoria, ma c’è ancora qualcosa che non va, non giochiamo più tranquilli e sereni per divertirci: c’è una specie di kappa sulla squadra che non ci fa rendere al meglio”. “Nel terzo quarto abbiamo fatto 2 punti nei primi 8 minuti, abbiamo sbagliato l’inimmaginabile, percentuali deficitarie da tre punti, addirittura contropiedi tre contro uno sbagliati. Di buono c’è che abbiamo difeso per 40 minuti, i ragazzi ci hanno messo il cuore e volevano vincere, anche perché un’altra sconfitta avrebbe rischiato di vanificare quanto di buono abbiamo fatto fino ad ora”.

“In fondo l’unica partita assolutamente da non perdere era quella di Castellaneta, contro una squadra che aveva vinto una sola partita, a differenza delle due precedent sconfitte contro due corazzate come Udas Cerignola e Nardò. Colgo l’occasione per ringraziare Enrico Curiale, che con un gesto di affetto nei confronti della squadra e della società ha avuto la sensibilità di ritenere che ci volesse un segnale, una scossa, e ha rassegnato le sue dimissioni dopo aver fatto comunque un ottimo lavoro”.

“Adesso abbiamo due partite difficilissime a Monopoli e Ceglie contro due squadre che stanno facendo molto bene, servirà essere concentrati e al massimo delle nostre potenzialità per ottenere un risultato positivo; dobbiamo fare di tutto per raggiungere gli obiettivi che ci eravamo posti negli ultimi tempi, cioè quelli di fare un bel campionato”.

TABELLINO (al link le statistiche complete)

http://fip-web.azurewebsites.net/MatchStats.aspx?ID=48&MID=8583&rg=PU

Cestistica Ostuni – Diamond Foggia 66-61 (17-13; 35-30; 42-47)

OSTUNI: Smith 13, Mihalich 3, Faraci NE, Manchisi 16, Franklin 11, Teofilo 2, Tanzarella 3, Masciulli 6, Calisi 4, Vorzillo 8. Coach: Capozziello.

FOGGIA: Di Tullio NE, Miller 21, Ciccone, Vigilante 6, Ucci 15, Vernò NE, Aliberti 6, Evans 13. Coach: Vigilante.

ARBITRI: Balice (BA), Di Vittorio (BA).

Commenta
(Visited 135 times, 1 visits today)

About The Author

обращайтесь

посмотреть www.nl.ua