La.Co. Ozzano-Virtus Imola 69-57: Ozzano in finale di Coppa Ferrari

LA.CO. OZZANO – VIRTUS IMOLA 69 – 57

Parziali: 15-18; 33-35; 55-50

 

OZZANO: Folli 9, Masrè 2, Morara 6, Chiusolo 9, Corcelli 9, Lalanne, Magagnoli 7, Zambon ne, Martini, Dordei 11, Agusto 16, Agriesti – All. Grandi

IMOLA: Dalpozzo, Dal Fiume, Boero 12, Nucci 5, Creti ne, Casadei 9, Ranocchi 5, Sassi, Sangiorgi 2, Zhytaryuk 24 – All. Tassinari

Arbitri: Foschini – Forni

Per Natale la La.Co. Ozzano si regala la finalissima del Trofeo Ferrari. Dopo un match intenso, bello  ed equilibrato i New Flying Balls mandano al tappeto la Virtus Imola con il punteggio finale di 69 a 57, ottenendo per la prima volta nella loro storia l’accesso alla finale del massimo trofeo regionale (in passato, era il 2011, i Flying vinsero la Coppa Marchetti).

Come detto il match ha viaggiato per gran parte sui binari dell’equilibrio. Imola fa la partita nel primo quarto trascinata dalle triple di Ranocchi e di un super Boero (3 su 4 in 10 minuti per lui). Ozzano si aggrappa ai canestri di Dordei e di un volenteroso Agusto, in campo con la maschera protettiva dopo l’operazione al naso di 15 giorni fa, per rimanere attaccati agli ospitie  alla prima sirena il tabellone premia i gialloneri (15-18 il parziale). Nel secondo periodo Imola continua a fare la partita, Ozzano con Chiusolo (anche lui in campo con vistosi cerotti al mento) e Magagnoli si tengono a contatto, Corcelli infila la bomba del sorpasso ma Imola proprio allo scadere trova con Casadei dai 6,75 la tripla del 33-35.

Dopo la pausa lunga Ozzano vola a +5 ma dall’altra parte c’è la risposta imolese con Zyhtaryuk che domina sotto le plance con 10 punti consecutivi e il nuovo +5 Virtus (40-45). Dopo il timeout e chiesto da coach Grandi però la La.Co. tira fuori gli attributi e con una difesa aggressiva e un attacco più intenso riesce a capovolgere la situazione; trascinati da Folli e Agusto, alla terza sirena sono i biancorossi a condurre (55-50). All’inizio dell’ultimo e decisivo quarto le difese hanno il sopravvento: un canestro appena per Ozzano (fuori Corcelli per infortunio alla caviglia), zero per i romagnoli, che soffrono l’intensità della difesa impressa da coach Grandi. Ozzano mantiene per tutta la frazione un vantaggio di circa due possessi, la partita resta aperta e sulle tribune regna la tensione. Chiusolo dal campo e Dordei dalla lunetta risultano infallibili, la La.Co. da lo strappo decisivo e nell’ultimo giro di lancette trova la doppia cifra di vantaggio. Alla sirena finale è +12 (69-57), i Flying possono così festeggiare in anticipo il Natale, con una finale conquistata contro uno degli avversari più forti della categoria.

“I ragazzi sono stati bravissimi a reagire con personalità nei momenti di difficoltà – afferma un entusiasta coach Grandi – mettendo in campo grande voglia e sacrificio.” “Nei primi due quarti la partita l’ha fatta Imola – ammette il coach biancorosso – abbiamo giocato al loro ritmo e così non potevamo pensare di vincere. Nel secondo tempo abbiamo aumentato l’aggressività e i ritmi in attacco, portando la partita sui nostri binari.”  “Bravi tutti – conclude Grandi – ma un plauso va sicuramente a Chiusolo che ha voluto esserci a tutti i costi nonostante il mento ancora “cucito” e ha lottato come un leone”.

Comunicato e foto a cura di Ufficio Stampa NFB Ozzano.

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author