La Dinamo cade a Oldenburg

i ferma a Oldenburg la corsa della Dinamo Banco di Sardegna che cede, sul parquet tedesco della Ewe Arena, contro la formazione tedesca che si conferma con autorità al secondo posto della classifica del gruppo A. Dopo un primo quarto sostanzialmente in equilibrio il Banco di Sardegna subisce l’energia e la concretezza della formazione di casa che mette a segno un break da 24-12 nella seconda frazione, indirizzando il match. Nel secondo tempo l’Ewe Baskets spegne in tentativi di rimonta di una Dinamo in serata no. Domani i giganti rientreranno in Sardegna: nell’agenda biancoblu la prossima sfida è quella con i campioni d’Italia della Reyer Venezia in programma al Taliercio il 26 dicembre.

Game 9 Basketball Champions League. Trasferta in Germania per la Dinamo Banco di Sardegna che nella seconda giornata di ritorno di regular season della Basketball Champions League affronta l’Ewe Baskets Oldenburg. Sugli spalti della Ewe Arena tante bandiere dei quattro mori e tanti tifosi sardi che vivono in Germania pronti a sostenere i giganti del Banco di Sardegna per il Game 9.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bamforth, Pierre, Jones, Hatcher e Polonara, coach Drijencic risponde con Massenat, Paulding, Mahalbasic, McConnell e Schwethelm. È Shawn Jones ad aprire le danze, Paulding infila i primi punti per la formazione di casa. Break biancoblu con il contropiede di Polonara e Jones ad attaccare il ferro, ma Oldenburg si tiene a contatto con McConnell dall’arco. I tedeschi mettono la testa avanti condotti da Paulding, Pierre lotta nel pitturato e sigla la parità. L’Ewe arriva fino a +4, ma l’impatto di un buon Darko Planinic nel match chiude il primo quarto 23-21. Nella seconda frazione sono i padroni di casa a dettare i ritmi trascinati da De Zeeuw e Mahalbasic. Dopo aver incassato un break di 5-0 la bomba di Stipcevic risveglia il Banco. Ma l’Oldenburg è implacabile e firma il +10 con il capitano Paulding. A coach Pasquini non basta un concreto Pierre, si va negli spogliatoi sul punteggio di 47-33. Al rientro dall’intervallo lungo i giganti non riescono a invertire l’inerzia del match e subiscono l’offensiva tedesca. Botta e risposta dall’arco tra Polonara e Schwethelm, l’Ewe mette a segno un parziale da 6-2. I padroni di casa bombardano dall’arco firmando il massimo vantaggio di +25. Gli uomini di coach Pasquini provano ad accorciare con Randolph. Al 30’ il tabellone dice 67-47. Polonara, Spissu e Bamforth provano a condurre la rimonta sassarese ma i padroni di casa restano saldamente in controllo e respingono ogni tentativo di risalita dei biancoverdi (90-72).

Ewe Oldenburg 90 – Dinamo Banco di Sardegna 72

Parziali: 23-21; 24-12; 20-14; 23-25.

Progressivi: 23-21; 47-33; 67-47; 90-72.

Ewe Baskets. Hujic, Tadda, Massenat 10, De Zeeuw 12, Bacak 2, Wohlrat, Paulding 25, Mahalbasic 8, Philmore 3, McConnell 10,  Schwethelm 12, Loesing 8. All. Mladen Drijencic

Banco di Sardegna. Spissu 8, Gallizzi, Bamforth 4, Planinic 12, Devecchi, Randolph 8, Pierre 16, Jones 4, Stipcevic 3, Hatcher 4, Polonara 13, Picarelli. All. Federico Pasquini.

Sassari, 20 dicembre 2017

Commenta
(Visited 43 times, 1 visits today)

About The Author

еще по теме ry-diplomer.com

yarema.ua

www.iwashka.com.ua/katalog-tovarov/razvitie-malysha/prorezyvateli-i-pogremushki/