La Libertas Alcamo segna ancora 97 punti e tramortisce Barcellona

Più forte anche delle avversità e capace di cementare il gruppo per battere sfortuna e avversari. Così la Libertas, mettendo in campo atleti febbricitanti e che non si erano allenati per una settimana, batte nettamente l’Or.Sa. Barcellona, nonostante le assenze di Ajola e Provenzano, e acciuffa gli stessi messinesi e il Giarre in settima posizione.

Una prestazione travolgente applaudita a lungo, a fine gara, dal competente pubblico alcamese. La Libertas infila quindi due vittorie consecutive e conferma i 97 punti realizzati anche con l’Agrigento.

Il match con Barcellona, delicato e difficile ai fini della classifica, ha rappresentato un vero e proprio “crescendo rossiniano” ma non soltanto nel punteggio il cui andamento parla da solo: + 14 al termine del primo periodo, + 20 al riposo lungo, + 35 all’ultimo mini-intervallo e addirittura + 41 (97 – 56) al termine dell’incontro.

La resistenza dell’OrSa, squadra composta esclusivamente da giovanissimi e serbatoio della capolista della serie B, è durata poco: break per gli ospiti di 5 a 0 in avvio e contro-break dei locali di 13 a 0. Già subito si sono quindi visti chiari segnali in favore di Alcamo: la reattività di uno stoico Manfrè (reduce da infortunio alla caviglia) a rimbalzo, l’eleganza di un immarcabile Calò, le conferme in punti e grinta di Ranalli, le qualità tecniche di Andrè, altro recuperato in extremis, che poi sarà il top-scorer dell’incontro con 17 punti impreziositi anche da due triple.

Nel secondo periodo si capisce che la Libertas di ieri non intendeva mollare di un sol centimetro e anzi, con l’eccellente apporto di Manuel Bottiglia (per lui 15 punti, tre “bombe” di cui una a freddo non appena alzatosi dalla panchina), tornato a giocare nel suo ruolo naturale di guardia, era capace di allungare costantemente il divario. Senza sbavature le prestazioni dei giovani Genovese e Amato, entrambi febbricitanti ma mai tiratisi indietro.

La peggiore settimana della stagione si è quindi conclusa nel migliore dei modi e nel finale di gara coach Ferrara mette anche in mostra un altro gioiellino, Giovanni Accardo, classe 2001, da Calatafimi, che segna da sotto e che replica con una “bomba” al primo tentativo.

Prestazione maiuscola collettiva e settimo posto servono anche ad augurare un ottimo Natale alla tifoseria. Ma le vacanze di fine anno durano davvero poco e la squadra è attesa da due trasferte in tre giorni, appuntamenti che potrebbero ridisegnare anche gli obbiettivi: mercoledì 3 gennaio contro i pari-classifica del Giarre e poi a Catania, nel giorno dell’Epifania, con il Cus, fanalino di coda ancora a zero punti ma formazione sicuramente tosta.

LIBERTAS – OR.SA. BARCELLONA 97 – 56 [parziali 25-11, 54 – 34 (29-23), 78-43 (24-9), 97-56 (19-13)]

ALCAMO: Genovese 7, Ranalli 15, Milana, Marcianò, Bottiglia 15, Calò 16, Andrè 17, Manfrè 12, Amato 9, Agrusa ne, Accardo 5, Farina. Coach: Vincenzo Ferrara

BARCELLONA: Salvatico 7, Comelli 3, Mustacchio 2, Biondo 7, Brusca 8, Stakic, Vavoli 9, De Simone 9, Floramo 9, Cortina 2, Granic, Djuranoivc. Coach: Domenico Baldaro

fonte: ufficio stampa Alcamo

                                                                                               

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author

designedby3d.com/product-category/destiny/ghosts/

подробно www.etalon.com.ua

также читайте maxformer.com