La Libertas Altamura passa anche a Manfredonia

Torna con in saccoccia due importantissimi punti, la Libertas Altamura che ormai da ben 5 anni non violava il parquet sipontino. Per portare a casa la vittoria Fui e compagni hanno dovuto affrontare ben 3 supplementari, dopo una gara in cui si è quasi sempre rincorso gli avversari.

Dopo un primo quarto equilibrato, Altamura è inspiegabilmente crollata nella seconda frazione, parziale horror di 16-6 a favore dei locali. Nella ripresa si è tornato a giocare, grazie anche alla grande carica che ha dato Barozzi, con la sua stoppata e la sua schiacciata che hanno caricato i suoi. Altamura, nonostante l’antisportivo fischiato a Perrucci a 1’32” dal termine, ha ritrovato le forze per reagire e ha riacchiappato la partita portandola al supplementare. A quel punto la partita è diventata uno scambio di botta e risposta che hanno prolungato la tensione fino al 55^ minuto, fin quando Perrucci dalla lunetta ha firmato a 8” il 97-98, il quale diventerà definitivo anche dopo l’ultimo time-out locale e l’ultimo tentativo di Wright.

LA CRONACA

Lo starting-five dei locali è composto da Wright, Johnson, Dispinzeri, Padalino e capitan Gramazio, purtroppo Ciociola deve ancora far a meno di Padalino N. out per infortunio; coach De Bartolo parte, invece, con Perrucci, Radovic, Maietta, Barozzi e De Bartolo.

I locali partono con le polveri bagnate, e bisogna attendere 3’20” prima di vedere un loro canestro, mentre la Libertas si è portata sul 0-6. Poi, però, un controparziale biancoceleste ristabilisce la parità. Le difese hanno buon gioco sugli attacchi, fin quando Manfredonia prova la prima fuga con un buon Dispinzeri che mette dentro due triple consecutive che valgono il +6. Altamura, però, ricuce il gap e il quarto si chiude 20-19.

De Bartolo prova a mescolare le carte mettendo dentro Fui e Vignola, ma l’Altamura va in affanno, anche a causa di una marcatura strettissima riservata su De Bartolo. L’apporto di Chiappinelli da più dinamicità all’attacco sipontino che trova una certa confidenza da oltre l’arco, mentre Altamura litiga con il cesto. C’è poco da dire Manfredonia conduce meritatamente e va al riposo sul 36-25.

Al rientro, quando Wright scalda il polso da oltre l’arco, la Libertas sembra affondare, ma Fui e Barozzi rispondono da tre. Il -14 sembra lontano, i murgiani si rifanno sotto spronati da Air Barozzi che stoppa Padalino lanciato i contropiede e un paio di azioni dopo va a schiacciare imperiosamente. Queste sono due scintille che riaccendono i biancorossi: Vignola spara da tre, mentre Perrucci ricomincia a martellare il canestro in penetrazione. Altamura c’è e si gioca tutto negli ultimi 10′, dovendo recuperare solo 8 lunghezze, 57-49.

Nell’ultimo quarto De Bartolo fa la voce grossa costruendosi un parziale di 5-0. Manfredonia è imprecisa, ma la Libertas lo è ancora di più da olte l’arco e questo porta le due squadre a mantenere sempre 4 punti di distacco. Il time-out di coach Ciociola non produce gli effetti sperati e l’Altamura si avvicina sino al 61-60 a 4’55” dal termine. Manfredonia, però, riesce a ritrovarsi e si porta sul 71-64 grazie ad un antisportivo fischiato a Perrucci, con 1’32” da giocare. Sembra fatta ma Barozzi è l’ultimo a gettare le spunga e conquista un canestro e fallo che realizza. A 48” l’Altamura è a -4, quando Wright sbaglia, ancora, e De Bartolo va a segno dalla lunetta. I locali chiamano time-out ma è ancora De Bartolo a tenere accese le speranze murgiane appoggiando a canestro. Nell’ultima azione Wright fa solo ½ dalla lunetta, mentre, dopo un time-out, Radovic pareggia, 72-72. Sarà over-time.

Nei primi minuti i padroni di casa si portano sul +4, ma Barozzi mette una bomba. I due allenatori decidono di giocarsela con gli stessi uomini, con Ciociola che francobolla Wright su Radovic. La mossa produce un 4-0 per i locali. Per l’ennesima volta sembra fatta per l’Angel, senza, però, fare i conti con la fame di vittoria degli altamurani che vanno a riconquistarsi un altro over-time, 79-79.

Nel secondo over-time coach Ciociola rompe la stasi inserendo Totaro, che fino a quel momento era apparso molto in ombra. È, invece, proprio lui a conquistare un prezioso rimbalzo in attacco che Chiappinelli trasforma in tripla. Manfredonia è ancora una volta sul +4. Altamura ritenta l’impresa con Radovic precisissimo dalla lunetta, ma lo è anche Totaro. A spezzare le gambe ai locali è lo stesso Perrucci che fa 0/2 dalla lunetta a 59” sul -4, ma Dispinzeri forza da tre e da un’altra opportunità a Barozzi di riavvicinarsi. Il n. 16 altamurano non sbaglia, ma il capolavolo lo compie De Bartolo sulla rimessa successiva, ruba palla e si invola in contropiede: antisportivo a Dispinzeri e pari 89.

Nell’ultimo supplementare, l’inerzia sembra non cambiare. Le due squadre si equivalgono e l’equilibrio è regnante. Coach De Bartolo, allora, decide di mettere dentro Maietta. Altamura si risistema in difesa ed ha la forza di portarsi sul +3, ma capitan Gramazio da oltre l’arco pareggia e fa esplodere il palazzetto. Proprio Gramazio, però, si accomoda in panchina per sopraggiunto numero di falli. Dalla lunetta Perrucci fa ½ a 8”, quando proprio in quel momento la panchina locale si accorge di avere un altro time-out. Purtroppo Wright è impreciso. Altamura vince 97-98 e fa festa.

PARZIALI: 20-19, 36-25, 57-49, 72-72, 79-79, 89-89, 97-98

TABELLINO LIBERTAS ALTAMURA: Fui 6, Barozzi 25, De Bartolo 20, Radovic 18, Castellano R. ne, Castellano S. ne, Vignola , Perrucci 20, Maietta 4, All. De Bartolo, Ass. Gelao

TABELLINO ANGEL MANFREDONIA: Wright 24, Dispinzeri 13, Gramazio 13, Padalino A. 9, Johnson 21, Totaro 2, Chiappinelli 15, Vitulano ne, Miscio, All. Ciociola, Ass. Carbone

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author

igloo bear proof cooler

у нас agroxy.com