La Libertas Livorno in Serie B

Capitan Edo Nesti sta tagliando la retina in mezzo ad una marea gialloblù, ma nessuno ancora ci crede. I pizzicotti non sortono effetto, il sogno è vivido. La Libertas Livorno torna dopo quasi 30 anni in Serie B e lo fa vincendo Gara 3 contro gli arcirivali della Pielle, di fronte ad un PalaMacchia strabordante di spettatori, ben oltre i 3500. Ebbene si, coach Pardini ha condotto i suoi ad un cammino perfetto nei playoff, 7 vittorie e nessuna sconfitta, mostrando a tutti che razza di squadra sia la sua, capace di conquistare anche l’ultima vittoria, al termine della consueta battaglia.
Il primo ringraziamento va ai tifosi libertassini, capaci di sostenere (tanti o pochi che fossero) la loro Libertas Livorno anche nei momenti più difficili e sui campi più lontani. Poco ci interessa la “rivalità” con la curva Piellina, il nostro applauso più caloroso è tutto per gli Sbandati. Ma che dire di questa gruppo straordinario che Giovanni Pardini ha giustamente definito come “quasi imbattibile”, un gruppo di giocatori che sempre ha creduto nella vittoria più grande, anche quando nessuno avrebbe scommesso un centesimo sul loro successo, rialzandosi sempre dopo ogni sconfitta e capace di dare il meglio quando più è contato. Semplicemente fantastici. Ma gli attori sono niente senza un vero regista e coach Gabriele Pardini ha dimostrato come, nonostante la sua giovane età, sia già un allenatore di alto livello. Il record nella post season parla chiaro e, soprattutto, parla da solo.
Una vittoria di tutta la famiglia libertassina che adesso s’impegnerà se possibile ancora di più per far si che anche la Serie B possa essere qualcosa di speciale.
Grazie, ovviamente, anche a Officine Opus, il main sponsor che ha sostenuto, anche economicamente la Libertas e che ha partecipato con entusiasmo a questa incredibile avventura.
Un grande applauso va ai nostri avversari della Pielle, la cui stagione è stata comunque straordinaria e alla quale auguriamo il meglio, soprattutto tanti altri derby. Perchè un PalaMacchia tanto gremito non si vedeva da troppo tempo e la Livorno dei canestri se lo merita. Uno speciale ringraziamento va a Stefano Scardigli, dirigente della Pielle, che si è recato personalmente negli spogliatoi gialloblù per complimentarsi con i vincitori. Gesti nobili che fanno bene a tutti.
Adesso è il momento di godersi questi giorni di festa, poi si tornerà a lavorare perchè, come detto, la Libertas il prossimo anno sarà in Serie B!

L’ultima dedica, infine, è la più importante ed è desitinata a tutti coloro che negli anni hanno reso immortale la Libertas Livorno e che oggi non ci sono più. In particolare a te Abdul, questa promozione è tutta tua.

Libertas Livorno – Pielle Livorno 61-58
(20-21, 12-16, 19-10, 10-11)

Libertas Livorno:
Marchini 2, Congedo 2, Dell’Agnello 8, Ristori, Mariani 15, Mangoni, Brunelli, Nesti 12, Armillei 18, Pantosti, Ferretti, Beltran 4.
All. Pardini

Pielle Livorno:
Massoli 12, Bertolini 4, Burgalassi 2, Malvone 17, Giannetti, Cianetti, Capobianchi 3, Dell’Agnello 11, Sidoti 7, Vannini, Venditti 1, Buzzo 1.
All. Mori

Commenta
(Visited 124 times, 1 visits today)

About The Author

кеды ванс