La Novipiù Casale cerca il successo esterno a Roma

Quinta giornata di campionato per la Novipiù Casale, che sul parquet del PalaTiziano di Roma sfiderà l’Eurobasket Roma, neopromossa della categoria che ha all’attivo una sola vittoria (87-79 contro Trapani). La Novipiù arriva alla gara ancor priva di vittorie, con l’obiettivo di interrompere la sua serie negativa e di fronte due ex rossoblù: Matteo Malaventura e Nikolai Vangelov.

GLI AVVERSARI – L’Eurobasket Roma si presenta alla gara di domenica dopo aver subito la sconfitta per 59-78 contro i Legnano Knights. Coach Davide Bonora potrà contare sui due americani: il play-guardia Michael Deloach, 20.5 punti con 38% da tre punti, 6.8 rimbalzi e 3.5 assist e l’ala/centro Tony Easley che viaggia a 10.5 punti di media con il 69% dalla media distanza e 9.8 rimbalzi. Estremamente esperto il nucleo italiano, dall’ala italiana Alex Righetti, 12.8 punti con il 38% dalla lunga distanza, l’89% ai liberi e 4.1 rimbalzi), all’ex di turno Matteo Malaventura (a Casale dal 2010 al 2013), con 9.5 punti con il 26% dall’arco e 1.5 assist. Importante, nella promozione dell’anno passato, il play oriundo Nicolas Stanic (8.3 punti, 33% al tiro da tre, 90% ai liberi e 3 rimbalzi). Arrivato in estate, invece, il secondo ex di giornata: il centro bulgaro Nikolai Vangelov, l’anno scorso a Casale, e in campo nelle prime 4 partite per 7.3 minuti (2.8 punti, 1.1 rimbalzi).

I PRECEDENTI – Non ci sono precedenti tra Novipiù Casale ed Eurobasket Roma.

BORSINO JUNIOR – Problemi nell’allenamento di giovedì per Simone Bellan (caviglia) e Giovanni Tomassini (adduttore). Non dovrebbero essere in dubbio per la partita di domenica. Il resto del roster non ha impedimenti fisici e sarà a disposizione di coach Marco Ramondino

LE DICHIARAZIONI – Dobbiamo continuare il nostro percorso facendo magari il passo più difficile – così coach Marco Ramondino presenta la gara contro Eurobasket Roma -, ovvero quello sotto l’aspetto mentale della continuità e della durezza per affrontare e gestire meglio alcuni momenti della partita. Roma è una squadra con un altissimo livello d’esperienza e con un assetto particolare perchè giocano sempre con quattro giocatori perimetrali. Quindi è una squadra che rende difficili alcune cose come, ad esempio, la transizione difensiva sui loro tiratori. Noi dobbiamo fare grande attenzione ad evitare errori difensivi perchè loro sono molto esperti e sanno come punirli. Inoltre, dovremo essere bravi in attacco a non giocare solo sul perimetro, ma attaccare l’area per avere canestri da vicino e guadagnare tiri liberi”. 

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author