Ultimo Christmas Game dei Knights con Scafati

Il recupero della undicesima giornata con Scafati, è l’ultimo dei Christmas Games del Legnano Basket, che scenderà in campo domani sera alle 20:30 al PalaBorsani.
Legnano è reduce da 2 vittorie dopo un periodo buio durato quasi un mese, mentre Scafati è 1-1, anche se le due squadre hanno entrambe 16 punti in classifica.

Giovanni Perdichizzi, confermato dopo la sostituzione dello scorso anno di Markovski, ha dovuto già sostituire un giocatore straniero, inserendo Andrew Lawrence (miglior realizzatore della squadra con 18.3 punti di media) al posto di Anthony Miles.
Lawrence è un play/guardia di origine britannica, ma con una formazione avvenuta al College of Charleston Cougars in South Carolina.
Prima di arrivare a Scafati, per lui ottimi anni al KK Zara, poi in Spagna al San Sebastian, in Kossovo al Pristina e in Francia al Châlons-Reims.
Giocatore atletico, preferisce soluzioni da due a tiri dalla lunga distanza, ma è anche in grado di coinvolgere i compagni di squadra nel gioco (4.3 assist)

Secondo straniero di Scafati è Brandon Sherrod, ex di Roseto, che lo scorso anno eliminò i Knights dai playoff.
Ala forte, classe 1992, alto 198 cm per 108 kg, è maturato cestisticamente all’Università di Yale, dove ha partecipato al campionato NCAA dal 2011 al 2016, chiudendo l’ultima annata con 12,7 punti e 7 rimbalzi di media in 27,8 minuti di utilizzo. In questa stagione produce 16.5 punti di media, con 6.5 rimbalzi. Pericoloso vicino a canestro, ha un limitato raggio di azione, ma con il suo fisico strutturato è un ottimo rimbalzista e buon difensore.

Primo marcatore con 9 punti di media tra gli italiani è Marco Santiangeli, ala piccola, classe ’91, è cresciuto cestisticamente nelle fila della Vigor Matelica, squadra del suo paese di origine, in provincia di Macerata, dove è riuscito a guadagnarsi anche la convocazione nella nazionale under 18. Nell’estate 2009 viene ingaggiato dall’Aurora Jesi, dove negli anni successivi ha ottenuto risultati prestigiosi con il settore giovanile, meritandosi anche la convocazione nella nazionale under 20. Con quest’ultima ha preso parte anche alla FIBA EuroBasket Under 20 di Spagna nel 2011, dove ha conquistato l’argento.

Insieme a loro nel quintetto base, solitamente, partono anche Nicholas Crow e Gabriele Spizzichini
Nicholas Crow è un figlio d’arte (il padre è l’ex cestista statunitense Mark Crow), nato e cresciuto a Rimini.
Dopo aver svolto la trafila delle giovanili con la formazione romagnola e collezionato anche tre apparizioni in prima squadra, i Crabs lo cedono in prestito in terza serie: sia nella parentesi a Fossombrone che nei seguenti due anni a Brescia ha fatto registrare una media punti in doppia cifra. Al suo ultimo anno in terra bresciana, contribuisce alla promozione dei biancazzurri in Legadue.
Nell’estate 2011, complice la liquidazione del club riminese, Crow viene ingaggiato dall’Upea Capo d’Orlando con cui disputa anche in questo caso la terza serie nazionale, sfiorando i 12 punti e 6 rimbalzi a partita.
Un anno più tardi debutta in Serie A con la canotta di Avellino, tuttavia è costretto a saltare gran parte del campionato a causa di un serio infortunio al polso destro.
Dopo una stagione trascorsa in Serie A alla Victoria Libertas Pesaro, passa a Scafati dove oggi mette a segno 8.1 punti di media con 4.7 rimbalzi e 3.8 assist
In cabina di regia, Spizzichini, play classe 1992, alto 195 cm, che ha mosso i suoi primi passi nei mondo della pallacanestro prima con il Basket Roma e poi con la Virtus Bologna, società con la quale esordisce giovanissimo in massima serie nelle stagioni 2009/2010 e 2010/2011. La sua definitiva consacrazione arriva con la maglia della Virtus Siena in Div. Naz. A (stagione 2011/2012); sempre in Div. Naz. A gioca le successive due stagioni, tra le fila della Pall. Ferrara 2011. La stagione 2014/2015 effettuava un salto di categoria (serie A2 Gold) e veste la maglia dell’Orange Moon Barcellona allenata proprio da coach Giovanni Perdichizzi, consacrandosi anche in questo campionato. Il legame che si crea con l’allenatore è tale da permettergli di essere una delle prime scelte della sua nuova società (Givova Scafati) nella stagione 2015/2016 (6,1 punti, 3,4 rimbalzi e 2,6 assist di media), conquistando la Coppa Italia di categoria e chiudendo la stagione in gara cinque della semifinale play-off contro la Leonessa Brescia. La Coppa Italia la riconquistava anche un anno più tardi con la maglia della Virtus Bologna, contribuendo altresì, con le sue ottime percentuali, alla vittoria del campionato di serie A2 ed al conseguente salto in massima serie, prima di rientrare in estate a Scafati

Dalla panchina si alzano uomini di esperienza che garantiscono solidità alla Givova: Alex RanuzziMarco Ammannato e Gabriele Romeo
Ranuzzi, ala piccola classe 1986, cresce cestisticamente nelle fila della Virtus Bologna e, terminata la trafila delle giovanili, all’età di 20 anni inizia a calcare i parquet più importanti dello Stivale, indossando la maglia del PentaGruppo Ozzano, dove disputava da comprimario quattro campionati di fila, due in serie B e due in serie A Dil. La stagione successiva (2010/2011) gioca con la Fulgor Libertas Forlì in Legadue, per poi scendere in Div. Naz. B nel 2011/2012 e vestire i colori della . Bologna, chiudendo la stagione con 16,67 punti in circa 32’ in media di utilizzo. Gioca nel 2012/13 con l’SBS Castelletto in Div. Naz. A, poi è con gli Stings di Mantova, prima di essere protagonista della risalita dagli inferi della pluriscudettata Mens Sana Siena, con cui disputa due stagioni consecutive. La scorsa stagione, infine, ha giocato in serie A2 Est con l’Andrea Costa Imola, prima dell’arrivo a Scafati
Altro avversario dei Knights nelle passate stagioni è anche Marco Ammannato, ala grande di 202 cm, che, dopo le giovanili a Siena, sviluppa la sua carriera tra la B e la A2 con le maglie di Virtus Siena, Pavia, Omegna, Veroli, Reggio Calabria e Tortona.
Con Scafati, in 20 minuti di gioco, segna 5.9 punti di media, con un ottimo 52% da 2 punti e 3.9 rimbalzi di media.
Gabriele Romeo, classe 1997, atleta romano, è una guardia-play di 180 cm proveniente dall’Eurobasket Roma, via Agropoli. Nonostante la giovanissima età, ha già esordito nel febbraio 2015 in A1 con la casacca della Virtus Roma, realizzando 5 punti nella partita contro Pesaro.

A chiudere il roster, Vincenzo Pipitone, altro figlio d’arte, è nato a Marsala (Tr) nel 1994 ed è da sempre nel giro delle nazionali giovanili, con cui ha partecipato al Campionato Europeo Under 16 nel 2010 e quello Under 18 nel 2012; ha fatto poi parte anche della Nazionale Under 20 e poi di quella sperimentale.
Cresciuto cestisticamente nelle giovanili della Fortitudo Bologna e della Reyer Venezia, ha esordito nel professionismo, in Div. Naz. A Silver prima (2013/2014) e serie A2 Silver poi (2014/2015), in maglia Mobyt Ferrara, società con cui è rimasto per due stagioni. Si è poi trasferito più a nord, per indossare la casacca dell’Alma Trieste, sempre in serie A2 (girone est), facendo sempre buone cose. La sua esperienza friulana, in questa seconda stagione, è durata però solo fino a gennaio, quando ha deciso di passare alla NPC Rieti (serie A2, girone ovest), dove si è distinto positivamente, con medie interessanti: 2,5 punti e 2 rimbalzi in circa 13’, dopo 14 uscite ufficiali.

SITUAZIONE KNIGHTS
Giorni di gestione per William Mosley, mentre tutti gli altri Knights allenamenti regolari

ARBITRI
1° Arbitro: BARTOLI ENRICO di TRIESTE (TS)
2° Arbitro: DI TORO CLAUDIO di PERUGIA (PG)
3° Arbitro: NUARA SALVATORE di SELVAZZANO DENTRO (PD)

SITO E SOCIAL
Live twitting alla fine dei quarti.
Aggiornamenti Facebook e Instagram
Giovedì il commento, le foto e i video della gara sul nostro sito

TV E MEDIA
Diretta streaming su LNP TV PASS dalle 20.30
Differita della gara giovedì 04/01 su Tele7Laghi (LCN 74) dalle ore 20.30

Fonte: Uff. Stampa Legnano Basket Knights

Commenta
(Visited 49 times, 1 visits today)

About The Author

www.exstraeconom.kiev.ua

https://np.com.ua

https://xn----7sbajornvhu8c.com.ua