Lettera 22 Ivrea - Vimark Cuneo 57-63

LETTERA 22 IVREA   57

VIMARK CUNEO        63

(18-22, 29-35, 44-45)

La Vimark torna da Ivrea con due punti in tasca e centra la prima vittoria in trasferta, la seconda consecutiva.

Una partita non bellissima dal punto di vista del gioco – non sempre infatti si è vista una buona pallacanestro – caratterizzata soprattutto nel finale, da numerosi passaggi a vuoti su ambo i fronti.

I cuneesi reduci dall’ottima prestazione contro la Msp Newform Borgosesia erano ben intenzionati a fare bottino pieno per risalire una classifica che li vede relegati nella parte bassa.

Seppur non sempre brillando, la risposta è stata positiva, i ragazzi di Mauro Sandrone sono riusciti a compattarsi e a trovare la zampata vincente nel momento in cui era necessario dare una svolta al match.

“Era importante vincere non solo per la classifica, ma soprattutto per il morale – dichiara nel post partita il vice allenatore, Marco Tempesta. Non sempre siamo stati continui come sabato scorso, questa sera abbiamo accusato a tratti i nostri soliti black out, ma a dispetto delle precedenti partite, la squadra ha reagito bene ed è riuscita a ritrovare la lucidità necessaria per portare a casa i due punti. Una bella iniezione di fiducia in vista del prossimo match casalingo contro la Pallacanestro Ciriè”.

Primo quarto nel complesso positivo, la Vimark attacca bene e con continuità, l’unica pecca è in fase difensiva dove i ragazzi di Sandrone concedono troppi secondi tiri ai padroni di casa che restano sempre nella scia (22-18).

Seppur faticando Cuneo riesce a tenere a distanza Ivrea, ancora qualche errore di troppo e poca concretezza nei momenti clou del quarto, fan si che gli eporiedesi accusino uno svantaggio di sei lunghezze (35-29).

Tutto da dimenticare il terzo periodo: approccio decisamente sbagliato alla ripresa del gioco, i biancoazzurri infatti scendono sul parquet privi di verve e mordente favorendo così il ritorno dei padroni di casa che passano addirittura a condurre di quattro punti (39-35). 

Sandrone striglia a dovere la squadra che nelle battute finali recupera terreno e torna avanti seppure di una sola lunghezza (45-44).

Ultima frazione di gioco decisamente infuocata: dopo quattro minuti in cui accade veramente di tutto con continui ribaltamenti di fronte e poca concentrazione da ambo le parti, è la Vimark a prendere il comando delle operazioni. 

Maccario e Benzo lasciano la loro impronta al match, le tre bombe sparate (due il primo e una il secondo) consentono di scavare il solco e balzare a + 10 (54-44). Il coach cuneese predica calma, Massucco e compagni lo ascoltano e si limitano a controllare la situazione. Dalla lunetta Massucco e Maccario rendono vani i tentativi dell’Ivrea di rientrare in partita e al 40’ i cuneesi brindano ad una vittoria sofferta, ma meritata (63-57).

Sabato appuntamento casalingo contro la Pallacanestro Ciriè reduce dalla vittoria interna contro la Pallacanestro Chivasso (66-57).

Lettera 22 Ivrea: Monfroglio 2, Tampellini 10, Cambursano 12, Ramella 12, Stodo 18, Castello 9, Burrone 2, Fancelli, Ferraris, Gillio Tos, Tahir, Strumia. Allenatore: Cossavella

Vimark Cuneo: Massucco 4, Grosso 8, Dedaj 12, Rocchia T. 10, Comino 10, Lukumiye 2, Maccario 11, Benzo 7, De Simone, Paoletto, Baudino n.e. Allenatore: Sandrone

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author