Libertas Liburnia-Pall. Agliana 63-47, l'Agliana dura solo un quarto

Serata da dimenticare per la ASD Pallacanestro Agliana che nel suo secondo viaggio stagionale al PalaMacchia di Livorno, è uscita sconfitta 63-47 dalla Libertas Liburnia . Dopo la convincente vittoria contro Certaldo (la terza consecutiva), è arrivato un nuovo stop per la truppa allenata da Paolo Bertini che stavolta ha fatto più fatica del solito nella metà campo offensiva. La partita è rimasta in bilico per 10 minuti, chiusi dai labronici sul +2 (15-13), ma poi è stata condotta sempre dai padroni di casa (arrivati a toccare anche il +20) senza che Agliana piazzasse mai break pericolosi. Questo perchè se in difesa almeno l’ordinaria amministrazione è stata svolta, in attacco i neroverdi hanno tirato con il 33% da due (13/39) e il 16% dall’arco, segnando appena due triple sulle 12 tentate. La Endiasfalti ha avuto la possibilità di agganciare gli avversari ad inizio ripresa, quando un digiuno di canestri lungo cinque minuti poteva cambiare le sorti del match ma l’operazione non è andata a buona fine con Nieri e soci che sono arrivati a giocarsi l’ultimo periodo sul punteggio di 49-34. La prestazione opaca e la poca brillantezza offensiva si sono perpetuate anche nei 10 minuti finali, non permettendo di andare oltre il -10.

Una partita certamente non bella – spiega senza troppi peli sulla lingua coach Paolo Bertini – con il punteggio finale a testimoniare la poca qualità vista in campo. Una sconfitta meritata data la grande difficoltà a segnare con continuità, certamente per merito di Liburnia, che si è difesa bene sfruttando i cambi difensivi, ma anche per demeriti nostri che non siamo riusciti a leggere e sfruttare determinate situazioni“.

Il problema – prosegue l’allenatore dei neroverdi – è che facevamo canestro con troppa difficoltà. A fine primo tempo i 33 punti subiti potevano andare bene ma i 22 fatti dovevano farci drizzare le orecchie; difficile vincere con 44 punti realizzati. Abbiamo giocato una partita piena di alti e bassi, non dando mai l’idea di poter mettere la testa avanti. In difesa il nostro compitino lo abbiamo fatto, siamo mancati nell’altra metà campo in quanto a qualità ed iniziativa. Non dobbiamo però fare drammi, ma fare esperienza di questo, voltare pagina velocemente e prepararsi ad una nuova settimana di allenamenti“.

Anche perchè il campionato corre veloce e la prossima settimana è già tempo di consumare la decima giornata, quando sul neutro del PalaBertolazzi arriverà Carrara. Un avversaria ostica e che la Endiasfalti conosce molto bene. A livello di classifica, Agliana è sempre stabile al sesto posto ed ha perso contatto solo con Lucca e ed Empoli (prima in solitaria). Castelfiorentino, Don Bosco e Pielle hanno invece rimediato delle sconfitte.

TABELLINI

Libertas Liburnia – Endiasfalti Agliana 63-47

Liburnia: Dell’Agnello 12, Picchianti 2, Mori 2, Mariani 6, Maritano 2, Brunelli, Nesti 12, Armillei 15, Marchini 7. All. Pardini.

Endiasfalti: Zaccariello 7, De Leonardo 3, Cavicchi, Cavazzoni 2, Bargiacchi 5, Belotti 2, Pinna 12, Mancini 2, Nieri 12, Puccioni 2. All. Bertini.

Parziali: 15-13, 33-22, 49-34.

Classifica dopo la 9a: Lai Empoli 16 punti; La Falegnami Castelfiorentino, Geonova Lucca 14 punti; Don Bosco Livorno, Pielle Livorno 12 punti; Endiasfalti Agliana, Lorex Sport Valdisieve 10 punti; Bama Altopascio, Lorenz Certaldo, Liburnia Basket, Avis Montale 8 punti; Sibe Prato, Boldrini Selleria Folgore 6 punti; Synergy Valdarno, Olimpia Legnaia CMC Carrara 4 punti.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Pall. Agliana

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

もっと

nl.ua/ru/mebel/korpusnaya_mebel/detskaya_mebel