L'OraSì Ravenna è grande nel secondo tempo, Jesi battuta 82-71

OraSì Ravenna – Aurora jesi 82-71 (21-24, 38-44, 62-55)

Ravenna: Smith 18, Scaccabarozzi ne, Sgorbati 10, Chiumenti 7, Marks 17, Raschi 6, Masciadri 8, Tambone 9, Crusca, Seck, Sabatini 7. All. Martino.

Jesi: Alessandri 8, Scali ne, Maganza 15, Moretti ne, Janelidze 3, Bowers 19, Vita ne, Davis 17, Benevelli 9, Picarelli. All Cagnazzo.

E’ un’OraSì Ravenna capace di reagire alle difficoltà quella che batte Jesi 82-71 grazie a un secondo tempo da +17. Dopo aver sofferto ancora una volta l’orario e il giorno particolare della partita, dimostrando le stesse difficoltà al tiro della partita contro Piacenza, soprattutto nel secondo quarto, i giallorossi trovano la giusta intensità difensiva nella ripresa, quando i canestri di Derrick Marks (17 punti, 10 nel terzo quarto) e la solita grande presenza sotto canestro di Taylor Smith decidono l’incontro. Il centro americano firma una doppia doppia da 18 punti e 14 rimbalzi, a cui aggiunge addirittura 7 stoppate e le tre schiacciate che negli ultimi 2′ chiudono la partita, esaltando il pubblico del Pala De Andrè. Tra gli ospiti ottima prova del duo americano Bowers (19 punti) – Davis (17) e di Maganza (15), mentre tra i ragazzi di Coach Antimo Martino spicca Giacomo Sgorbati che segna 10 punti tutti nel primo quarto, ma è attento e presente in ogni momento della partita.

LA PARTITA

I giallorossi partono fortissimo con un grandissimo Sgorbati da 10 punti, che valgono il primo allungo sul 12-2 iniziale. L’OraSì cala però in intesità difensiva dopo la metà del primo quarto, subisce un parziale di 5-15 e dal 16-9 si ritrova al primo intervallo sotto 21-24. Grazie all’apporto della panchina Ravenna prova a ricucire e trova il nuovo vantaggio in apertura di secondo parziale, ma i ragazzi di Coach Antimo Martino faticano a trovare l’energia per prendere il controllo del match e anzi subiscono un nuovo break di 6-15 guidato da Tim Bowers, che dal 32-29 fa piombare i padroni di casa a -6 sul 38-44 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

Al rientro dall’intervallo lungo l’OraSì trova la forza di reagire, partendo prima di tutto dall’intensità difensiva. I giallorossi trovano il controsorpasso a metà quarto sul 50-49, poi, nonostante un infortunio alla caviglia elimini dalla partita Masciadri, i punti di Marks (10 nel quarto) e la presenza sotto canestro di Smith firmano l’allungo fino al 62-55 finale. È ancora Bowers che suona la carica per gli ospiti in apertura di quarto periodo e trova il -3 sul 64-61 con un gioco da 3 punti, ma 5 punti consecutivi di Tambone valgono il 69-61 e costringono al timeout Coach Cagnazzo. Ravenna continua a sbagliare molti canestri facili e la rubata e canestro di Bowers vale il -4 sul 71-67, ma i giallorossi hanno il merito di non mollare e, prima due schiacciate di Smith, poi una bomba di Raschi e infine una terza affondata del centro americano in contropiede segnano il massimo vantaggio e il definitivo 82-71.

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

читать далее

www.nl.ua/ru/eilektrotovary