Novipiù Casale-APU G.S.A. Udine 83-81: grande rimonta dei ragazzi di coach Ramondino

Una partita fisica, dura e di altissimo livello ha dato il via ai Quarti di Finale Playoff tra Novipiù Casale e APU G.S.A. Udine: i friulani hanno condotto la partita per 30′, portandosi anche sul +14, am nell’ultimo periodo i rossoblu hanno ingranato la quarta e guidati da Blizzard e Severini hanno portato a casa Gara 1 con il punteggio di 83-81.

Martinoni apre la partita dalla media distanza, mentre in difesa i rossoblu stringono fin da subito le maglie della difesa: è Dykes a riuscire a trovare lo spazio per andare a canestro, ma dall’altra parte ci pensa Bellan a siglare il 6-2. Udine riesce ad impattare con Pellegrino e Dykes: la Junior tiene testa con Martinoni (8-6) e Nobile non riesce a realizzare dalla lunetta. Il ritmo e la tensione sono alle stelle con Pellegrino che va a segno da sotto le plance e Severini che realizza solo uno dei liberi a disposizione; Udine si porta a un possesso pieno di vantaggio con Raspino (9-12), ma Sanders vince un altro viaggio in lunetta e la sua mano non trema. Pellegrino fa valere la sua fisicità e Caupain ne approfitta subito: dal canto suo la Junior risponde ancora una volta con Sanders mentre Caupain è chirurgico a gioco fermo (13-18). Le due difese ora sono serrate, con Marcius che vola su ogni rimbalzo e chiude il quarto 15-18.

La Novipiù inizia subito il secondo quarto con una difesa serrata e con il botta e risposta tra Raspino e Tomassini: il PalaFerraris è una bolgia e alla schiacciata di Marcius (19-20) esplode, con coach Lardo che chiama immediatamente timeout. Al rientro la Novipiù vuole provare a premere sull’acceleratore me Benevelli non ci sta, mentre Martinoni risponde subito a dovere: Dykes è glaciale dalla lunga distanza ma il Capitano rossoblu prova a caricarsi i suoi sulle spalle siglando il 25-28. Benevelli infila un’altra tripla e coach Ramondino richiama i suoi in panchina: è Tomassini a scuotere i suoi dalla media, ma dall’altra parte c’è ancora Dykes a portare punti (27-36) agli ospiti. I rossoblu continuano ad essere aggressivi in difesa con i soliti Martinoni e Caupain a far muovere le rispettive retine: sono Pinton e Martinoni a mandare le squadre all’intervallo lungo sul 31-41.

Il canestro di Sanders e la tripla di Caupain danno il via al terzo quarto, mentre anche Severini si iscrive a referto un tiro dalla lunga distanza (36-44); Dykes e Mortellaro continuano a macinare punti per i friulani, mentre per Casale è Martinoni a muovere la retina. Il PalaFerraris prova a spingere i casalesi e la tripla di Tomassini sigla il 43-50: le schiacciate di Sanders e Marcius fanno esplodere il pubblico, mentre Mortellaro e Dykes provano a guastare la festa. Sanders e Bushati sono chirurgici dall’arco ed è ancora l’americano della Junior a griffare il 52-57: Marcius strappa ogni rimbalzo possibile, ma Raspino non perdona dalla lunga distanza e il quarto si chiude 54-60.

Blizzard e Pellegrino inaugurano l’ultimo periodo e le triple di Severini e Denegri portano la Junior sul 63-62: Udine prova a reagire ma la stoppata di Severini nega il canestro ai friulani e Bellan ne approfitta per andare a segno dalla lunetta. La formazione ospite ha un momento di appannamento e Severini sale ancora in cattedra dalla lunga distanza (67-62): Mortellaro e Severini muovono le rispettive retine e poi la Junior stringe le maglie in difesa e manda ancora una volta Blizzard a canestro. Gli animi in campo si surriscaldano, con la Novipiù che conduce 71-66: Marcius non smette di volare a rimbalzo e Caupain sfrutta un contropiede per tenere i suoi a stretto contatto. Raspino realizza ancora una volta dai 6.75 metri e Tomassini è chirurgico dalla linea della carità (75-71): i friulani si affidano ancora a Mortellaro, mentre Tomassini vince un’altro viaggio in lunetta. La Junior forza una volta di troppo in difesa e sono ancora tiri liberi, ma questa volta Dykes ne realizza solo uno dei due a disposizione: Severini mette a segno l’80-74 con un fondamentale gioco da tre punti e coach Lardo ferma il gioco. Dykes tenta l’ultima rincorsa con tre tiri a disposizione dalla lunetta, ma riesce a realizzarne solo due: dall’altra parte Sanders li realizza entrambi (82-76) e Caupain lo imita perfettamente e Dykes realizza la tripla dell’82-81. Coach Ramondino chiama timeout, al rientro è Blizzard ad andare in lunetta: è vittoria 83-81 per la Junior!

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO – APU G.S.A. UDINE: 83-81 (15-18; 31-41; 54-60)

NOVIPIU’ CASALE: Ielmini ne, Banchero ne, Denegri 3, Tomassini 11, Valentini, Blizzard 10, Martinoni 16, Severini 15, Cattapan, Bellan 3, Sanders 17, marcius 8. All. Ramondino

APU UDINE: Dykes 23, Mortellaro 10, Raspino 10, Nobile, Caupain 15, Pinton 3, Ferrari ne, Pellegrino 12, Benevelli 5, Bushati 3. All. Lardo

Coach Marco Ramondino: Questa è una vittoria importantissima, da questa partita non ci aspettiamo niente di meno dal punto di vista della durezza, della fisicità e del tatticismo. 

Soprattutto quando le cose non funzionano bisogna credere in quello che si fa: per seguire il ritmo offensivo abbiamo perso un po’ la bussola in difesa, poi nel secondo tempo i tiri sono entrati e abbiamo trovato il bandolo della matassa. Bisogna credere nel sistema di gioco e nei punti di forza individuali e di squadra. Noi possiamo giocare così anche Gara 2 che sarà comunque una battaglia in cui prevarrà chi avrà l’iniziativa rispetto all’avversario. Noi ci troviamo ad affrontare una delle squadre più attrezzate dell’intera Lega: ogni azione bisogna lottare per imporre il proprio gioco. Non dimentichiamo che coach Lardo ha fatto Finali Scudetto, Coppe Europee e tantissime partite dei Playoff: c’è quindi anche un fattore coach che incide molto. Avevamo lasciato in stand-by il minutaggio di Marcius, volevamo cavalcare tutti quello che riusciva a darci.

Negli sport di squadra, i premo individuali lasciano il tempo che trovano: questo premio non sarebbe stato possibile con nessun altro gruppo di giocatori, in nessuna altra città e contesto”.

Coach Lino Lardo: “Faccio i complimenti a coach Ramondino per il riconoscimento avuto e a Casale per il campionato. E’ stata una bella partita di basket, molto intensa; noi abbiamo dilapidato il nostro vantaggio, ci aspettavano il rientro di Casale nel secondo tempo e dovevamo essere un po’ più bravi a coprire i nostri tabelloni e in attacco la palla è girata un po’ meno bene. In tutti i casi devo dire che i ragazzi sono stati bravi perchè venire qui a Casale e giocarcela fino in fondo non era facile. Adesso speriamo di allungare la serie il più possibile: questa partita ci deve dare la consapevolezza che ce la possiamo giocare. Aggiusteremo qualcosa ma abbiamo dimostrato di essere una squadra che si è meritata i Quarti di Finale”.

Luca Severini: “E’ stata una partita tosta: Udine è una squadra esperta e il primo tempo abbiamo sofferto la loro fisicità mentre poi abbiamo aumentato l’intensità in difesa e abbiamo portato a casa la partita. Abbiamo iniziato a fare le cose che ci eravamo detti, a fare più attenzione ai dettagli e a provare a concedere meno rimbalzi in attacco: poi, facendo qualche canestro in più è stato tutto più facile. Gara 2 sarà sempre una partita come oggi, forse anche più difficile, loro non ci concederanno nulla e vorranno sicuramente pareggiare la serie”.

Comunicato e foto a cura di Ufficio Stampa AS Junior.

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author