Olimpia Milano, Pianigiani: "La gente premia chi si sbatte, a Milano progetto proiettato verso l'Europa"

Buona la prima per Simone Pianigiani sulla panchina dell’Olimpia Milano.

La squadra dell’ex coach della Mens Sana Siena ha infatti prima preso il largo, raggiungendo anche il +16, per poi resistere al rientro del Khimki nel finale.

Di sicuro il match è servito per trarre ulteriori indicazioni in vista anche dell’arrivo dei Nazionali.

Queste le parole del coach dell’Olimpia al termine della sfida al PalaDesio:

Un test molto positivo per noi, avevamo bisogno di affrontare una squadra di Eurolega. Nonostante i carichi di lavoro abbiamo trovato ritmo, pur sapendo di avere rotazioni corte.Ho buone indicazioni su cui lavorare. Era importante che i giocatori si trovassero nella distribuzione dei tiri o nel costruire gli spazi.

Sono davvero felice per la prestazione e l’atteggiamento. Per l’accoglienza sono sincero, ho avuto tanti attestati di stima anche prima di venire qua a Desio. E’ successo a Bormio ad esempio o anche in giro per Milano. E’giusto avere la serenità per pensare solo al lavoro e all’etica del lavoro, quel che all’Olimpia Milano è sempre stato premiato. La gente premia chi si sbatte.

Per la Supercoppa dobbiamo essere pronti anche se non lo siamo. E’altrettanto chiaro però che non accetto situazioni in cui si debba vincere una partita. Scelgo i progetti e la qualità del lavoro: qui c’è un modello serio, importante, proiettato verso l’Europa.

L’anno scorso Milano ha chiuso la stagione con gli uomini contati. Abbiamo abbondanza negli esterni ma non siamo tanto sui lunghi e non siamo tanti per quello che vogliamo fare, cioè allenarsi e giocare. E’ inevitabile però che le squadre oggi siano così”

Commenta
(Visited 57 times, 1 visits today)

About The Author