Pallacanestro Agliana, ufficiali i colpi Rossi e Meacci

Agliana, ufficiali Rossi e Meacci

Completato con due innesti il roster della Endiasfalti Pallacanestro Agliana per il campionato di Serie C Gold2017/2018. Il direttore sportivo Claudio Occupati ha messo a segno i colpi Emanuele Rossi e Leonardo Meacci, entrambi fini conoscitori della categoria e reduci da una stagione in cui hanno centrato playoff di Gold rispettivamente con Libertas Montale e Empoli, uscendo al primo turno. ConPaolo Bertini – recordman delle panchine toscane dato che è al timone di Agliana dal dicembre 2011 – e Filippo Toccafondi a fargli da assistente e lo zoccolo duro della squadra intatto, la rosa verrà ultimata con qualche under del settore giovanile..

Per quanto riguarda Emanuele Rossi, ala di 198 centimetri nato nel 1991, si tratta di un gradito ritorno dato che il ragazzo scuola Pistoia Basket ha mosso proprio ad Agliana i primi passi nei campionati senior, prima di passare aBottegone e ritagliarsi un ruolo da protagonista sia nei tre anni di DNC che nel biennio di B. Sceso in C Gold nel 2016/2017, Rossi si è dimostrato una letale bocca da fuoco risultando il secondo marcatore del campionato con una media di 17,89 punti (da due ha tirato con il 61,49%) nelle 31 partite in cui è sceso sul parquet, conditi da circa sei rimbalzi e due assist.

Le parole di Emanuele Rossi

“L’anno scorso si è trattato di una stagione importante e soddisfacente ma adesso sono approdato in una nuova squadra e voglio ripartire da zero. Giocherò insieme a ragazzi che conosco molto bene che ho incontrato sei anni fa in Serie D, proprio ad Agliana, ed alcuni anche a Prato ai tempi delle giovanili. Sono veramente felice di tornare in questa società adesso che sono più maturo, per dimostrare quanto valgo e con l’obiettivo ripagare la dirigenza per l’interesse che ha sempre mostrato nei miei confronti: non vedo l’ora di iniziare questa avventura!”, queste le prime parole di Emanuele Rossi in neroverde.

Leonardo Meacci e le sue parole

Leonardo Meacci è reduce da un’annata disputata tra Fucecchio (5,7 punti e 3,74 rimbalzi in 14 minuti di utilizzo medio) ed Empoli, con cui ha chiuso in crescendo confermando i numeri e una mano davvero calda dalla distanza più corta (55%), aiutando la sua squadra a piazzarsi al quinto posto finale. Si tratta di un classe 1995 alto 197 cm e che si muove bene da 4. Alla Endiasfalti Agliana ritroverà Filippo Toccafondi e Emanuele Zaccariello, con cui ha condiviso una parte della stagione 2014/2015 a Pontedera, una delle prime esperienze da senior. In precedenza le giovanili a Montecatini, un salto in B a Valsesia e un anno sia di Silver (Montale) che di Gold.

“Senza dubbio gli ultimi due anni in pianta stabile in Serie C mi hanno fatto crescere – si presenta l’ultimo arrivato in casa Pallacanestro Agliana 2000– oltre alla piccola esperienza in Serie B. Ho cambiato molte squadre e ho incontrato allenatori diversi che mi hanno insegnato tanto, da Bruno Ialuna a Montale a Polidori e Andrea Niccolai negli anni delle giovanili a Montecatini. Arrivo in una squadra che mi ha sempre dato l’impressione di essere organizzata e coesa, sia in campo che fuori; un grande gruppo in cui voglio inserirmi al meglio. L’obiettivo che mi pongo è quello di dare tutto per questa nuova maglia e di riuscire a dimostrare il mio valore, chiaramente vincendo il più possibile e creando un fortino inespugnabile in casa”.

Le dichiarazioni del Ds Occupati

“Abbiamo lavorato come è nostro solito, non stravolgendo la vecchia ossatura e inserendo un paio di giocatori congeniali al gioco che vogliamo sviluppare, sempre facendo attenzione alla loro carta d’identità”, spiega il ds Occupati. “Abbiamo aggiunto Emanuele Rossi che a livello emotivo è sempre stato attaccato alla nostra società e che ha già dimostrato di saper spostare gli equilibri e Leonardo Meacci, un ragazzo di grandi potenzialità che nonostante sia un ‘95 ha già tre campionati senior alle spalle in cui ha detto la sua. Dovrà impegnarsi e ritagliarsi il suo spazio all’interno del roster”.

“L’impegno è massimo anche per siglare un altro colpo importante – chiosa Claudio Occupati  – vale a dire mettere Gioele De Leonardo nelle condizioni di giocare e di tornare ai suoi livelli. Il grave infortunio all’occhio – subito all’ esordio in Coppa Toscana 2016 contro Quarrata – lo ha costretto a giocare con una maschera protettiva che lo limitava moltissimo e non gli ha permesso di esprimere al meglio le sue qualità. Abbiamo individuato un occhiale con cui possa avere una visione di gioco più libera. È il fiore all’occhiello del nostro settore giovanile, il primo ragazzo che una volta cresciuto è stato proiettato in prima squadra con minutaggio importante e perciò di esempio anche per gli altri giovani che militano nella nostra società, faremo di tutto per risolvere questa situazione”.

Commenta
(Visited 32 times, 1 visits today)

About The Author

Купить Левитра 10 мг

www.unc-mps.com.ua/uslugi/obmazochnaya-gidroizolyatsiya