Pallacanestro Crema contro Bakery Piacenza

Morale agli antipodi per le due formazioni di scena domenica al PalaCremonesi.

A far da contraltare all’esaltazione in casa cremasca, con la Pallacanestro Crema reduce da due successi consecutivi, c’è la delusione degli ospiti della Bakery Piacenza, che vengono dalla netta sconfitta interna contro Bergamo.

La formazione emiliana ha cambiato molto in estate: il direttore tecnico Bonaiuti ha affidato la guida della squadra al triestino Furio Steffè, la scorsa stagione a Montegranaro, coach di lunga esperienza con trascorsi da primo allenatore anche in A1 con la squadra della propria città, avendo fatto inoltre da vice a Banchi, Pozzecco e Pancotto.

Il quintetto titolare degli emiliani vede in posizione 1 Giacomo Sanguinetti, un playmaker dalla grandissima tecnica. Alto 183 centimetri è un tiratore preciso e dall’esecuzione rapidissima oltrechè un eccellente passatore.

Mattia Magrini, guardia del ’93 vivaio Mens Sana Siena, è stato capitano nel 2011 della nazionale under 18 che conquistò il bronzo agli europei di Polonia ed è un eccellente tiratore.

Nello spot di ala piccola il giocatore più rappresentativo di Piacenza, l’ex nazionale Matteo Soragna, bronzo europeo ed argento olimpico con gli azzurri. Per lui pochi minuti nei primi due incontri causa problemi fisici ed il ritorno a tempo pieno nell’ultimo turno.

Ha quindi trovato più spazio Ennio Leonzio, prodotto del vivaio della Stella Azzurra Roma autore di 11,5 punti di media nei primi due incontri.

Esperienza da vendere sotto le plance, dove nell’ultimo mercato sono arrivati Diego Banti, lungo mobile ed ottimo difensore, ed il combattente Massimo Rezzano, ala centro ex Matera e Reggio Calabria tra le altre.

Molto impiegato anche l’ala Matteo Samoggia, discreto realizzatore e buon rimbalzista, che ha raggiunto a Piacenza il fratello Giuliano, ex Fortitudo e Orzinuovi, anch’egli tornato pienamente disponibile contro Bergamo.

Da Monsummano, dove lo scorso anno è stato leader delle statistiche su assist e palle recuperate, è invece arrivato il playmaker Tommaso Tempestini.

Chiudono il roster avversario i giovani Filippo Guerra e Paolo Zatti.

In casa cremasca un po’ di apprensione per le condizioni di Petronio, reduce da un infortunio alla caviglia, e Pasqualin, alle prese con un’influenza, ma entrambi sembrano in grado di scendere in campo.

Un incontro che vede gli ospiti decisamente favoriti visto l’organico a disposizione, con Crema chiamata all’impresa sul piano dell’agonismo e della combattività: insomma, pane per i denti della banda di coach Baldiraghi.

Marco Cattaneo

Commenta
(Visited 36 times, 1 visits today)

About The Author