Pallacanestro Forlì-APU Udine, la rivincita quattro mesi dopo

Sono trascorsi poco più di quattro mesi dall’11 giugno scorso, quando, in un PalaTerme di Montecatini ‘colorato’ di biancorosso, l’APU Udine ebbe la meglio della Pallacanestro 2.015 nello scenario delle Final Four di Serie B, coronando così la stagione con una promozione alla prima ‘occasione’ della due giorni toscana. Forlì avrebbe raggiunto i friulani in Serie A2 appena ventiquattro ore dopo, certo, ma, come logica vuole, la truppa guidata da coach Garelli avrà pur sempre ‘covato’ un briciolo di voglia di rivalsa. E non c’è occasione migliore per prendersi una piccola ‘rivincita’ già a partire da domenica prossima, quando l’Unieuro ospiterà proprio Udine tra le mura amiche di un Palafiera ancora carico di entusiasmo per il successo contro Treviso.

Squadra, quella friulana, che ha cambiato davvero poco a livello di roster dalla positiva stagione in Serie B, confermando ben sette elementi oltre a coach Lardo. Sono infatti rimasti in maglia APU, tra gli altri, la dinamica ala Riccardo Castelli, il temibile play-guardia Mauro Pinton ed i veterani del gruppo Joel Zacchetti e Manuel Vanuzzo, quest’ultimo ancora in grado di dire la sua ai piani alti del basket italiano nonostante l’ex Sassari abbia superato la soglia degli ‘anta’ da qualche mese. I nuovi arrivati ‘italiani’, dunque, portano i nomi di Gino Cuccarolo (pivot di ben 221cm che conosce la Serie A2 ormai a memoria, la cui altezza, ovviamente, aiuta non poco in prossimità del canestro) e del playmaker Andrea Traini, classe ’92 di scuola Pesaro che negli anni non ha pienamente rispettato le promesse sul suo conto ma si è subito rivelato decisivo in queste prime uscite in maglia Gsa. Dopo aver ‘testato’ nel precampionato un paio di americani presto rispediti al mittente, la dirigenza friulana nelle ultime settimane ha inserito due Usa che si inseriscono a man bassa nel lotto degli stranieri ‘top’ del campionato. Giocatori del calibro di Stan Okoye ed Allan Ray, per intenderci, che, nonostante siano stati inseriti da pochissimo all’interno del gruppo (da circa un mese il primo, da appena una decina di giorni l’ex Virtus Bologna), 

hanno già fatto intendere di che pasta sono fatti incidendo in larga misura sugli schemi di coach Lardo.

L’Unieuro, dall’altra parte, arriva al match contro Udine sull’onda ‘positiva’ portata dall’importante vittoria di domenica scorsa contro Treviso, successo arrivato contro una corazzata dell’intera Serie A2 in un momento tutt’altro che semplice per la compagine forlivese. In settimana, ad ogni modo, i biancorossi hanno potuto riabbracciare Bonacini, tornato ad allenarsi regolarmente insieme ai compagni in seguito ad una distorsione alla caviglia subita contro Ravenna, così come stanno via via migliorando le condizioni di Vico, non ancora al ‘top’ della condizione nelle prime tre uscite stagionali. Forlì che dovrà però far ancora a meno di Pierich, alle prese con una fastidiosa infiammazione al ginocchio destro. L’ecografia dinamica sostenuta a Bologna giovedì scorso, ad ogni modo, ha dato un esito tutto sommato confortante, con il giocatore che dovrà ‘soltanto’ osservare un periodo di terapia conservativa e scongiurando quindi un intervento chirurgico ben più invasivo.

A margine, invece, teniamo ad informare i nostri tifosi che, eccezionalmente per la gara in questione, presso il nostro “shop” situato nel Parterre in zona bar (accessibile da tutti i settori) sarà possibile acquistare le dieci sopramaglie indossate dai giocatori durante il riscaldamento delle tre partite finora disputate. Il tutto con un piccolo ‘tocco’ degno di una ‘memorabilia’: le sopramaglie in vendita saranno infatti autografate da tutti i membri della squadra!

Appuntamento dunque fissato per domenica alle ore 18:00 al Palafiera: arbitreranno l’incontro i signori Alessandro Tirozzi di Bologna, Daniele Caruso di Pavia e Christian Mottola di Taranto.

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author