Pallacanestro Mantovana, coach Martelossi: "Concentriamoci su poche e semplici cose"

 

Il coach: “Concentriamoci su poche e semplici cose. Sarà determinante

l’impatto che avremo ad inizio gara. Il play biancorosso: “Abbiamo bisogno di

una vittoria per toglierci un macigno dalla schiena”.

“Meno si parla, più si gioca, meglio è. Facciamo cose semplici,

mettiamoci il cuore e divertiamoci, perché in fine dei conti il basket

è uno sport e le vere “pressioni” nella vita sono altre”. Nonostante

le tre sconfitte di questo avvio di campionato in casa Stings

regnano serenità e determinazione. Ad analizzare il pre partita di

Stings-Bondi Ferrara è l’head coach virgiliano Alberto Martelossi:

”In un momento così delicato la bravura deve essere quella di

concentrarsi su poche e semplici cose. In particolare, in questa gara

dovremo essere ‘affamati’ di secondi possessi, non concedere palle

vaganti o rimbalzi offensivi facili. Di sicuro ci aspettiamo di avere un

impatto diverso ad inizio gara, cosa che nelle prime uscite non è

stata assolutamente soddisfacente. E’ vero – ha proseguito il coach

– che i primi minuti di partita non sempre sono decisivi, ma

l’impronta la si mette proprio in quei frangenti. Non credo che

giocheremo un match di grande spettacolarità ma spero sia di

grande concretezza e duttilità. L’impatto dovrà essere aggressivo,

dobbiamo scendere in campo con gli occhi giusti sia per chi ci segue

sia per gli avversari che ci affronteranno. Ferrara è una squadra

imprevedibile e camaleontica con atleti che possono giocare in

diversi ruoli. Gli accoppiamenti saranno determinanti. Dobbiamo

pensare sempre di giocare uomo contro uomo senza lasciare loro

liberta d’azione. Abbiamo bisogno – ha concluso Martelossi – di una

prestazione difensiva di livello, così come viene sempre richiesto in

questo campionato. Al momento le squadre che stanno facendo

meglio sono proprio quelle che hanno una identità difensiva

assoluta”.

Ad affiancare il coach in conferenza stampa il playmaker

biancorosso Jacopo Giachetti, uno dei più positivi nelle prime tre

gare di campionato: “Siamo un’ottima squadra ma ci manca

qualche episodio positivo. Sono convinto che servirebbe una vittoria

per toglierci questo macigno che abbiamo sulla schiena. In

settimana lavoriamo molto bene ma la domenica, purtroppo,

perdiamo un po’ di certezze. Tre sconfite di fila cominciano ad

essere tante però – ha spiegato l’ex Olimpia Milano – dobbiamo

rimanere concentrati cercando di trasformare la rabbia in carica

positiva. Il gruppo è coeso e siamo pronti per fare una grande

partita. Abbiamo una possibilità importante per dare una svolta alla

stagione e iniziare finalmente il nostro cammino che fino ad oggi è

stato decisamente negativo”.

Chiusura riservata al presidente Marco Prandi che, ancora una

volta, ha voluto chiamare a raccolta il pubblico in vista della sfida

con Ferrara: “In questo momento così delicato chiediamo alla città

e ai tifosi di stringersi attorno alla squadra. Domenica abbiamo

bisogno del sostegno di tutti e di un palazzetto pieno che inciti i

ragazzi per tutti e quaranta i minuti”.

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author