Piombino, contro Bottegone per non cadere nel baratro

È uno dei momenti più difficili da quando il Basket Golfo Piombino è in Serie B. Di sconfitte dure da digerire ce ne sono state negli anni, ma mai così ravvicinate e preoccupanti. Se la partita con Oleggio doveva servire a rialzare la testa, quella di domani con Bottegone sarà fondamentale per non cadere definitivamente nel baratro della sfiducia.

La Valentina’s Camicette Bottegone varca i cancelli del PalaTenda forte di tre vittorie consecutive, le prime in campionato, con Varese, Oleggio e Pino Dragons, quest’ultima in particolare arrivata senza l’apporto del miglior marcatore del girone, Georgi Sirakov (18,5 punti a partita col 41% da tre), assente per un attacco influenzale.

A non far rimpiangere la mancanza della guardia bulgara ci ha pensato il play Lorenzo Maspero, autore di 25 punti. Maspero è uno dei sei classe ’98 presenti nel roster pistoiese, la cui età media è di 23 anni. Ad alzarla ci pensano il centro Roberto Marconato (38 anni) e Fiorello Toppo (36), miglior giocatore del campionato con un impressionante 22,7 in valutazione, ottenuto grazie a 14,8 punti a partita con il 63,5% da due e quasi 10 rimbalzi (migliore del girone). Non una novità in realtà per il centro di origine eritrea, viste le esperienze maturate anche in categorie superiori sempre a Pistoia, ma con la maglia della Giorgio Tesi Group.

Daniele Toscano completa il quintetto giallonero. Si tratta di una faccia nota per Piombino visto che nelle passate stagioni aveva spesso colpito i gialloblù con la maglia di Cecina. Contro la sua ex squadra, nella quarta giornata di campionato, ha segnato 26 punti, aiutando Bottegone a scavare un solco di 19 punti, colmato solo negli ultimi minuti dell’ultimo quarto dalla formazione rossoblù. Oltre a segnare tanto, Toscano, dà sempre una grossa mano alla squadra soprattutto sotto le plance, sia raccogliendo 9,2 rimbalzi a partita (19 con Oleggio) che subendo molti falli.

Il limite di questa squadra potrebbe essere il fatto che la panchina, composta quasi esclusivamente da giovanissimi, garantisce qualche certezza in meno rispetto ai più esperti titolari. Finora coach Cristiano Biagini ha distribuito il minutaggio molto bene, dando respiro ai più temibili fra i suoi e tanto spazio ai suoi giovani, ma non sempre questa strategia ha dato i frutti sperati, come dimostrano le cinque sconfitte con cui hanno dato il via al loro campionato.

Come spesso succede, la partita potrebbe decidersi già nei minuti iniziali; sarà fondamentale non lasciare troppo spazio agli ottimi tiratori gialloneri che, una volta in fiducia, potrebbero non lasciare più margini di recupero al Golfo. Ciò che ancora più importa sarà dare un forte segnale di squadra, fare una buona partita, sia a livello tattico che caratteriale, e lasciare il più lontani possibili i ricordi delle prestazioni passate.

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author

orion coolers review

agroxy.com/prodat/goroh-146/chernigovskaya-obl