Reggio Emilia, coach Manetti: "L'obiettivo è dare continuità al match col Galatasaray"

La Grissin Bon è partita già ieri mattina alla volta di Panevezys per preparare la trasferta di Eurocup che vedrà i biancorossi impegnati mercoledì alle ore 18 italiane (19 locali), in diretta su Eurosport Player, con i lituani del Lietkabelis.

La CIDO Arena ha accolto i reggiani già nella serata di ieri, con seduta di pesi e successivamente allenamento in campo; nella giornata odierna invece la squadra ha svolto sessione video in mattinata ed allenamento tecnico in serata. Domani consueto tiro e tattica prima del match che vedrà Della Valle e compagni affrontare alcuni ex del campionato italiano quali Simas Jasaitis (Capo d’Orlando e Pesaro) e Gary Talton (breve parentesi a Capo d’Orlando), nonché naturalmente i grandi ex biancorossi Darjus e Ksistof Lavrinovic. I due gemelli ieri sera hanno incontrato e salutato squadra e staff, risiedendo nello stesso hotel nel quale soggiorna la Grissin Bon.

Coach Max Menetti ha presentato la sfida di domani, ecco le sue parole: “Ci tuffiamo nella terza partita di Eurocup con grande voglia ed energia con l’obiettivo di riuscire, contrariamente a quanto espresso con Capo d’Orlando, a dare continuità al match di mercoledì scorso con il Galatasaray. Il Lietkabelis è una squadra molto solida ed esperta, un gruppo competitivo che si basa sulla scuola lituana, pertanto dovremo riuscire a sprigionare energia sin dall’inizio acquisendo entusiasmo nei momenti positivi ed allo stesso tempo mettendo in campo sofferenza e solidità mentale quando la partita si farà dura. Ho grande fiducia nel nostro lavoro, nei ragazzi e nelle loro possibilità. Un pensiero particolare ai gemelli Lavrinovic: è stato un grande piacere rivederli in hotel e lo sarà altrettanto in campo, hanno rappresentato un pezzo della nostra storia recente”.

Anche il play biancorosso Federico Mussini ha parlato alla vigilia del match:

“Contro il Galatasaray abbiamo disputato un’ottima partita, una vittoria di squadra. Contro Capo d’Orlando invece qualcosa non è andato, siamo stati poco aggressivi. Sicuramente dobbiamo ritrovare quell’entusiasmo che ci ha portato a battere una squadra così importante; essere uniti e caricarci per ogni canestro ed ogni difesa fatta e curare ogni piccolo dettaglio”.

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author