Remer Treviglio, Marino: "Che emozione ritrovare la Mens Sana da avversario"

Mauro Zambelli (Assistant Coach): A Siena incontreremo una squadra che, provenendo da due vittorie consecutive, giocherà con grande fiducia. Al momento sono trascinati dalla produzione offensiva di Myers ed Harrell: il nostro principale obiettivo difensivo dovrà essere quello di non concedere loro i consueti 44 punti di media realizzati in coppia. Al contempo però non andrà sottovalutato il gruppo italiano, che sta giocando con grande tenacia e consapevolezza dei ruoli, rendendo la Mens Sana un mix molto ostico da affrontare. In aggiunta alle difficoltà tattiche, sarà decisivo mantenere la lucidità in un ambiente caldo per provare a conquistare la prima vittoria esterna”.
Tommaso Marino (playmaker ex Siena): “La partita di Siena per me è una partita speciale perché è la prima volta che, da protagonista, gioco a Siena contro Siena, Mens Sana. Sarà bellissimo giocare in una palazzetto dove conosco il 99% delle persone e dove in panchina siede un allenatore che, praticamente, mi ha cresciuto, facendomi diventare un uomo e un giocatore, prendendomi quando avevo 12 anni. Quindi ci son tanti fattori che fan sì che per me sia una giornata molto speciale … Sarà perciò fondamentale che rimanga concentrato su ciò che è più importante ora: la nostra squadra, ed entrare in campo senza pensare all’ambiente e alla storia che si respira dentro quel palazzetto, cercando di limitare i loro punti di forza, che son tanti! Quello è un campo che, se inizi a pensare a chi c’è stato, chi ci ha giocato, e a quello che è successo su quel campo, ovviamente è facile distrarsi. Con grande rispetto e amore per la storia di Siena,  noi dovremo andar lì e fare la nostra partita, cercare di essere aggressivi in difesa ed imporre il nostro ritmo in attacco, cosa che, per ora, non ci è riuscito nella prima trasferta. Speriamo di farlo domenica!”

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author