Reyer Venezia, Tonut: "Che bello giocare in un ambiente caldo come Trieste"

Sabato scorso, all’Allianz Dome di Trieste, la Reyer Venezia è incorsa in una pesante sconfitta per mano dei padroni di casa dell’Alma Pallacanestro di coach Dalmasson, a segno con un netto 104-85. Nonostante ciò, Stefano Tonut, alla sua prima a Trieste come avversario, ha esaltato il clima che si respirava all’interno del palazzetto alabardato.

Trovare un palazzetto quasi pieno molto prima dell’inizio della partita è qualcosa di quasi unico in Italia” – ha spiegato Tonut in una dichiarazione rilasciata a Il Piccolo – “Giocare in un ambiente così caldo, poi, è bello e stimolante anche per gli avversari. Ti aiuta a restare concentrato nei 40 minuti. Quello che ho vissuto è stato più che emozionante“.

Era la prima volta che tornavo a casa da avversario e, nonostante avessi cercato di immaginare l’accoglienza e cosa avrei provato, viverlo sulla pelle è stato qualcosa di fantastico. Non dico che me lo aspettavo ma ci speravo. Per questo voglio ringraziare davvero tutti i tifosi“, ha concluso il 25enne, il quale ha giocato a Trieste dal 2012 al 2015.

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.
Per Info