Sabato parte la Serie A: dove vedere le partite di basket in TV!

L’attesa è finita… parte la Serie A e tornano le partite di basket in TV

Sabato 6 Ottobre comincia la 97°edizione della Lega Basket Serie A 2018-2019, ultimo campionato a 16 squadre che diventeranno 18 il prossimo anno con le promozioni dalla A2.

Ad aprire le danze, la prima partita di basket sarà alle 18 tra Sidigas Avellino e Red October Cantù per un campionato strepitoso che vede tutti i team dare la caccia all’Olimpia Milano – campione d’Italia e fresca vincitrice di Supercoppa.

Per i campioni in carica meneghini c’è un tabù da sfatare: vincere due campionati fila.
È dal 1987 che manca la doppietta nonostante i 28 titoli conquistati e la terza stella vicina a due passi: la solidità dell’attuale società potrebbe essere la carta vincente per dare continuità al progetto tecnico.

La guida TV e le emittenti per vedere le partite di basket della Serie A in TV

Se il tuo programma per il weekend è seguire la partita di basket della tua squadra preferita, ecco cosa fare per vivere con passione le emozioni della prima giornata.

Un’ottima guida per seguire le è proprio il sito internet Oggi in TV con i palinsesti delle principali reti televisive e sportive (una buona soluzione anche per seguire le partite basket NBA in TV).

Quest’anno tutte le partite della Lega Basket Serie A saranno trasmesse da Eurosport e Oggi in TV ha dedicato per consultare comodamente il palinsesto di sabato e delle prossime settimane.

A seguire c’è Rai Sport, che si è aggiudicata il pacchetto Free dei diritti televisivi fino al 2020 e trasmetterà ogni domenica una partita in chiaro – oltre ai classici approfondimenti sportivi nel corso del weekend – per consultare il canale Rai Sport su Oggi in TV.

Pronostico Serie A: chi vincerà il campionato? Dicci la tua

Se questo campionato vede l’ Olimpia Milano favorita indiscussa, c’è un parterre che va da Venezia a Sassari passando per Bologna, Torino ed Avellino che vuole farsi trovare pronto per la scalata alla vetta.

Nonostante il “fisiologico” – a detta di Gianni Petrucci, attuale presidente della FIP – problema degli impianti da ammodernare, il tasso tecnico della Serie A vede più della metà dei club impegnati in competizioni europee ed è la garanzia di un’annata che si preannuncia tutt’altro che scontata.

Chi si candida ad essere l’Anti-Milano?

Dopo i movimenti di quest’estate, ci sono una conferma ed una possibile sorpresa da tenere d’occhio: Venezia e Bologna.

Se Milano resta la favorita con Mike James – il suo ingaggio che vale quello di una squadra intera – deve comunque fare i conti con un numero (forse troppo) esiguo di giocatori in vista dell’Eurolega, le due pretendenti al ruolo di Anti-Milano hanno le loro sfide interne da vincere e possono impensierire la compagine dell’Olimpia.

Venezia sogna il riscatto dello scudetto del 2017 ed ha dalla sua parte un organico già competitivo, con una possibile sorpresa dell’innesto di Deron Washington proveniente da Torino, a compensare la perdita di un uomo di spessore come Peric.

Dal canto suo, Bologna riparte dalla rivoluzione che ha attraversato tutti – giocatori e dirigenti – dopo la clamorosa esclusione dai playoff dello scorso campionato.
Il presidente Zanetti si aspetta dal capitano Sacripanti quel salto di livello che può impensierire Milano sull’onda della motivazione che contraddistingue la rivoluzione felsinea.

Arriviamo quindi a Sabato 6 Ottobre con l’Olimpia pronta a sfatare il tabù dei 2 scudetti consecutivi, Venezia pronta a battagliare per un traguardo di cui ricorda ancora il profumo e Bologna ambiziosa e rimaneggiata pronta a sorprendere i suoi tifosi e tutto il campionato.

Adesso tocca a te: chi vincerà il campionato e chi sarà l’Anti-Milano?

Condividi con noi la tua passione per la Serie A e rispondi con un commento all’articolo.

Commenta
(Visited 130 times, 1 visits today)

About The Author