San Miniato, coach Barsotti: "Non bastano volontà e atteggiamento, occorrono rabbia e determinazione"

Per la nona giornata di andata del girone “A” del Campionato Nazionale di serie B, la Blukart Etrusca San Miniato è di scena domenica 27 Novembre alle ore 18:00 al PalaPoggetti di Cecina, contro la locale GR Service. Si tratta di un incontro particolarmente difficile per i samminiatesi, dal momento che Cecina comanda la classifica a 12 punti, insieme a due formazioni piemontesi: la Paffoni Fulgor di Omegna e la Gessi Valsesia di Borgosesia. Rispetto alle avversarie che la appaiano in vetta però Cecina ha giocato una gara in meno, in virtù del rinvio della partita in casa della Fiorentina Basket di domenica scorsa, per l’impraticabilità del parquet di San Marcellino. Già lo scorso anno la Blukart era arrivata al PalaPoggetti per affrontare Cecina prima in classifica (allora era l’undicesima giornata ed i tirrenici si presentarono all’appuntamento a punteggio pieno) ma, pur essendo la stessa società, non si tratta della stessa squadra, con il roster che è stato letteralmente rivoluzionato nel corso dell’estate. In primo luogo è cambiato il coach, con Federico Campanella che, dopo oltre quattro anni e gli ottimi risultati ottenuti, ha lasciato i rossoblu per accasarsi a Montecatini ed è stato sostituito da Giacomo Bandieri, suo vice. Sono partiti anche il “golden boy” Lorenzo Caroti (passato a Reggio Calabria in A2) e gli altri prodotti del vivaio Maurizio Del Testa (andato a Cassino, serie B gir. C) e Francesco Fratto (alla Fulgor Omegna, serie B gir A), nonché Daniele Toscano (a Bottegone, serie B gir. A), Antonio Gambolati, Devil Medizza e Giacomo Dell’Agnello.

Alle partenze di giocatori così prestigiosi hanno fatto da contraltare gli arrivi di elementi altrettanto importanti, che subito si sono integrati nel gioco di Bandieri, tanto da raggiungere livelli di rendimento molto alti e scalare le graduatorie di specialità del girone, in questo primo quarto di campionato: come squadra la GR Service risulta avere la miglior percentuale al tiro, sia da tre punti (40%) che da due (58%) di tutto il girone A. A livello individuale Leonardo Salvadori (arrivato da Scauri, serie B gir. C) è 1° nella classifica dei tiri da due punti con il 76,6% e in quella dei tiri totali con il 66,7%, è 4° in quella dei punti realizzati con 16,4 di media ed è 2° nella valutazione con 22; Simone Lasagni (arrivato dalla Fiorentina Basket, retrocessa dalla serie B e poi ripescata) è 4° nella classifica dei tiri totali con il 54,4% e 5° in quella dei tiri da tre punti con il 46%, Saverio Mazzantini (da Ferentino in A2) è 2° nella classifica dei tiri liberi con il 92,3%, Alessandro Spatti (da Treviglio, A2) è 4° nella classifica dei tiri da due punti con il 59,5%. Discorso a parte deve essere fatto per Giovanni Bruni: l’esperto play (classe 1981), dopo aver disputato le ultime stagioni come “sesto uomo di lusso” sembrava sul punto di lasciare la GR Service. Grazie ad un quanto mai opportuno ripensamento, non soltanto ha continuato a far parte della formazione livornese, ma sembra vivere una seconda giovinezza, risultando essere, oltre che il leader della squadra, uno degli indiscussi protagonisti di questa parte della stagione; con 7,1 assist di media conduce la speciale graduatoria (2° in tutta la serie B) ed è 3° in quella per valutazione (19,3).

E l’Etrusca? Sicuramente non andrà a Cecina a caccia dei punti-salvezza (sono altri i parquet in cui dovrà conquistarsi la permanenza in serie B), ma piuttosto di una vittoria di prestigio, che darebbe lustro al proprio campionato. Rilanciata dalla vittoria nel derby contro l’U.S.E. Empoli di domenica scorsa sembra aver ritrovato la giusta determinazione delle prime giornate, in cui aveva dimostrato di poter recitare il ruolo di outsider del girone. “Andiamo in trasferta contro una squadra che ha dimostrato di essere tra le più forti del girone e per competere dovremo fare una gara perfetta.” la presentazione della gara di coach Federico Barsotti “Ci vuole una gara di grande attenzione: abbiamo imparato dalla trasferta di Firenze che non bastano la volontà e l’atteggiamento, ma occorrono rabbia e la determinazione, per ottenere risultati prestigiosi in trasferta. Cecina è una squadra che ha una bella struttura: Bruni è un giocatore capace di grandi cose sulla singola gara, insieme all’esperienza Zaccariello e ad altri giocatori di grandissima qualità come Salvadori, Mazzantini e Lasagni. Cecina ha un grande potenziale offensivo, con più di 80 punti segnati in casa a partita, ma noi arriviamo a questa gara come squadra con la miglior difesa in campionato e sarà uno scontro nel quale sarà determinante chi farà prevalere le proprie principali qualità

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author

там