Sconfitta all'ultimo respiro per la Vetrya Orvieto, Assisi si impone 70-73

Dopo una battaglia durata per tutti i quaranta minuti, i ragazzi di coach Brandoni si sono dovuti arrendere agli ospiti dopo un finale incandescente.

Nel primo quarto c’è stato grande equilibrio, con nessuna delle due squadre capace di affondare il colpo adatto a piazzare il primo break della gara. Oltre a un Alunderis recuperato, per Orvieto hanno avuto un ottimo impatto sulla gara Radicchi, uno dei migliori a fine gara, e Casanova, che con i loro canestri hanno permesso ai biancorossi di chiudere in vantaggio sul 17-16.

Nel secondo periodo Assisi è salito di colpi e con il suo grande atletismo, rafforzato ulteriormente dal rientro di Neri, ha messo non poco in difficoltà i rupestri, che hanno accusato il colpo e hanno subito un controparziale firmato Provvidenza e Santantonio. I ragazzi di coach Brandoni non hanno comunque mollato e con le iniziative di un Frosinini in buon momento di forma sono rientrati in partita, fino a ritrovare il vantaggio allo scadere con la tripla sulla sirena di Marcante.

Al ritorno in campo Orvieto ha da subito dovuto fare a meno di Marcante, che non sarebbe più stato della gara a causa di un infortunio occorso nei primi venti minuti. La Virtus ha provato a sfruttare l’assenza del carismatico numero 35 biancorosso per portare la partita dalla sua parte, ma i biancorossi sono stati bravi a respingere gli attacchi ospiti e a rispondere con la stessa moneta, grazie anche a una grande precisione dalla lunetta. In questo modo sono riusciti a mantenere il vantaggio anche allo scadere dei trenta minuti, ma con un quarto finale che si prospettava tutto da vivere.

Dopo una fase interlocutoria nella frazione decisiva è stata Assisi la prima a prendere iniziativa e a mettere a segno un break potenzialmente decisivo. Con il canestro di Neri i ragazzi di coach Piazza hanno guadagnato un vantaggio di sei lunghezze a un minuto dalla fine e sono sembrati in pieno controllo. In questo momento critico Orvieto ha però dato il meglio e ha ribaltato la situazione: prima i due liberi di un più che positivo Bonifazi, poi la bomba di un altrettanto ottimo Radicchi, hanno riportato i biancorossi a un solo punto di margine. Negli ultimi dieci secondi la palla è quindi andata nelle mani di Alunderis per l’attacco decisivo: il lungo lituano non ha tradito le attese e con classe è riuscito ad arrivare fino al ferro per il canestro del sorpasso a tre secondi dalla fine.

Dopo il timeout chiamato da coach Piazza Assisi ha rimesso la palla in gioco a Provvidenza. Il capitano della Virtus ha a questo punto subito fallo da Abet, a cui è stato fischiato un antisportivo che ha lasciato non poco spazio a dubbi. Con i liberi conseguenti a questa chiamata, uniti ad altri due dovuti all’espulsione per proteste di Marcante, Assisi ha effettuato il controsorpasso decisivo e ha conquistato due punti pesantissimi nell’economia del campionato.

Al netto delle più che buone prestazioni dei giovani, che stanno sempre di più dimostrando il loro valore, ad Orvieto resta il rammarico per una partita persa per un soffio su un fischio dubbio, che però come tale fa anche parte del gioco e per questo va accettato.

Starà ora ai rupestri trasformare la rabbia in energia positiva per andare ad espugnare il campo di Foligno nell’ultima giornata della fase a orologio, che si preannuncia decisiva per l’accoppiamento playoff.

#iotifoorvieto


SECONDA FASE GARA 1 R. – SERIE C SILVER

VETRYA ORVIETO BASKET – ADRILOG VIRTUS
70 – 73

(17-16 ; 19-21 ; 18-16 ; 16-20)

A.S.D. ORVIETO BASKET

BPOLEGRI, BONIFAZI 7, RADICCHI 11, GIORGINI 1, KNEZEVIC V., FROSININI 13, ABET 6, ALUNDERIS 14, DUBINI, CASANOVA 8, MARCANTE 6, KNEZEVIC F. 4.
AllenatoreA. Brandoni
Assistente All.M. Staccini

VIRTUS A.S.D.

BACOCCO, CIANCABILLA, SANTANTONIO 23, PARRETTA 8, GAMBELUNGHE, NERI 11, MARIUCCI 3, PROVVIDENZA 14, CAPEZZALI 2, BATTISTELLI 3, GIOVAGNOLI 9.
Allenatore: G. Piazza
Assistente All.:
Commenta
(Visited 37 times, 1 visits today)

About The Author

http://www.best-cooler.reviews

steroid-pharm.com/d-dubol.html

www.topobzor.info