Serie A2: a Marghera il Fanola cede dopo una emozionante battaglia

Rittmeyer Marghera – Fanola San Martino  69-54

GIANTS MARGHERA: Zavalloni, Iannucci 21, Striulli 16, Toffolo 8, Fabris 10, Castria 2, Salmaso ne, Cecili 9, Biancat ne, Baldi 2, Pastrello 1, Fiorin ne. All. Iurlaro.
LUPE SAN MARTINO: Morpurgo, Beraldo 14, Fietta 13, Busnardo 4, Amabiglia 2, Scappin, Brutto, Crocetta, Profaiser ne, Pettenon 11, Keys 8, Milani 2. All. Tomei.
ARBITRI: Di Marco di San Giovanni Teatino (CH) e Di Luzio di Pescara.
PARZIALI: 10-12, 28-19, 51-45.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri liberi: Marghera 11/16, San Martino 2/3.

Dopo Civitanova e Bologna, il Fanola affronta un’altra delle potenze di A2 e si deve arrendere alla sconfitta, seppur solo dopo una lunga e imprevedibile battaglia.
In avvio San Martino prova a tenere la testa avanti (5-9 al 6′). Marghera inizia tirando 1/14, ma poi si sblocca con Iannucci e con la tripla di Toffolo. Dall’altra parte però risponde allo stesso modo Pettenon (già a quota 7 punti al 10′), e alla prima pausa il Fanola conduce sul 10-12.

Nel secondo quarto Iannucci, top scorer dell’intera A2, si mette al lavoro e firmando 8 punti consecutivi porta Marghera al sorpasso (18-16 al 15′). Risponde subito Beraldo con una tripla, ma il finale di frazione è favorevole alle padrone di casa, che con un 10-0 salgono sul 28-19 a metà gara.

Sul 32-19 è ancora Beraldo a sbloccare le ragazze di coach Tomei, capaci di risalire sul -3 (34-31 al 24′) anche grazie al lavoro sotto le plance di Keys, che catturerà ben 16 rimbalzi. Non basta, le Lupe sono ispiratissime e con altri 5 punti in fila della stessa Beraldo ritrovano il vantaggio sul 34-36, chiudendo un incredibile controbreak di 17-2. È una terza frazione ricca di segnature (26 punti a segno per il Fanola dopo i 19 totali del primo tempo), ma in chiusura è di nuovo un mini parziale favorevole a Marghera a fissare il punteggio sul 51-45 al 30′.

Iannucci e Striulli (37 punti in coppia) fanno toccare di nuovo il +10 alla Rittmeyer in apertura di quarta frazione (55-45). San Martino non vuole mollare e risponde con Busnardo e Milani, ma la nuova tripla di Toffolo è una mazzata per il morale. Nel finale Marghera allunga definitivamente chiudendo sul 69-54, anche se il Fanola esce comunque dal campo a testa alta.

Sabato prossimo il ciclo terribile delle giallonere si concluderà con un altro derby veneto, in casa alle 21.00 contro Vicenza. Vi invitiamo sin da ora a non mancare, per sostenere al meglio le nostre ragazze in una sfida sentita e ricca di ex da entrambe le parti!

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author

узнать больше

обращайтесь