Serie C Silver, il punto sul primo turno del girone campano

In archivio la prima giornata del campionato di Serie C Silver del girone campano; pronostici rispettati su quasi tutti i parquet


E’ iniziato ufficialmente anche il campionato 2017-2018 di serie C Silver.

Nel raggruppamento relativo alle compagini campane, non ci sono state grosse sorprese sui parquet della regione.

I roster ritenuti alla vigilia, da esperti e addetti ai lavori, meglio attrezzati per fare bene hanno rispettato il copione, riuscendo, un po’ ovunque, ad aver ragione di avversari poco competitivi e ad imporsi con scarti importanti in termini di punteggio.

I match di sabato

Il primo turno di C Silver si è aperto con tre anticipi andati in scena nella serata di sabato.

Vittoria esterna e straripante nelle proporzioni per la Renzullo Sarno che, sul neutro di Angri, annichilisce la Nuova Polisportiva Stabia col punteggio finale di 40-79.

Match mai in discussione, se non nei primi dieci minuti di gioco, quando le “aragoste” stabiesi provano a competere al cospetto di un avversario che corre bene il campo e difende di squadra.

I sarnesi trovano, nel corso del secondo quarto, il bandolo della matassa e piazzano un break micidiale di 9-20 che indirizza la contesa a favore di Izzo e compagni.

Importante successo esterno per la Virtus Pozzuoli che supera a domicilio la Neapolis Casavatore.

73 punti realizzati dai puteolani, con un Errico in serata di grazia, autore di ben 22 punti nel corso del match e meritatissima palma di MVP.

Buona anche dal punto di vista difensivo la prestazione dei giocatori a disposizione di coach Serpico che, nel postpartita, si è espresso in questo modo sull’esordio stagionale dei virtussini:

«Era importante iniziare con una vittoria e ci siamo riusciti su un campo sempre ostico. Era fondamentale approcciare bene alla nuova stagione. C’è tanto da lavorare tanto in attacco quanto in difesa. Siamo una squadra nuova che deve continuare a migliorare i propri meccanismi tecnico-tattici.»

Passeggiata di salute anche per il CAP Nola che rifila ben 21 punti di scarto ai giovani della Megaride Napoli.

Gli ospiti si affidano ad un quintetto dall’età media di 17.3 anni e riescono persino a restare attaccati alla partita nei primi dieci minuti di gioco.

Tuttavia, con lo scorrere del tempo, il CAP scappa via senza voltarsi più indietro.

Prova di tutto rispetto, nelle fila dei padroni di casa, per D’Angelo, autore di 21 punti e miglior realizzatore di serata.

Il turno domenicale

Nei match della domenica, equilibrio tangibile esclusivamente nel faccia a faccia tra le neopromossa Mugnano e la corazzata Maddaloni.

I “delfini” giocano una partita commovente per impegno e disciplina difensiva, eppure, sono costretti ad alzare bandiera bianca al cospetto di un avversario dalla grande qualità tecnica.

Partita in cui sono le difese a dominare sugli attacchi.

Mugnano resta sistematicamente in scia di Rusciano e soci, Maddaloni mostra i muscoli ma, soprattutto, la profondità di un roster costruito per fare grandi cose.

Nonostante ciò, i padroni di casa riescono persino a portarsi sul -1 al trentacinquesimo (53-54), ma, da quel momento, è Chiavazzo a salire in cattedra e castigare l’agguerritissima matricola mugnanese.

Standing ovation più che meritata per i “delfini” che hanno dimostrato di poter competere alla grande in un nuovo campionato che Maddaloni si appresta a  vivere indossando i panni della protagonista indiscussa.

Per quanto concerne le prestazioni dei singoli, da segnalare – sul fronte Mugnano – i 19 punti dell’ex Nocera, Angelino.

Strepitosa, invece, la prova di Francesco Chiavazzo. L’esterno di Maddaloni ha chiuso con una performance monstre condita da 24 realizzazioni, alcune delle quali nei momenti topici della gara.

Vince e convince anche l’altro sodalizio sarnese, ovvero, il Basket Sarno di coach Dello Iacono.

Per i biancorossi successo casalingo a danno di un Basket Casapulla poco in grado di mettere in difficoltà un gruppo – quello sarnese – apparso già in ottime condizioni fisiche, tecniche e tattiche.

I padroni di casa hanno sciorinato una buona pallacanestro nel corso di tutti i quaranta minuti di gioco, riuscendo a mettere brillantemente la museruola alla verve offensiva dei casertani.

Nel match di cartello del primo turno, successo importante anche per il San Nicola Basket Cedri in grado di sfiorare quasi quota cento e superare, tra le mura amiche del PalaIlario di San Nicola La Strada, le stoiche resistenze del , matricola sì, ma costruita per fare grandi cose nella stagione appena iniziata.

I ragazzi di coach Falcombello hanno condotto le operazioni in lungo e in largo, trascinati dai centri di Pignalosa e del lungo americano Linton Johnson.

Bellizzi ha fatto la sua onesta partita, provando a competere al meglio delle proprie possibilità al cospetto di un avversario letale dai 6,75 e fortemente ancorato ad un gioco propositivo in fase di possesso.

Per gli ospiti, buona prova di Gerardo Esposito e Milan Dondur, rispettivamente autori di 27 e 22 punti.

I nuovi arrivati alla corte del patron Pellegrino hanno dimostrato, in virtù di una riconosciuta leadership in mezzo al campo e del talento cristallino che li contraddistingue, di poter essere i punti di riferimento nell’attacco di coach Orlando.

Il tempo, come si suol dire, farà il resto, dal momento che i gialloblu’ hanno evidenti  potenzialità di crescita, soprattutto per quanto concerne la conoscenza reciproca cestistica e non in mezzo al campo.

Vittoria sontuosa anche per la Pallacanestro Angri che, in una partita davvero entusiasmante, supera la Virtus Monte di Procida 97-85.

Serie C

Che l’attacco dei salernitani fosse una potenziale bomba ad orologeria pronta ad esplodere lo si sapeva e, nella pratica, le sensazioni della vigilia sono state suffragate dai fatti.

Il lavoro in palestra di coach Massaro si è visto eccome nei primi quaranta minuti di gioco andati in scena al PalaGalvani, nel corso dei quali a brillare su tutte le altre è stata la stella di Ernesto Carrichiello, protagonista con 29 punti che hanno mandato in visibilio il folto pubblico accorso sulle gradinate dell’impianto angrese.

Per concludere il bilancio sulla prima uscita stagionale di C Silver, importante blitz in trasferta per la Pallacanestro Partenope, che espugna il parquet di Cercola col punteggio di 68-82.

La squadra di casa, imbottita di ragazzi giovani, ha provato in tutti i modi a mettere più di qualche granellino di sabbia negli ingranaggi della Partenope, riuscendoci, tra l’altro, con successo per diverse fasi dell’incontro.

Alla lunga, la caratura del gruppo caro al presidente Gallo ha fatto la differenza, soprattutto nel corso di un terzo quarto da urlo in cui gli ospiti hanno lanciato la fuga propiziata da un break di 11-26.

Ottimo l’esordio del nuovo arrivato in casa Partenope, Taylor Garcia, mattatore di giornata con i suoi ventitré punti a referto.

Fondamentale, per i viaggianti, anche il contributo di un impeccabile Caccavale, in grado di fare la differenza tanto in attacco quanto in difesa in alcuni momenti topici della contesa.

 

 

 

 

Commenta
(Visited 471 times, 2 visits today)

About The Author

Carmine Lione Carmine Lione è uno scrittore e giornalista freelance, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Attualmente iscritto al Corso di Laurea in “Lingue e Culture Straniere” presso l'Ateneo di cui sopra, ha collaborato con varie testate giornalistiche, tra cui zerottonove.it. Ha ricoperto l'incarico di Capo Addetto Stampa della società cestistica Polisportiva Battipagliese ed attualmente presta la sua voce per le telecronache del Basket Bellizzi in onda su LiraTv e del Salernum Baronissi per l'emittente SeiTv. Per quanto concerne la scrittura, nel corso della sua esperienza artistica, ha pubblicato due opere: “Tempi Moderni”, raccolta di racconti edita dalla casa editrice Gruppo Albatros Il Filo e “Luce al neon”, primo romanzo autopubblicato.